fbpx
NewsTech

Apple vuole conoscere le fonti del leaker cinese

L'azienda di Cupertino minaccia azioni legali contro il leaker che continua a "spoilerare" i prodotti Apple

Spesso ci capita di riportare in anticipo notizie riguardo ai prodotti Apple, svelate da qualche leaker cinese che cita fonti interne all’azienda. In Cina infatti si producono gli iPhone ed è più facile gettare gli occhi su un prototipo. Ma questi “leaks” contengono informazioni riservate svelate da qualche dipendente in violazione degli NDA. E Cupertino sta prendendo sempre più misure per fermarli, fra cui dei provvedimenti legali.

Apple vuole scoprire le fonti del leaker cinese

La produzione di iPhone in Cina funziona alla grande, permettendo ad Apple di essere l’azienda più ricca della storia. Ma i dipendenti sembra violare un po’ troppo spesso gli accordi di segretezza, svelando dettagli su iPhone, iPad e Mac in anteprima.

Oltre a mettere in piedi protocolli per monitorare i leaks, Apple sta prendendo misure legale. Secondo quando riporta un utente sul social Weibo, Apple China ha coinvolto i propri rappresentati, Fangda Partners. Che hanno inviato una lettera che invita i leaker a desistere dal condividere informazioni sui prototipi di iPhone. Inoltre, l’azienda ha dato 14 giorni al leaker per rivelare le proprie fonti, prima di continuare con i procedimenti legali.

iPhone 13 Pro nuove colorazioni
Photo Credits: Apple Tomorrow

“Avete divulgato senza autorizzazione una grande quantità di informazioni relative a prodotti di Apple non rilasciati. Questo comporta una violazione deliberata del diritto di riservatezza commerciale di Apple. Attraverso le investigazioni, Apple ha ottenuto importanti prove riguardo la vostra divulgazione non autorizzata di prodotti non rilasciati di Apple. La vostra violazione si manifesta specificamente in: pubblicare informazioni riservate sui nuovi prodotti di Apple attraverso le piattaforme social. Questo include, ma non è limitato, al design e alle performance di questi nuovi prodotti”.

Per adesso non si capisce quali siano le reali intenzioni di Apple. Potrebbe esserci la volontà di arrivare davvero in tribunale. Oppure potrebbe essere una tattica per far desistere i leak. Che sono sempre più frequenti, visto che ormai conosciamo tantissimi dettagli riguardo iPhone 13, dallo schermo OLED a 120Hz fino al design simile al 12. Ma se gli avvocati cinesi avessero successo, forse di iPhone 14 potremmo conoscere molto meno.

OffertaBestseller No. 1
Apple iPhone 12 (128GB) - Azzurro
  • Display Super Retina XDR da 6,1"
  • Ceramic Shield, più duro di qualsiasi vetro per smartphone
  • 5G per download velocissimi e streaming ad alta qualità
Source
Gizchina

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button