fbpx
CulturaPerché guardarlaRubricheSpettacoli

30 Rock, dietro le quinte della TV – Perché guardarla?

Alziamo il sipario e prepariamoci a ridere

Di prodotti che negli anni hanno raccontato aspetti originali del mondo dello spettacolo ce ne sono a bizzeffe. Hollywood in particolare adora riflettere su sé stessa e così i set sono spesso diventati luoghi dove costruire storie appassionanti entrate nella leggenda. Questo vale anche per l’ambito televisivo e in questo campo, non c’è prodotto più importante di 30 Rock, creato da una vera e propria colonna portante del settore. Andiamo alla scoperta di questo show, mai troppo celebrato (e mai davvero ‘esploso’ nel nostro Paese).

Di cosa parla 30 Rock?

30 Rock è un’espressione gergale per indicare l’indirizzo 30 Rockefeller Plaza, indirizzo newyorkese dove hanno sede gli studi televisivi di NBC, una delle principali reti americane. In questo grande palazzo, uno dei simboli riconoscibili della città, si realizza The Girlie Show, programma comico trasmesso in diretta con protagonista Jenna Maroney. A guidare il team di sceneggiatori (bizzarro come ci si può aspettare) è l’autrice e produttrice Liz Lemon.

Tuttavia qualcosa sta cambiando. È arrivato un nuovo responsabile della programmazione: Jack Donaghy, businessman concentrato solo sulla carriera e sui risultati. Proprio lui imporrà al The Girlie Show di aggiungere al suo cast la nuova star Tracy Jordan, noto per il suo comportamento eccentrico. Sarà il primo passo nel tormentato rapporto tra Liz e Jack, conflittuale ma al contempo profondo.

A partire da questa premessa si sviluppano innumerevoli storie, che spaziano dalla vita sul set con tutte le difficoltà di mettere in scena uno spettacolo in diretta TV alle vicende private di Liz e degli altri personaggi che si legano in qualche modo al The Girlie Show. Il tutto raccontando attraverso il filtro della risata, tanti dietro le quinte del mondo dello show business. Una formula che come abbiamo detto, funziona molto bene e qui trova una delle sue massime espressioni.

Merita particolari celebrazioni la costruzione del rapporto tra Liz e Jack. Si tratta di una dinamica affascinante, che evita il cliché romantico, creando al contrario una delle amicizie più elaborate della storia della televisione, soprattutto per quanto riguarda i duo uomo-donna. Ciascuno di loro contribuisce a migliorare la vita dell’altro, aiutandolo a crescere e diventare una persona migliore. Merito naturalmente non solo della scrittura dei due personaggi, ma anche delle interpretazioni iconiche di Tina Fey e Alec Baldwin.

Uno dei più grandi team-up della storia

30 rock perche guardarla

Che poi, a conti fatti, non ci deve stupire il livello di qualità che raggiunge 30 Rock, guardando ai nomi coinvolti. Le radici di questa serie sono infatti nel Saturday Night Live, uno dei più longevi e influenti programmi comici della TV d’oltreoceano. Lo stesso The Girlie Show ne è una versione alternativa non troppo camuffata e Tina Fey, proprio come Liz Lemon, ne è stata capo sceneggiatrice, oltre che uno dei suoi volti più celebri.

Nel corso delle stagioni poi, sempre più autori e interpreti fondamentali per la comicità americana, più o meno legati al SNL, sono passati da 30 Rock. Una vera e propria carrellata di star, che contribuiscono al successo dello show, a cui si aggiungono nuovi futuri talenti destinati a influenzare l’intrattenimento americano. Uno su tutti? Donald Glover, che proprio nella writer’s room di 30 Rock ha mosso i suoi primi passi professionali.

Questo rende la serie uno dei prodotti comici meglio scritti della televisione americana, nonché una delle comedy più influenti di sempre. Se già la riflessione sullo show business USA può incuriosire e rendere questo progetto valido, il vero “Perché guardarla?” di 30 Rock è che fa ridere. Ma davvero tanto, di gusto e in maniera qualitativamente eccezionale. Ci sono singoli momenti (se non battute) dello show che restano memorabili ed esilaranti.

Vale poi la pena di citare anche la capacità che questa serie TV ha di sperimentare, testando strade raramente esplorate. In questo senso spicca l’episodio (anzi, i due episodi) trasmesso in diretta, riconnettendosi alle radici dello show e al contempo proponendo qualcosa di davvero nuovo. Un vero esperimento, assolutamente riuscito, che ha richiesto la collaborazione dei nomi più grandi della comicità televisiva americana, ricco di umorismo meta. Qualcosa che solo Tina Fey e il suo team avrebbero potuto realizzare così bene.

Venite a fare un tour del 30 Rock!

30 rock perche guardarla

Questa serie è davvero un must imprescindibile per chiunque ami la televisione americana e soprattutto la comicità. È anche grazie a 30 Rock se è nato tutto quel grande filone di progetti che ha caratterizzato la risata oltreoceano. Da The Office a Parks & Recreation e Community (senza contare tutti i progetti successivi di Tina Fey naturalmente), sono tantissimi gli show che hanno un debito verso Liz Lemon e Jack Donaghy. Se avete amato anche solo una di queste comedy, è tempo che facciate una chiamata a Kenneth per fare un giro dalle parti del 30 Rock. Vedrete che non ve ne pentirete.

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button