fbpx
HotTech

TikTok raccoglie i dati biometrici degli utenti

L'App annuncia modifiche alla privacy policy degli utenti in US

Lo scorso mercoledì l’App social TikTok ha aggiunto un’interessante modifica alla sua privacy policy negli Stati Uniti. A breve, infatti, l’applicazione potrà raccogliere dati biometrici dai contenuti condivisi dagli utenti. Al momento, non ci è dato sapere quale sia lo scopo di tale modifica. Ma la società ha fatto sapere che chiederà il consenso degli utenti nel caso in cui iniziasse la raccolta di tali dati. Per ora, però, la piattaforma si è soltanto limitata a condividere queste informazioni nella nuova sezione “Informazioni su immagini e audio“, senza aggiungere alcuna specifica. Cerchiamo allora di scoprirne qualcosa di più.

TikTok: social si prepara a raccogliere i dati biometrici in US

In questi ultimi giorni il social TikTok ha modificato la sezione “Informazioni che raccogliamo automaticamente“, aggiungendo una serie di dettagli riguardanti gli utenti degli Stati Uniti. E così a breve l’App potrebbe raccogliere informazioni sulle immagini e sull’audio condivisi nei contenuti. Più nel dettaglio, potrebbe “identificare gli oggetti e gli scenari che appaiono, l’esistenza e la posizione all’interno di un’immagine di caratteristiche e attributi del corpo e del viso, e il testo delle parole pronunciate“. Per quanto possa sembrarvi inquietante, ci sono già molte altre piattaforme social che agiscono in questo modo per ottimizzare gli annunci pubblicitari.

TikTok, invece, sembrerebbe voler soltanto migliorare le proprie funzionalità. Identificare lo scenario di un video, ad esempio, può ottimizzare gli effetti AR. E convertire un audio in testo sarà senza dubbio di aiuto all’opzione dei sottotitoli automatici. La nuova policy, infatti, avverte che la raccolta di immagini e audio sarà utile per abilitare “effetti video speciali, per la moderazione dei contenuti, per la classificazione demografica, per i contenuti e i consigli sugli annunci e per altre operazioni non di identificazione personale“. Nulla di preoccupante, a quanto pare. Quello che lascia estereffatti è piuttosto l’annuncio della raccolta di dati biometrici da parte dell’App.

TikTok social privacy policy

Potremmo raccogliere identificatori biometrici e informazioni biometriche come definito dalle leggi statunitensi, come impronte facciali e impronte vocali, dai Contenuti utente. Laddove richiesto dalla legge, chiederemo all’utente tutte le autorizzazioni necessarie prima di tale raccolta“. Così la piattaforma ha annunciato le modifiche alla sua privacy policy per gli utenti statunitensi. Una dichiarazione piuttosto vaga che non riferisce, ad esempio, lo scopo della raccolta di questi dati. Oppure le modalità con cui la piattaforma chiederà il consenso per il trattamento dei dati, soprattutto considerando che soltanto pochi Stati hanno leggi che tutelano la privacy biometrica.

Questo potrebbe significare che, laddove non esista una legislazione specifica, gli utenti potrebbero non essere informati sulla raccolta dei dati. Anche se questa non sembra essere l’intenzione del social. TikTok, infatti, è sempre stata molto attenta alla privacy del suo pubblico. “Come parte del nostro costante impegno per la trasparenza, abbiamo recentemente aggiornato la nostra Informativa sulla privacy per fornire maggiore chiarezza sulle informazioni che possiamo raccogliere“. Così ha riferito un portavoce della società a proposito delle modifiche apportate alla privacy policy.

In ogni caso, a lasciare interdetti gli utenti non è stata solo la modifica alla policy, ma anche la presenza di alcuni bug sull’App. Alcuni utenti, infatti, hanno dichiarato di aver visto un messaggio pop-up che li avvertiva dell’aggiornamento dell’informativa sulla privacy. Una volta cliccato sulla notifica, però, non c’era alcun contenuto effettivamente raggiungibile. E questo ha generato non poco caos tra gli utenti. Anche se non sappiamo dirvi da cosa sia dipeso davvero, dato che l’App non ha ancora modificato effettivamente la policy sulla raccolta di dati biometrici.

TikTok e il trattamento dei dati degli utenti

La notizia della modifica della privacy policy di TikTok arriva in un momento in cui il social sta cercando di riconquistare la fiducia degli utenti statunitensi. Per tutta l’Amministrazione Trump la piattaforma è stata accusata di rappresentare una minaccia per la sicurezza nazionale, perchè di proprietà di una società cinese. Eppure TikTok ha più volte dichiarato di archiviare i dati degli utenti statunitensi nei data center degli US e di Singapore. E di non averli mai condivisi con il governo cinese. Con l’arrivo di Biden, infatti, la situazione sembra essersi placata.

L’annuncio della raccolta dei dati biometrici, però, arriva proprio dopo che la società ha messo a tacere una class action per la violazione della legge sulla privacy delle informazioni biometriche dell’Illinois. La causa, risalente al Maggio 2020, includeva oltre 20 casi di raccolta di dati personali e biometrici dell’utente senza il suo consenso. E questo fa pensare che la società abbia voluto ampliare la sua privacy policy proprio per evitare sanzioni future. A quanto pare, potrebbe trattarsi di modifiche legate alle ambizioni di e-commerce di TikTok. Oppure alla trasparenza del tracciamento delle App da parte di Apple.

In fondo, la piattaforma raccoglie automaticamente moltissimi dati sui suoi utenti. Tra questi le informazioni sui dispositivi – inclusi i dati sulla posizione in base alla scheda SIM, agli indirizzi IP e al GPS -, i contenuti creati e caricati su TikTok, le informazioni inviate con DM, i cookie, le App e i file presenti sullo smartphone, lo stato della batteria e persino i ritmi di battitura. A queste si aggiungono poi quelle che la piattaforma identifica come “Informazioni che scegli di fornire“. Tra queste ci sono le informazioni di registrazione e del profilo, i contatti dei social network, i dati di pagamento e molto altro ancora. Insomma, le informazioni raccolte dal social non sono poche. A cosa serviranno allora anche i dati biometrici?

Offerta
Huawei Mate 40 Pro 5G con Bluetooth Speaker, Kirin 9000 5G...
  • Potente Kirin 9000 5G SoC a 5nm: il processore Kirin 9000E 5G SoC a 5nm supporta il multi-tasking, l'elaborazione di...
  • Fotocamera Leica Ultra Vision da 50 MP offre una chiarezza ottima, a tutte le ore; cine camera ultra grandangolare da 20...
  • La capiente batteria da 4400 mAh, il ottimo Huawei SuperCharge da 66W con cavo e da 50W Wireless, lavorano in sinergia...

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button