fbpx
NewsTech

Tecnologia e Italiani: la piramide dei bisogni in chiave tech

Una ricerca svolta da eBay ha svelato qualche dettaglio sul rapporto degli italiani con la tecnologia

tecnologia

Il marketplace eBay ha svolto una ricerca online per analizzare al meglio tutte le sfaccettature del rapporto tra gli italiani e la tecnologia, per poi creare una vera e propria piramide dei bisogni in chiave tech.

Le categorie della piramide della tecnologia

tecnologia

La ricerca svolta dalla piattaforma eBay ha analizzato l’andamento degli acquisti online e delle nuove tendenze del mercato, per poi generare la piramide di Maslow della tecnologia.

Alla base della piramide dei bisogni tech si collocano smartphone e pc portatili, considerati come vere e proprie appendici indispensabili del corpo e presenti in ogni situazione. A confermare questo trend sono i dati raccolti da eBay che, nel corso del 2018, ha visto la categoria smartphone e cellulari crescere del 14%.

Al gradino sovrastante si collocano le Smart TV, seguite dagli elettrodomestici intelligenti, ancora non così diffusi o considerati necessari.

A spiccare tra i protagonisti della piramide sono gli appartenenti al mondo del gaming, che registra le maggiori differenze in base all’età e al sesso. Considerando solo gli uomini, infatti, console e giochi si collocano subito dopo le Smart TV, mentre considerando la fascia d’età oltre i 45 anni arrivano ad impegnare il vertice della piramide!

Grande crescita è stata registrata anche dai prodotti intelligenti per la gestione domestica, le cui vendite e ricerche sono aumentate dell’80%, con Google Home Mini come best seller. Ad occupare il vertice sono, infine, gli auricolari wireless, perfetti per differenti utilizzi.

[amazon_link asins=’B07DNZ94KB,B07BHDC9V6,B01MCU4ZCC’ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’cca50eb4-e3ce-49ff-8b17-fb59c3c642cb’]

Gli italiani e la sfera digitale

La ricerca condotta da eBay ha anche voluto indagare il rapporto degli italiani con la tecnologia. Stando ai dati, oltre un italiano su due (52%) al risveglio controllerebbe immediatamente il telefono, così da verificare la presenza di notifiche o news.

Questo atteggiamento risulta essere molto più diffuso e automatico tra le donne e, per quanto riguarda le fasce d’età, tra i Millennials, mentre è poco presente nella generazione Over 45 (25%).

I dati raccolti da eBay hanno anche descritto in modo più approfondito il rapporto degli italiani con l’eCommerce. Il 51% degli intervistati tende infatti immediatamente all’online, dove si fida molto (56%) o completamente (21%) delle eventuali recensioni fornite da altri utenti.

Ad influire sul rapporto tra italiani e dispositivi tecnologici sono anche i social: questi ultimi, divenuti ormai un’appendice digitale della nostra persona, vengono infatti controllati da più del 39,5% degli intervistati, con un grande successo e utilizzo non solo tra i giovani, ma anche tra gli over 45!

Mai più senza app

eBay ha anche voluto chiedere agli intervistati quali servizi presenti in app fossero diventati ormai necessari anche per il quotidiano, indicandoli in ordine di importanza.

A trionfare sono le informazioni in tempo reale (attualità e meteo), seguite dall’internet banking, dall’eCommerce, Mappe e GPS, Organizzazione viaggi, food delivery e sport & fitness.

Stando ai dati le differenze tra i generi sono minime, le donne sarebbero soltanto più propense a sfruttare le app legate ai servizi di shopping, mentre gli uomini darebbero più importanza a mappe e GPS.

Per quanto riguarda le generazioni e la tecnologia invece, sia per Millennials sia per gli Over 45 a collocarsi al primo posto sarebbero le app di informazioni in tempo reale, mentre l’eCommerce si colloca al terzo posto per tutte le fasce d’età!

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button