fbpx
NewsTech

Windows 11, la rinascita del Microsoft Store

La preview beta di Windows 11 è uscita da solo una settimana, ma il Microsoft Store è già più funzionale

Con l’arrivo di Windows 11, il nuovo sistema operativo di Microsoft, è stato promesso anche un nuovo Microsoft Store. Dalla preview beta uscita la settimana scorsa sembra che l’azienda di Redmond abbia mantenuto le promesse, offrendo un’app store funzionale e più utile rispetto alle versioni precedenti.

Windows 11, a una settimana dalla preview beta il Microsoft Store è già più funzionale

Windows 11 sfondi

L’app store poco funzionale che caratterizzava Windows, il Microsoft Store, sta finalmente migliorando grazie al nuovo sistema operativo. Anche se tra le novità c’è una revisione dell’interfaccia utente e alcuni miglioramenti nelle performance, il cambiamento chiave è stato consentire a più app di entrare nel negozio digitale. Solo nell’ultima settimana, alcune app popolari hanno iniziato a comparire nel Microsoft Store su Windows 11, rendendolo più utile di prima.

OBS Studio, Zoom, Canva, WinZip e Adobe Acrobat Reader sono tutti arrivati ​​nel Microsoft Store la scorsa settimana, insieme alle estensioni del browser Microsoft Edge. Queste prime aggiunte, durante il periodo beta per Windows 11, sono un inizio promettente. Ora, infatti, qualsiasi app può far parte dello store, una mossa che si allinea con Windows Package Manager Microsoft rilasciato lo scorso anno. Piano piano vedremo sempre più app apparire nello store nelle prossime settimane. Mozilla, ad esempio, ha lasciato intendere che Firefox sarà presto disponibile.

Potremmo persino vedere app store rivali nel Microsoft Store, come Steam o Epic Games. Il capo di Windows, Panos Panay, ha affermato che la società è aperta ad avere Steam o Epic Games Store nel Microsoft Store e che probabilmente funzionerebbe come un modo per collegarsi ad app e giochi disponibili altrove.

La strada, però, è ancora lunga

Sebbene queste nuove aggiunte siano utili, c’è ancora molto lavoro da fare. Il negozio digitale è pieno di app spazzatura, app false e poco raccomandabili ancora visualizzate nei risultati di ricerca. Microsoft impiegherà del tempo per ripulire questa parte del negozio, in particolare perché gli sviluppatori hanno abbandonato il Microsoft Store per così tanto tempo che molte di queste app spazzatura sono ora nella sezione delle migliori app gratuite.

Ad ogni modo, il Microsoft Store sta decisamente andando nella giusta direzione, dopo un decennio in cui è stato ampiamente ignorato. Se arriverà al punto di avere al suo interno tutte le app utili e popolari, gli utenti Windows non dovranno più cercare nel web un installer per le loro app preferite.

Source
The Verge

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button