fbpx
Asus ZenFone 7 Pro recensione copertina

Un top di gamma “strano” ed eccellente
Dopo averlo provato, ecco la nostra recensione di Asus ZenFone 7 Pro


Nonostante nel mondo della telefonia mobile Asus sia sicuramente meno nota di player come Apple, Samsung o anche Xiaomi, l’azienda in diverse occasioni è riuscita a sfornare dei dispositivi molto interessanti, se non addirittura eccellenti. È questo il caso con l’ultimo top di gamma della multinazionale taiwanese, che, con un reparto fotografico molto particolare e specifiche top, ci ha veramente colpito e conquistato. Ecco quindi la nostra recensione del nuovo ZenFone 7 Pro di Asus, un dispositivo assolutamente valido e da prendere in considerazione se siete in cerca di un telefono.

La nostra recensione di ZenFone 7 Pro

Per parlare di ZenFone 7 Pro bisogna innanzitutto parlare del suo reparto fotografico. Nella continua ambizione di avere un davanti senza bordi che non ricorra a notch o fori per ospitare la fotocamera frontale, diverse aziende si sono ingegnate negli anni con sensori a scomparsa o mini-schermi sul retro per scattare selfie con le fotocamere posteriori. Asus, però, già con ZenFone 6 aveva deciso di puntare direttamente a un sistema motorizzato in grado di portare sul davanti il reparto fotografico dorsale. Questa scelta è arrivata, ulteriormente migliorata sia in termini di prestazioni che di durabilità, anche sul nuovo modello.

Asus ZenFone 7 Pro recensione fotocamere

Oltre alla particolarità implementativa, questa scelta permette di usare tutta la qualità delle tre fotocamere posteriori anche in modalità frontale. Il sensore principale Sony IMX686 da 64 MP garantisce foto estremamente definite, mentre l’ultra-grandangolo Sony IMX363 da 12MP può essere usato sia per i paesaggi che per le foto di gruppo. Completa il quadro un teleobiettivo da 8MP, che garantisce uno zoom ottico 3x e uno zoom digitale 12x. Sia il sensore principale che il teleobiettivo sono poi dotati di stabilizzazione ottica su quattro assi, particolarmente utile soprattutto nei video.

Asus ZenFone 7 Pro recensione ultragrandangolo
Ultra-grandangolo
Asus ZenFone 7 Pro recensione grandangolo
Sensore principale (grandangolo)
Asus ZenFone 7 Pro recensione teleobiettivo
Teleobiettivo

    Oltre alla qualità, avere a disposizione le fotocamere anche in modalità frontale permette di accedere a tutte le modalità di ripresa solitamente riservate ai reparti posteriori. Abbiamo quindi la modalità Notte, la Ritratto, ma anche lo Slow Motion, i Time Lapse e i video 8K 30 fps o, più ragionevolmente, 4K 60 fps. Il software di Asus permette poi di utilizzare il meccanismo motorizzato sia per posizionare il comparto fotografico anche ad angolazioni intermedie che per la modalità Panorama automatica, ovvero capace di riprendere da sola un’immagine fino a 360°.

    Un top di gamma di tutto rispetto

    Se il reparto fotografico rende da solo questo telefono particolare e assolutamente degno di nota, non si tratta però dell’unico punto di forza del dispositivo, anzi. Sotto la scocca abbiamo innanzitutto il SoC Qualcomm Snapdragon 865 Plus 5G con GPU Adreno 650, ovvero il meglio del meglio per quanto riguarda il mondo Android. Ad affiancarlo troviamo 8 GB di RAM LPDDR5 e 256 GB di memoria interna UFS 3.1, entrambe di ultima generazione ed estremamente veloci.

    Il processore e le memorie contribuiscono, insieme allo schermo con frequenza di aggiornamento a 90 Hz, a rendere l’esperienza di utilizzo estremamente fluida, con animazioni scorrevoli e applicazioni reattive. Lo schermo merita poi un discorso a parte: da 6.67” e di tipo AMOLED, è in grado di raggiungere una luminosità elevata e si può usare tranquillamente anche sotto luce diretta. L’assenza di notch e fori rende il davanti perfettamente uniforme e continuo, anche se l’effetto ‘a tutto schermo’ è reso imperfetto dalla presenza di bordi abbastanza visibili.

    L’esperienza di utilizzo

    Una delle prime cose che si nota utilizzando questo telefono è la sua consistenza: le sue dimensioni (165x77x9.6 mm) e il suo peso (poco più di 235g, circa 260 con la cover) lo rendono sicuramente un dispositivo che si fa sentire in mano. Una buona parte del peso è comunque funzionale, in quanto attribuibile alla batteria da 5000 mAh. Questa elevata capacità garantisce un’ottima autonomia (quasi due interi giorni), anche senza particolari attenzioni nell’utilizzo. Grazie al supporto degli standard Quick Charge 4.0 e PD Charging e all’inclusione nella confezione di un caricatore da 30W, la ricarica è poi estremamente rapida (50% in meno di mezz’ora).

    Lo sblocco del dispositivo è quasi immediato, grazie al sensore d’impronte integrato nel pulsante di accensione, posizionato lateralmente. Questo sistema, per quanto più “datato” dei popolari sensori posizionati sotto lo schermo, batte questi ultimi in termini di velocità e di accuratezza e, soprattutto in questi tempi di mascherine, è molto più pratico dello sblocco facciale. Quest’ultimo è comunque in teoria comunque presente, ma è talmente lento da non essere assolutamente conveniente, visto che richiede di toccare lo schermo e di aspettare la rotazione delle fotocamere.

    Lo schermo grande, di alta qualità e senza interruzioni, contribuisce, insieme al sistema audio stereo di qualità accettabile, a un’esperienza multimediale estremamente godevole. L’uscita audio è però comunque asimmetrica, con la maggior parte dell’audio proveniente dallo speaker sul fondo del dispositivo piuttosto che dalla capsula auricolare. Rimane quindi necessario prestare attenzione all’impugnatura del telefono se non si vuole limitare il volume di uscita.

    Un prezzo interessante

    L’ultima caratteristica da prendere in considerazione è il prezzo di listino: per 799€, ZenFone 7 Pro si pone infatti come uno dei dispositivi più completi a questa fascia di prezzo, con veramente pochi rivali.

    Tirando le somme, questo smartphone è sicuramente da tenere in considerazione se siete in cerca di un top di gamma con specifiche all’avanguardia a un prezzo onesto. I pochi difetti, come l’accumulo di polvere nel reparto motorizzato e la mancanza di protezione certificata da acqua e polvere, lo rendono forse poco adatto a persone in cerca di un dispositivo da portare “off the road”, come ad esempio in campeggio o in spagna. Sono però bilanciati dalla presenza di caratteristiche solide e ‘a prova di futuro’, come la connettività 5G e WiFi 6, che vi permetteranno di utilizzarlo senza problemi per diversi anni a venire.

    Asus ZenFone 7 Pro

    Pro Pros Icon
    • Specifiche e performance top
    • Schermo bello, luminoso e da 90Hz
    • Sistema fotografico versatile e completo
    • Batteria di lunga durata e con ricarica veloce
    • Prezzo competitivo
    Contro Cons Icon
    • Manca la resistenza ad acqua e polvere
    • Manca la ricarica wireless
    • Il comparto motorizzato raccoglie polvere
    • Audio buono ma non ottimo, soprattutto ad alto volume

    Maggiori informazioni su caratteristiche e disponibilità presenti sulla pagina prodotto ufficiale di Asus.

    Offerta
    Asus - Zenfone 7 PRO ZS671KS noir 256 Go, 8Go de RAM
    • Schermo: 6,67 pollici.
    • Processore: Qualcomm Snapdragon 865+.
    • Fotocamera principale: 64 MP + 12 MP + 8 MP.

    Giovanni Natalini

    Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione e alla divulgazione. Estremamente curioso e interessato a quasi tutto: scienza, tecnologia, società, ma anche fumetti, podcast, internet culture e videogiochi.
                       










     
    Sì, iscrivimi alla newsletter!
    close-link