fbpx
HotNews

Videogiochi indie da non perdere: i migliori giochi indipendenti di Maggio

La primavera si fa sentire anche nel mondo dei videogiochi, dove continuano a sbocciare nuovi prodotti anche nell’ambito indipendente videoludico. Le novità continuano a fiorire e, come ogni mese, vi proponiamo diversi titoli indie davvero interessanti in fase di sviluppo e altri già disponibili per il divertimento e il tempo libero. Abbiamo già visto la nostra prova dei titoli indie di aprile, ma cosa abbiamo selezionato come migliori videogiochi indie di maggio? Scopriamo insieme le novità in arrivo, magari…con un bel bicchiere di vino da una parte e le nostre console preferite dall’altra!

5 Videogiochi Indie di Maggio

Scopriamo insieme quali sono i migliori giochi indipendenti scelti per questo mese.

  1. Broken Arms Games – Hundred Days – Winemaking Simulator
  2. Aiya Games & Aaron – Cyjin: The Cyborg Ninja
  3. Codebyfire – The Colonists
  4. Homo Ludens – Blooming Business: Casino
  5. DoubleMoose – Just Die Already

1. Broken Arms Games – Hundred Days – Winemaking Simulator

Cominciamo la nostra selezione di videogiochi indie di maggio brindando alla nostra passione per i videogiochi con un titolo che ben si addice al tema. Parliamo del nuovo Hundred Days – Winemaking Simulator, il titolo lanciato dagli italiani Broken Arms Games che ci immergono nel mondo della produzione vinicola grazie a un gestionale tutto da provare.

Disponibile su Steam dal 13 maggio, il gioco è un simulativo interamente dedicato alla produzione vitivinicola, dove il nostro compito sarà quello di gestire la nostra azienda e seguire la produzione del vino con tutti i passaggi canonici: dal vigneto alla bottiglia, al successo nel mondo. Ma sarà come bere un bicchiere d’acqua, o meglio, di vino? Innanzitutto, vestiamo i panni di una giovane anglosassone, giunta nel nostro Paese per amministrare una vigna di uva Barbera nelle Langhe, con l’obiettivo di espandersi quanto possibile.

videogiochi indie maggio

Dopo una introduzione piuttosto breve, e senza però darci indicazioni utili a livello di gameplay e di basi del gioco, ci imbarchiamo in questa avventura a turni, dove saremo solitamente soli. Come funziona? Ogni azione viene illustrata da una carta, che posizionata sul campo di gioco diventa una figura da incastrare tra le altre giocate nel turno. Alcune azione richiedono un solo turno, altre molti di più, ma non rischiamo di scadere nella noia per questo. Ci vengono proposti diversi avanzamenti tecnologici per semplificare il tutto. Potremo comprare inoltre nuove attrezzature per aggiungere spazio sulla tavola di gioco.

Hundred Days - Winemaking Simulator
Hundred Days - Winemaking Simulator
Developer: Broken Arms Games
Price: 17,84 €

Questo titolo, da buon gestionale, riesce a condurci a risultati sempre diversi in base ai materiali utilizzati per la produzione di vino, offrendoci quindi una buona varietà di scelte e di compiti da svolgere. Se è vero che la mancanza di informazioni e indicazioni introduttive al gioco ci lascia spaesati, possiamo cogliere questa opportunità per testare il gameplay in base al nostro ingegno e all’istinto.

Tutto sommato, Hundred Days – Winemaking Simulator è un gestionale che merita assolutamente la vostra attenzione e il vostro impegno. Questo grazie anche a un comparto artistico che regala una grafica elegante e una colonna sonora davvero piacevole da ascoltare. Non ci resta che brindare ancora al successo del team per averci regalato un gioco originale e che può diffondere la cultura della produzione vinicola italiana anche all’estero.

2. Aiya Games & Aaron – Cyjin: The Cyborg Ninja

Scaldate il vostro mouse, sarà l’unica arma per diventare un vero ninja e averla vinta. Cyjin: The Cyborg Ninja è un platform di precisione caratterizzato da un gameplay veloce e da un’azione a ritmo piuttosto accelerato. È semplice da imparare, ma impegnativo da padroneggiare, rispondendo alla classica dicotomia “easy to learn, hard to master”. Dimostra la tua abilità di vero ninja, pronti allora per questa esperienza al cardiopalma?

Durante il nostro viaggio in questo titolo scelto tra i videogiochi indie di maggio, dobbiamo affrontare molte sfide, sempre più difficili e con il solo utilizzo del mouse. Il nostro obiettivo sarà quello di evitare laser che ostruiscono il percorso o frecce mortali. Il nostro nemico principale però sarà l’esercito di robot ostili, ispirati agli yōkai nel loro concept. Questi cercheranno di ucciderci prima ancora di aver compiuto la mossa successiva. Un gameplay per nulla facile dunque, e trovare la via d’uscita da questi pericolosi labirinti infestati dai nemici sarà un’impresa parecchio sfidante. Ci siamo messi alla prova con questo gioco in stile cyberpunk a scorrimento orizzontale 2D, dove ci vengono aperte diverse aree da esplorare: da terre desolate al mondo industriale della Automation Factory, e il futuristico Urbanscape.

Cyjin: The Cyborg Ninja
Cyjin: The Cyborg Ninja
Developer: Aiya Games
Price: 0

Un mondo davvero unico, che riprende nella grafica lo stile amarcord delle produzioni retrogaming e tanti puzzle da risolvere, per cercare di procedere il più velocemente possibile e uscirne incolumi. Sarà un’impresa così difficile da portare a termine? Non nel comparto tecnico, che è parecchio fluido e ci viene incontro nell’azione veloce e dalla risposta immediata ai comandi (per nostra fortuna). Non resta che vendicare la sconfitta per mano del suo arcinemico, lo Shōgun, e tornare nel mondo dei vivi, abbandonando il cimitero di robot dove Cyjin era stato abbandonato.

3. Codebyfire – The Colonists

Già disponibile da diverso tempo su Steam, ora The Colonists arriva anche per console. Si tratta di un rilassante gioco di costruzione di insediamenti, ispirato a classici come Anno e The Settlers, dove la nostra missione è quella di aiutare dei simpatici robot a costruire l’accampamento dei loro sogni. Ogni bot ha un lavoro da svolgere: dalla raccolta dei frutti della terra e dalla pesca al lago, al trasporto delle risorse e alla scoperta di terre lontane. Ma non fanno tutto i robot? Niente affatto: serve il nostro aiuto, cooperando con loro e raggiungere l’armonia.

The Colonists non fa altro che metterci di fronte a diversi bot, raggruppati in squadre, di cui dovremo guidarne una per aiutarli a simulare la civiltà umana. Infatti, dopo essere fuggiti dalla Terra, i coloni sono ora liberi di vagare per la galassia in cerca di una nuova casa e costruire il loro insediamento da sogno. Dovremo attraversare tre diverse epoche mentre diamo vita alle infrastrutture necessarie per la colonia costruendo sistemi di trasporto su strada, barca e treno.

The Colonists
The Colonists
Developer: Codebyfire
Price: 14,94 €

In questa nuova versione per console, vi sono alcune migliorie, tra cui nuove modalità di controllo, riprogettati e pensati per essere naturali e divertenti anche su piattaforme diverse da PC, così come una interfaccia utente ottimizzata per i controller, ridisegnata per essere più accessibile ai giocatori di tutti i tipi e adattabile alle vostre capacità e abilità. Non mancano nemmeno degli accessori nuovi, come i cappelli da robot, eleganti e pensati per rendere ancora più simpatici i nostri amici meccanici. Pronti a diventare amici di simpatici bot e colonizzare nuovi territori?

4. Homo Ludens – Blooming Business: Casino

Lo studio indie francese Homo Ludens debutta con il videogioco Blooming Business: Casino, uno strategico dove siamo chiamati a progettare, costruire e gestire il nostro casinò in questo affascinante e colorato titolo. Ispirato all’ascesa di Las Vegas negli anni ’50, esploriamo un mondo fantasy pieno di dipendenti dalle sembianze animali, carini ma tutt’altro che coccolosi! Scopriamo da vicino cosa abbiamo vissuto nella nostra prova su Nintendo Switch.

Il gioco è ambientato in un universo immaginario dove gli animali possono accumulare fortune ai tavoli da gioco, amministrare attività e addirittura controllare la criminalità. I personaggi sono animali animati che impersonano clienti, dipendenti del casinò e diversi VIP, e questi aumentano man mano che il giocatore interagisce con loro. La nascita del nostro casinò comincia proprio dalle basi, progettandone la struttura, definendo la strategia commerciale e le varie attività da portare avanti. Non mancano nemmeno i classici problemi di questo luogo, come ad esempio i clienti fastidiosi, oltre a dover tenere alto il coinvolgimento dei clienti e tanto altro ancora. Vi sembra facile? Non lo è così tanto.

Blooming Business: Casino
Blooming Business: Casino
Developer: Homo Ludens
Price: 0

Presto incappiamo in una rete di fazioni e alleanze, rendendo più ostica la gestione della nostra reputazione. Solo gestendo il casinò con successo, si imparerà a gestire i rapporti con la malavita e anche la polizia, senza rovinare l’esperienza degli altri protagonisti. Ma a quale prezzo? Lo scopriremo solo scommettendo su questo gioco, concepito anche per essere completamente personalizzabile. Possiamo infatti creare oggetti, personaggi e decorazioni personalizzate, rendendo l’esperienza ancora più variegata e interessante. Infine, il design presenta accuratezza nella resa grafica su schermo e la realizzazione di personaggi e ambientazioni in uno stile piuttosto originale e colorato, un aspetto che ci ha stuzzicato e che ci ha convinto ancora di più. Les jeux sont faits, ora tocca a voi!

5. DoubleMoose – Just Die Already

Concludiamo la nostra selezione di videogiochi indie per questo mese di maggio con un caotico sandbox ideato dai creatori di Goat Simulator. Abbiamo deciso di tentare la sorte in Just Die Already e ne siamo usciti davvero provati, dopo un’esperienza decisamente allucinante, come è proprio dello stile dei DoubleMoose. In uscita il 20 maggio su Nintendo Switch, Steam, PlayStation 4 e Xbox One, vi raccontiamo senza troppe anticipazioni com’è andata la nostra prova.

Questo nuovo titolo ci chiede di essere anziani. Sì, ci caliamo nei panni di un pensionato in un mondo dove le persone non vi sono più nemmeno figli, nemmeno la pensione. Cosa resta dunque? Tanti, fastidiosi “millennial”, talmente presi dai videogiochi che si rifiutano di lavorare e ci costringono a cavarcela da soli. Aggiungendo anche un’ulteriore perdita: il nostro posto in casa di riposo. Nonostante la nostra vita stia prendendo una brutta piega, e l’età sia abbastanza avanzata, ci tocca affrontare pericolose prove per guadagnarci da vivere e cercare di ottenere l’assistenza gratuita che meritiamo. Ma sarà… un gioco da ragazzi?

Just Die Already
Just Die Already
Developer: DoubleMoose
Price: 10,49 €

Just Die Already è un titolo dissacrante, dalla grafica imperfetta come il concept della trama di questo sandbox spudorato e a tratti splatter. Non vi è alcuna paura di dare vita a quell’attitudine che i tedeschi chiamano Schadenfreude, ossia il il piacere che si prova per le disgrazie altrui. Un gameplay coinvolgente e dal ritmo sostenuto, accompagnato da una resa artistica non sempre precisa, ma sicuramente molto colorata ci hanno accompagnato in questa avventura, tra femori rotti e altre parti del nostro corpo che non godranno di buona salute.

Arrivare interi alla fine del gioco, e dunque in casa di riposo, non sarà facile, ma i segreti che ci attendono nella nostra città metteranno da parte le nostre limitazioni dovute all’età. Un titolo consigliato per tutti coloro che sono alla ricerca di divertimento non-sense e non solo come single player, ma anche condividendo gioie e dolori (articolari) con altri 4 amici online.

Anche per questo mese di maggio, abbiamo terminato la nostra selezione di videogiochi indie. Come sempre, rimaniamo in attesa dei vostri suggerimenti per vedere i vostri titoli preferiti analizzati nella nostra rubrica!

Francesca Sirtori

Indielover, scrivo da anni della passione di una vita. A dispetto di tutti. Non fatevi ingannare dal faccino. Datemi un argomento e ne scriverò, come da un pezzo di plastilina si ottiene una creazione sempre perfezionabile. Sed non satiata.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button