NewsTech

Truffa WhatsApp: a rischio i conti correnti Unicredit, ecco come difendersi

Gli utenti WhatsApp sono nuovamente vittime dell'ennesima truffa che si sta diffondendo tramite la popolare piattaforma di instant messaging. Anche questa volta è una banca a essere coinvolta, Unicredit per la precisione: i proprietari dei conti correnti stanno ricevendo dei messaggi ingannevoli, contenenti un link che rimanderà ad una pagina web contraffatta e che inviterà gli utenti ad inserire le proprie coordinate bancarie.

Nella sua semplicità l'imbroglio risulta comunque efficace ed è pertanto considerata una grave minaccia. Scopriamo dunque come funziona l'ultima truffa e come riconoscere i messaggi pericolosi al fine di proteggere il proprio conto.

WhatsApp vs. Phishing, una guerra senza fine

phishing hacker whatsapp facebook bank credit card

Sì, anche per questo caso di frode si parla del buon vecchio phishing, probabilmente il tipo di truffa più diffuso tra gli hacker, trattandosi di un sistema estremamente efficace ed altrettanto semplice da congegnare. Diffondendosi originariamente tramite la posta elettronica, il phishing è ora approdato anche sulle app di messaggistica istantanea – WhatsApp in primis – nel tentativo di adescare nuove vittime con messaggi ingannevoli.

Come scoperto poche ore fa, gli eventi più recenti riguardano i conti Unicredit.

Proprio tramite WhatsApp, i malintenzionati hanno infatti inviato un messaggio di notifica ai clienti della banca italiana, invitandoli ad aggiornare quanto prima le proprie informazioni ed evitare un'eventuale chiusura del proprio conto bancario.

All'invito è allegato un link che rimanda ad una pagina web chiaramente fake, ma che riprodurrebbe in maniera piuttosto fedele l'aspetto del portale ufficiale di Unicredit, ingannando così gli utenti ignari e ottenendo le loro credenziali – e i loro soldi.

Una volta sottratti i dati bancari delle vittime, i cybercriminali avrebbero effettuato dei bonifici indirizzati a differenti conti, complicando le possibilità di rintracciamento.

Come smascherare l'ultima frode WhatsApp

Con la giusta attenzione non sarà molto difficile distinguere le comunicazioni autentiche da quelle fittizie, ma nel caso specifico dei conti Unicredit la soluzione è ancora più chiara.

Innanzitutto dovrete tenere a mente che gli istituti bancari, tra cui la stessa Unicredit, non avviseranno mai i propri clienti circa eventuali modifiche tramite WhatsApp o altri servizi di messaggistica web. Questi avvisi vengono sempre effettuati tramite una chiamata telefonica e non prevedono la richiesta delle nostre coordinate bancarie.

In ogni caso, se doveste ricevere messaggi, SMS o e-mail sospette fareste bene a mettervi in contatto con la vostra banca prima di effettuare qualsiasi tipo di operazione.

Tags

Pasquale Fusco

A metà strada tra un nerd e un geek, appassionato di videogiochi, cinema, serie TV e hi-tech. Scrivo di questo e molto altro ancora, cercando di dare un senso alla mia laurea in Scienze della Comunicazione e alla mia collezione di Funko Pop.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker