fbpx
NewsTech

Trasporto organi con droni: il progetto sperimentale a Torino

Parte a Torino il progetto Indoor

Prende il via a Torino un nuovo programma sperimentale per il trasporto di organi per trapianti tramite droni. Il progetto in questione si chiama Indoor (usINg Drones fOr Organ tRansportation) ed è promosso dalla fondazione Dot (Donazione Organi e Trapianti) in collaborazione con il Politecnico di Torino, la Città della Salute e l’Università di Torino. L’obiettivo del nuovo progetto è quello di testare l’utilizzo di droni per trasportare materiale biologico e organi per trapianti. L’idea del programma è individuare soluzioni in grado di velocizzare al massimo il trasporto di organi, in totale sicurezza.

Trasporto degli organi con droni: a Torino parte la sperimentazione

Il progetto Indoor punta a velocizzare, in sicurezza, il trasporto di materiale biologico e di organi per trapianti. Utilizzando i droni, infatti, sarà possibile eliminare tutte le problematiche legate al trasporto su gomma. I tempi in questi particolari trasporti sono cruciali. Ridurre al minimo le tempistiche consentirà di ottenere enormi vantaggi. Il progetto Indoor, al via a Torino, rappresenterà un test importante per la fattibilità di questa modalità di trasporto. In futuro, i trasporti di organi potrebbero essere rivoluzionati grazie ai droni.

Il commento dell’esperto

Il professor Antonio Amoroso, coordinatore del Centro regionale trapianti della regione Piemonte, in un’intervista rilasciata agli organi di stampa, sottolinea: “Nella medicina dei trapianti  il trasporto di materiale biologico e degli organi del donatore riveste un aspetto importante. Il trasporto di provette e di organi avviene solitamente su gomma, con i limiti di tempo e gli imprevisti dovuti al traffico” I droni potrebbero rivelarsi decisivi per accelerare il trasporto”

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button