fbpx
NewsTech

Zoom supporta ufficialmente i Mac con processore Apple M1

L'applicazione per le videochiamate si aggiorna giusto in tempo per le videochiamate di Natale

Zoom supporta ufficialmente i nuovi Mac con processore Apple M1, annunciati il mese scorso. L’aggiornamento per MacOS arriva giusto in tempo per le vacanze estive, quando in molti videochiamano parenti e amici per scambiarsi gli auguri. A maggior ragione visto il recente annuncio di Zoom, che intende offrire il proprio servizio gratuitamente per tutte le feste.

Zoom su Mac con Apple M1

La novità arriva in tempo per le feste, nonostante la versione precedente funzionasse piuttosto bene con in nuovi processore Apple M1. Un utente di MacRumors riporta che la percentuale della batteria cala solo del 10-13% dopo un’ora intera di videochiamata. Un’applicazione nativa con l’architettura ARM potrebbe però migliorare questo risultato ma soprattutto permettere prestazioni migliori usando Zoom con altre app. Una situazione che sotto le feste forse non si sperimenta ma che potrebbe migliorare la produttività sul lavoro.

zoom-gratis-tech-princess

Oltre che supportare i nuovi processori, l’aggiornamento odierno di Zoom permette di mandare messaggi dal Mac alle versioni per smartphone (usando una licenza Zoom Phone Pro) e rende più semplice aggiungere contatti cloud. Novità di minor rilievo rispetto al supporto ai processori Apple Silicon.

Nelle ultime settimane sono aumentate di molto le applicazioni che hanno deciso di supporto nativamente la nuova architettura ARM dei processori Apple. Da Lightroom di Adobe per modificare le immagini fino al pacchetto Office di Windows. Fino a quando questa architettura era rimasta relegata solo a PC meno potenti c’era poca necessità di aggiornare i programmi. L’arrivo di Surface Pro X prima e soprattutto dei Mac poi ha incentivato molte aziende a rimediare.

L’arrivo di Zoom su Mac con Apple M1 rende i nuovi prodotti della Mela ancora più interessanti, soprattutto per chi lavora. Ma siamo certi che non ci fosse bisogno di questa notizia perché i nuovi MacBook Pro finissero sotto molti alberi di Natale.

Offerta
2020 Apple MacBook Air con Chip Apple M1 (13", 8GB RAM,...
  • Chip M1 progettato da Apple, per un nuovo livello di performance della CPU, della GPU e del machine learning
  • Autonomia senza precedenti, con una batteria che dura fino a 18 ore
  • CPU 8‐core fino a 3,5 volte più rapida, per gestire i progetti a velocità mai viste

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button