fbpx
MotoriNews

L’Autopilot di Tesla finisce sotto indagine negli USA

La Nhtsa vuole vederci chiaro

La National Highway Traffic Safety Administration (Nhtsa) ha avviato un’indagine formale sul Tesla Autopilot. Il sistema di guida autonoma della casa californiana è finito sotto la lente di ingrandimento dell’agenzia americana che si occupa della sicurezza stradale. Secondo quanto riportato da Nhtsa, infatti, il Tesla Autopilot presenterebbe alcune difficoltà nel riconoscimento dei veicoli in sosta d’emergenza.

L’Autopilot di Tesla non funziona come dovrebbe? Parte un’indagine negli USA

Le indagini avviate dall’ente di sicurezza americano riguardano un totale di 765 mila veicoli prodotti da Tesla e dotati di Autopilot. In particolare, sotto indagine ci sono la Model Y, la Model X e la Model 3. Tra gennaio 2018 e luglio 2021 sarebbero stati registrati 11 incidenti attualmente sotto approfondimento con 17 feriti ed un morto. Da notare che nelle ultime settimane, i sistemi di Tesla erano già finiti in prima pagina a causa di alcuni malfunzionamenti che hanno costretto la casa californiana a rilasciare un aggiornamento in Cina su quasi tutta la produzione annuale di veicoli.

Nhtsa indaga sui sistemi di guida autonoma

Al fine di valutare, con precisione, l’effettiva sicurezza delle soluzioni di guida autonoma, come il Tesla Autopilot, Nhtsa ha imposto alcune normative ben precise ai produttori. Gli incidenti con veicoli dotati di ADAS o di sistemi di guida autonoma di livello 3-5 dovranno essere segnalati all’ente. In questo modo, sarà possibile valutare nel minor tempo possibile la presenza di eventuali rischi alla sicurezza connessi all’utilizzo di questi sistemi.

 

Offerta

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button