fbpx
LifestyleNews

Razer supporta le start-up sostenibili con il Green Fund

Con il Razer Green Fund la compagnia supporta le start-up ambientali

In questi giorni Razer ha rinnovato il suo impegno verso la sostenibilità con il lancio del “Razer Green Fund” da 50 milioni di dollari e l’investimento in The Nurturing Co. Pte. Ltd., una nota start-up di prodotti sostenibili. In particolare, l’azienda è conosciuta in tutto il mondo per il lancio di Bambooloo, brand di carta igienica e prodotti per la casa in bambù monouso “plastic-free”. Si tratta di un’altra importante tappa nell’ambito dell’iniziativa #GoGreenWithRazer, con cui la compagnia si è prefissata di raggiungere zero emissioni entro il 2030. L’obiettivo, inoltre, è quello di creare una Green Community, cercando di coinvolgere quanto più possibile i gamer a contribuire alla causa. Ma riuscirà Razer a raggiungere i suoi obiettivi entro i prossimi 10 anni?

Sostenibilità: l’impegno green di Razer

Nell’ambito del suo progetto di sostenibilità, Razer ha lanciato un fondo di ben 50 milioni di dollari per supportare le start-up ambientali. In questo modo, il Razer Green Fund si pone l’obiettivo di promuovere una mentalità green nelle community di Gen Z e Millennials attraverso investimenti strategici che mirano a supportare le giovani start-up sostenibili. “Dall’annuncio del piano pluriennale sulla sostenibilità, Razer è stata inondata di richieste su come le startup possano accelerare le proprie iniziative green. Il Razer Green Fund è stato istituito per questo fine: consentire a quelle con le migliori intenzioni di promuovere le loro ambizioni“, così Patricia Liu, Chief of Staff di Razer, ha commentato l’iniziativa.

sostenibilità Bamboloo

Per rendere effettivo il suo programma di sostenibilità, Razer ha annunciato un investimento “seed” in The Nurturing Co. Questa partnership permetterà a Bambooloo di implementare e fornire carta igienica di bambù in alcuni degli uffici globali di Razer, compresi il nuovo quartier generale del Sud-Est asiatico e l’ufficio in Malesia di prossima apertura. In questo modo la compagnia di gaming spera di riuscire ad ottenere il suo obiettivo di zero emissioni di carbonio. A quanto pare, infatti, la polpa di bambù ha dimostrato di essere la scelta più sostenibile per la carta igienica. “Bamboloo incarna davvero la nostra missione di preservare la terra per le generazioni future. Siamo sicuri che questo investimento costituirà un forte precedente per le startup di budding conservation che seguiranno”. Così Liu ha commentato l’ennesimo passo di Razer verso la sostenibilità.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button