fbpx
AttualitàCulturaNews

Tim Cook pronto a testimoniare al processo Apple vs Epic

Il CEO di Apple dovrà parlare dell'importanza di App Store per iOS, per deciderne il futuro

Domani venerdì 21 maggio il CEO di Apple Tim Cook testimonierà nel processo contro Epic. Il dirigente di Cupertino potrebbe essere fondamentale per il futuro di App Store e di iOS, nella processo più importante per il mondo della tecnologia.

Tim Cook testimonia nel processo Apple contro Epic

I dettagli delle dichiarazioni di Cook sono segreti e potrebbero cambiare a seconda dell’andamento del processo. Ma sembra che il CEO dovrebbe parlare dei valori dell’azienda e del processo di lancio su App Store. L’obiettivo di Cook è quello di convincere che le pratiche dell’App Store sono a favore di sviluppatori e utenti, come spesso i dipendenti di Cupertino hanno asserito durante queste giornate in aula.

Gli avvocati di Epic vogliono invece dimostrare che Apple ha creato di fatto un monopolio sull’App Store, che non è un vero mercato. Perché richiede il 30% di commissione su ogni transazione e impedisce che le applicazioni rimandino a servizi di pagamento alternativi.

Evento focale

Secondo le indiscrezioni di fonti vicine all’azienda, Cook starebbe preparando il suo intervento nei minimi dettagli, con la stessa attenzione che mette nelle presentazioni di iPhone e servizi Apple. Ma non è nuovo a questo tipo di pressione: ha già testimoniato davanti al Congresso americano su tematiche legate all’antitrust, che includono il rapporto con Epic.

Al momento sembra che la Corte abbia riservato un slot temporale da 100 minuti per l’intervento di Cook. Ma prima dell’inizio del processo, Cook si era già seduto a parlare con i giudici per ben sette ore. Quindi l’intervento di domani non dovrebbe riservare particolari sorprese. Ma sarebbe errato sottovalutarne l’importanza: un esito infelice per Apple potrebbe creare un effetto a valanga, cambiando per sempre l’App Store e iOS.

Vi terremo aggiornati per ogni novità.

OffertaBestseller No. 1
2020 Apple MacBook Pro con Chip Apple M1 (13", 8GB RAM,...
  • Chip M1 progettato da Apple, per un nuovo livello di performance della CPU, della GPU e del machine learning
  • Fino a 20 ore di autonomia: più di qualsiasi Mac, per fare ancora di più
  • CPU 8‐core con prestazioni fino a 2,8 volte più veloci, per sfrecciare come mai prima d’ora nei flussi di lavoro
Source
Apple Insider

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button