fbpx
RecensioniRecensioni TechTech

La nostra recensione di Woojer Edge Vest: esiste davvero

Sentiamo il suono su tutto il corpo

Raccontarvi in una recensione scritta di Woojer Edge Vest non è affatto semplice, ma cercheremo di trovare le parole adatte per esprimere le sensazioni provate. Di cosa stiamo parlando? Come funziona? A cosa serve e perché dovreste acquistarla? Nella stesura di questo pezzo cercheremo di rispondere a tutte le principali domande sull’argomento che sappiamo essere molte. Anzitutto stiamo parlando di un dispositivo che ha come scopo quello di darvi un feedback aptico del suono. Cosa significa? Significa che il suo scopo è quello di farvi percepire le vibrazioni dei bassi sul corpo. Si tratta di una sensazione particolare, ma molto vicina a delle situazioni che, molti di voi, avranno già provato nella vita. Andiamo, dunque, a vedere la Woojer Edge Vest più nel dettaglio.

Contenuto della confezione:

  • Woojer Edge Vest
  • Alimentatore (+ differenti adattatori)
  • Cavo USB-C
  • Cavo Jack 3.5mm
  • Manuale
Woojer Edge Vest recensione

Woojer Edge Vest recensione: di cosa stiamo parlando?

Come accennato in apertura alla nostra recensione, oggi vi vogliamo parlare di Woojer Edge Vest. Sebbene siano in molti a credere che si trattasse di un enorme fake, in verità, il prodotto esiste davvero. Si tratta, in sostanza, di una veste realizzata in tessuto e plastica, all’interno della quale sono posti sei punti sensoriali (nel dettaglio tecnico, troviamo due trasduttori OSCI TRX52, con una risposta in frequenza di 1Hz-200Hz). Spiegato in parole molto semplici, questi punti sono in grado di riprodurre un feedback aptico del suono. Indossando il dispositivo, dunque, potrete sentire il suono direttamente sul vostro corpo.

Il funzionamento della Woojer Edge Vest è abbastanza semplice e intuitivo e non ha bisogno di troppe spiegazioni. La veste presenta una batteria propria, che si ricarica in circa 3 ore per mezzo di un cavo USB-C e mantiene la carica per circa 8 ore. Una volta carico, il dispositivo può essere collegato al PC tramite la porta USB-C posta sul lato sinistro. Nello stesso HUB è presente anche l’ingresso del jack da 3.5mm all’interno del quale andranno inserite le cuffie per la riproduzione del suono. Il tutto può funzionare anche tramite Bluetooth. Una volta fatti tutti i collegamenti, sempre tramite questa parte della Vest, possiamo regolare sia l’intensità di riproduzione dei bassi sul corpo, sia il volume nelle cuffie.

Qualche piccolo dettaglio

Prima di inoltrarci sul lato sensoriale, vogliamo raccontarvi qualche ulteriore dettaglio in merito alla Woojer Edge Vest. Anzitutto parliamo di un prodotto costruito con buoni materiali e decisamente robusto. Non si tratta di un peso piuma, tutt’altro: con i suoi 2Kg si fa sentire eccome. Una volta indossato, però, non sentire un peso insopportabile, sebbene non si tratti di un prodotto pensato per lunghe sessioni. Grazie alle varie cinghie regolabili, la veste può essere calzata sui soggetti più differenti, a partire da persone abbastanza minute, sino ad arrivare a dimensioni importanti.

Sulla spallina sinistra, all’altezza del pettorale circa, troviamo il meccanismo che ci consente di controllare l’intero prodotto. Abbiamo gli ingressi USB-C, i jack da 3.5 mm, la porta della ricarica. Lo stesso HUB presenta una serie di pulsanti per regolare e controllare le vibrazioni e il volume in uscita. Al centro dello stesso troviamo un pulsante di accensione e spegnimento che è illuminato da un LED “intelligente”: sarà verde se è carico, rosso lampeggiante quando scarico, blu in accoppiamento al Bluetooth. Su tutta la struttura sono presenti i trasduttori: due all’altezza delle scapole, due sui lati all’altezza della vita e due sulle spalline anteriori all’altezza del petto.

Woojer Edge Vest recensione indossata

Che effetto si prova con la Woojer Edge Vest?

La parte più difficile della nostra recensione di Woojer Edge Vest è cercare di trasmettervi le sensazioni che abbiamo provato. Non si tratta di qualcosa di comune e nemmeno così semplice, eppure è stato sbalorditivo. Ho provato la veste in diverse occasioni, sia durante il gioco che durante l’ascolto musicale o la riproduzione di un film. L’amplificazione sensoriale del suono è qualcosa di difficile da descrivere, ma è un’emozione pazzesca. In moltissimi momenti mi sono sentita ancora più vicina a quello che stavo provando. Credo che la sensazione migliore si possa ottenere durante la visione di un film, o in qualche gioco particolarmente narrato. Non che negli altri non si possa godere di questa sensazione, ma in quei contesti l’immersività è al massimo.

Durante l’ascolto musicale ho percepito la massima potenza della veste, ma non credo di averne assaporato al meglio il funzionamento. Calibrare l’intensità, inoltre, non è così semplice, proprio perché si tratta d qualcosa di poco comune. Aumentare troppo il livello è estenuante, ma abbassarlo troppo rende il prodotto praticamente inefficace.

suono aptico

Woojer Edge Vest recensione: ne vale la pena?

Woojer Edge Vest è un prodotto eccellente, dalle caratteristiche uniche e sorprendenti. Se dovessimo giudicare soltanto le sue caratteristiche tecniche sarebbe approvato al 100% con il massimo dei voti. Non si tratta di un oggetto indispensabile, ma a tratti riesce a cambiare il vostro livello di godimento di ogni esperienza sonora. Poter percepire il suono anche a livello fisico è qualcosa che, certamente, non è da tutti i giorni. Perché siamo titubanti allora? Per il prezzo. La veste viene venduta per circa 500€, anche se, con gli attuali sconti, riusciamo a portarcela a casa per 375€. Purtroppo, però, questo non è sicuramente un prezzo accessibile a tutti e, sebbene l’esperienza sia unica, si tratta di sicuro di un dettaglio non irrilevante.

Nel complesso possiamo definirci decisamente soddisfatti del prodotto in sé, abbiamo apprezzato molto le sue capacità, ma, forse, non è ancora il suo momento. Per ora, probabilmente, resterà un prodotto di nicchia, ma siamo sicuri che, anche con l’avanzare della tecnologia 3D, possa diventare uno strumento da non lasciarsi scappare.

Se volete acquistare la Woojer Edge Vest, potete farlo direttamente dal sito ufficiale.

Giulia Garassino

Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metal Slug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare platform, hack & slash e GDR. Il mio titolo preferito? Nier Automata. Il gioco su cui ho speso più ore? Battlefield, che domande! Eppure, una grandissima fetta del mio cuore è occupata da Fable, amore di vecchia data. Dimenticavo, ho provato così tante tastiere che, ad occhi chiusi, potrei dirvi che switch montano!

Commenti

  1. Indubbiamente i soldi spesi peggio della mia vita! Per fortuna ho preso lo strap e non mi sono fatto fregare dalle ottime recensioni (ovviamente fatte dai produttori) perché avevo pensato di prendere il Vest (ad un prezzo fuori da ogni logica). Sono un grande amante della musica Rap Underground, ma anche un grande amante dei videogiochi e l’ho trovato inutile in tutti e due i casi.
    Fa un gran rumore quando vibra e si surriscalda parecchio (che d’inverno può essere anche confortevole ma d’estate inutilizzabile). È molto scomodo perché praticamente lo puoi utilizzare solo rimanendo fermo, a passeggio ti cade sempre perché la fascia non stà stretta in più è molto pesante, quindi utilizzarlo per fare jogging è impensabile. Praticamente lo uso pochissimo in più dopo poco ha subito la batteria scarica, quindi ti ritrovi a metà passeggiata ad avere un congegno attaccato addosso che non te ne fai niente.
    Mi meraviglio di tutte le recensioni positive che ho letto prima dell’acquisto. Di sicuro è una grande truffa! Come fanno a giustificare una spesa così elevata per un congegno che praticamente vibra a caso. Oltre al prezzo esagerato se vivete in Italia dovete considerare anche €15 di sdoganamento. Se già avete il ritmo nel sangue Vi consiglio di NON acquistarlo (almeno che non lo vogliate usare come borsa dell’acqua calda o massaggiatore vibrante). L’unica nota positiva è l’amplificatore se attaccato alle cuffie ma ormai anche le cuffie a bassissimo costo hanno già un’acustica buonissima da sole, quindi inutile anche in questo caso. In più almeno che non abbiate un cellulare Samsung non si può usare bluetooth assieme a cuffie Bluetooth (occorre collegare il cavo delle cuffie al woojer se questo è già collegato Bluetooth).
    Quindi anche per ascoltare la musica in casa attraverso il cellulare tocca tenere le cuffie perché le casse dello stereo (che avrebbero un’acustica decisamente migliore) non si possono collegare anch’esse al Bluetooth.
    Praticamente mi sono ritrovato con un accessorio inutile che non uso mai.
    Se state pensando di acquistarlo Non fatelo! Voto: 1 su 100

  2. Undoubtedly the worst money spent in my life! Luckily I took the strap and I was not fooled by the excellent reviews (obviously made by the manufacturers) because I had thought about getting the Vest (at a price beyond all logic). I am a great lover of Rap Underground music, but also a great lover of video games and I found it useless in both cases.
    It makes a great noise when it vibrates and overheats a lot (which can be comfortable in winter but unusable in summer). It is very uncomfortable because you can practically use it only while standing still, while walking it always falls because the band is not tight and it is very heavy, so using it for jogging is unthinkable. Basically I use it very little more after a while it has suffered the low battery, so you find yourself halfway through the walk to have a device attached to you that you do nothing.
    I am amazed at all the positive reviews I have read before purchasing. For sure it’s a big scam! How can they justify such a high expense for a device that practically vibrates at random. In addition to the exaggerated price, if you live in Italy you must also consider € 15 for customs clearance. If you already have the rhythm in your blood I advise you NOT to buy it (unless you want to use it as a hot water bottle or vibrating massager). The only positive note is the amplifier when attached to the headphones but now even the very low-cost headphones already have very good acoustics on their own, therefore useless even in this case. In addition, unless you have a Samsung mobile phone, you cannot use bluetooth together with Bluetooth headphones (you need to connect the headphone cable to the woojer if it is already connected to Bluetooth).
    So even to listen to music at home through the mobile phone, you have to keep the headphones because the stereo speakers (which would have much better acoustics) cannot also be connected to Bluetooth.
    Basically I found myself with a useless accessory that I never use.
    If you are thinking of buying it Don’t do it! Rating: 1 out of 100

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button