fbpx
volvo analog devices

Volvo utilizzerà la tecnologia di Analog Devices
A beneficiare dell'accordo sarà il nuovo SUV Full Electric Volvo XC40 Recharge P8


Volvo e Analog Devices annunciano un importante collaborazione. Il primo SUV Full Electric del brand, il nuovo Volvo XC40 Recharge P8, potrà contare su circuiti integrati di ADI per il sistema di gestione della batteria e per l’Automotive Audio Bus. Questa soluzione consentirà al SUV di ridurre ulteriormente il peso andando, quindi, a massimizzare l’autonomia. Si tratta di un fattore determinate per la crescita dei modelli a zero emissioni e dell’intero settore della mobilità sostenibile.

Volvo sfrutta la tecnologia di Analog Devices

Il nuovo Volvo XC40 Recharge P8 è destinato a diventare un punto di riferimento importante della gamma del brand. Per gestire il comparto tecnico, il nuovo SUV Full Electric di Volvo potrà contare sulla tecnologia di Analog Devices. Il nuovo modello, infatti, utilizza circuiti integrati di ADI. Tale soluzione sarà adoperata per la gestione della batteria e per l’Automotive Audio Bus.

La collaborazione consentirà di ridurre la massa del SUV e massimizzarne l’autonomia. Complessivamente, la soluzione dell’azienda consente di ottenere un risparmio di circa 50 chilogrammi. Nello stesso tempo, l’utilizzo della tecnologia di Analog Devices permetterà al modello di contenere i costi, risultando ancora più conveniente per la clientela.

Il commento di Analog Devices

Patrick Morgan, Vice President, Automotive di Analog Devices, sottolinea: “I veicoli elettrici rappresentano il futuro dell’Automotive, e il mercato sta crescendo significativamente; entro il 2025 si prevede la produzione di 10 milioni di veicoli full electric all’anno. Tutti noi in ADI ci impegniamo a sviluppare e realizzare tecnologie all’avanguardia che porteranno l’industria Automotive verso un futuro sempre più sostenibile”.

Generico t-Shirt Volvo Logo Camion tir lkv Holland Style...
  • 165 g/m² (bianco: 160 g/m²)
  • 100% cotone
  • tubolare e pre-ristretto per un mantenimento ottimale della forma

Davide Raia