fbpx
NewsViaggi

Per andare in vacanza è possibile usare i Bitcoin

Hotel e tour operator stanno iniziando ad accettare le criptovalute come metodo di pagamento

Anche se siamo già entrati nella seconda parte del mese di agosto, è ancora tempo di parlare di vacanza e, per chi non è ancora partito, di organizzare il prossimo viaggio magari pagando con i Bitcoin o altre criptovalute. L’ultima moda del settore, infatti, è quella di proporre ai viaggiatori la possibilità di pagare con Bitcoin il proprio soggiorno o il volo per raggiungere la meta di vacanza.

La vacanza si può pagare anche con Bitcoin

Si tratta solo dei primi passi di quello che potrebbe diventare un vero e proprio punto di riferimento nel corso del prossimo futuro per quanto riguarda il mondo dei viaggi. Le vacanze possono già essere pagate in Bitcoin. Alcune catene alberghiere, come Pavillions Hotels & Resorts (con alcuni Hotel anche a Roma), consentono di pagare il soggiorno con i Bitcoin.

Anche AirBaltic, compagnia di bandiera lituana, o WebJet Exclusive, tour operator australiano, accettando i Bitcoin come metodo di pagamento per chi vuole andare in vacanza. Il numero di operatori del settore pronti ad accettare le criptovalute come forma di pagamento è in costante espansione. Nel corso dei prossimi anni, Bitcoin e altre valute potrebbero diventare sempre più importanti per acquistare un soggiorno o un viaggio.

Con le criptovalute si viaggia anche nello spazio

I Bitcoin possono essere utilizzati anche per viaggiare nello spazio grazie a Virgin Galactic. La compagnia ha inaugurato il turismo spaziale e consente a (ricchi) viaggiatori di prenotare un biglietto per un volo orbitale anche pagando con criptovalute.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button