fbpx
Videogiochi

Xbox Game Pass è in continua espansione: la strategia vincente di Microsoft

Il servizio del colosso di Redmond si fa sempre più ricco

Microsoft ha appena confermato che non sarà più necessario un abbonamento Xbox Live Gold per fruire del comparto online dei giochi free to play. Questa funzione era già stata anticipata qualche mese fa e ora è finalmente disponibile per tutti gli utenti tramite un aggiornamento. Questa mossa è in linea con l’economia ludica che Microsoft sta creando grazie ad Xbox Game Pass, un servizio in espansione che sta diventando sempre più ricco ed interessante.

Xbox Game Pass: una formula in espansione che funziona

Ricorderete tutti quando Microsoft ha alzato i prezzi dell’abbonamento a Xbox Live Gold qualche mese fa. L’iniziativa del colosso di Redmond non era altro che una mossa, piuttosto goffa, volta a incentivare gli utenti a passare ad Xbox Game Pass.

Viste le reazioni non proprio entusiaste della community, Microsoft è tornata velocemente sui suoi passi, cogliendo la palla al balzo per annunciare che presto non sarebbe più servito l’abbonamento Xbox Live Gold per poter giocare online con i titoli free to play che prevedono un comparto multigiocatore.

Da allora sono passati circa tre mesi e finalmente il 21 aprile Microsoft ha rotto il silenzio, confermando che i test su questa nuova funzione si sono finalmente conclusi e sarà immediatamente disponibile.  Si tratta senza dubbio di una scelta importante, che mette finalmente Xbox One e Series X|S al pari con le altre piattaforme.

Xbox game pass espansione

La casa di Redmond insomma ha dato prova di saper evolvere la sua formula, anche perché Xbox Game Pass e Live Gold rischiavano di entrare in conflitto, tramite la precedente gestione. Se da una parte la strategia della compagnia sembrava infatti puntare ad una platea di giocatori quanto più ampia possibile con il Game Pass, d’altra obbligava gli utenti a pagare il servizio Live Gold anche solo per giocare ai titoli free-to-play.

Una combinazione di fattori alquanto incoerente e che ormai appartiene al passato. Il catalogo di giochi free to play di Xbox peraltro è particolarmente nutrito, e ne potete consultare una lista completa sul blog ufficiale Xbox.

Il segreto di Game Pass

Ormai è chiaro che Xbox Game Pass vuole essere un po’ il fiore all’occhiello per Microsoft e i numeri sembrano dar ragione alla multinazionale, dato che gli utenti abbonati stano crescendo a ritmi incalzanti, soprattutto durante gli scorsi mesi.

Stando ai dati di Windows Central infatti Game Pass conta al momento la bellezza di 23 milioni di abbonati, che messi in prospettiva si traducono in 5 milioni di abbonanti in più negli ultimi tre mesi, dato che a gennaio erano “solo” 18 milioni. Una crescita che non esitiamo a definire sorprendente.

Non è difficile individuare la causa di questo boom di utenza comunque: i giochi che si possono fruire su Game Pass sono sempre di più. Soltanto l’acquisizione di ZeniMax e Bethesda ha portato sulla piattaforma 20 nuovi titoli, senza contare le 12 aggiunte di marzo, tra le quali spicca Octopath Traveler.

Xbox game pass espansione

Nel mese di aprile si è aggiunto al catalogo GTA V e non sarebbe strano sperare che arrivino altri titoli prima della fine del mese. Game Pass offre inoltre agli abbonati l’accesso a tutti i giochi esclusivi per Xbox al momento del lancio, nonché a centinaia di altri titoli.

Il successo che sta riscuotendo Xbox Game Pass sembra aver attirato le attenzione di Sony, e sono molti gli insider che parlano del lancio di un servizio volto a competere con il pass di Microsoft, tuttavia non ci sono ancora informazioni ufficiali a tal riguardo.

Xbox Wireless Controller, Bianco Robot
  • Mappatura personalizzata: Personalizza il controller modificando la mappatura dei pulsanti e collega qualsiasi...
  • Tecnologia Xbox Wireless e Bluetooth: Include la tecnologia Xbox Wireless e Bluetooth per il gaming wireless sulle...
  • Rimani sul bersaglio: Resta sul bersaglio con una presa testurizzata su grilletti e con un D-pad ibrido per input...

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button