fbpx

Safari protegge la tua privacy
Con un nuovo aggiornamento, tutti i cookie di terze parti verranno bloccati di default


Con l’ultimo aggiornamento di Safari per iOS, iPadOS e macOS, Apple blocca tutti i cookie di terze parti  come impostazione predefinita. Un bel passo avanti per la nostra privacy nel web.

Safari ci protegge meglio di altri browser

“È il primo tra i browser tradizionali a farlo”, ha dichiarato John Wilander del team WebKit. La mossa dovrebbe rendere la vita più difficile sia agli inserzionisti che agli aggressori. Dovrebbe anche impedire ai siti di memorizzare informazioni riguardo le impronte digitali per l’accesso. Inoltre contrasta gli attacchi di contraffazione delle richieste tra siti,  impedendo l’uso di domini di terze parti per identificare gli utenti.

Ciò garantisce all’utente che, visitando un sito, la sua attività non venga monitorata o registrata da soggetti terzi, una pratica oggi piuttosto comune ed utilizzata per raccogliere informazioni da utilizzare a fini di marketing o advertising.

Apple non sarà la sola, anche altre compagnie hanno in previsione questa mossa in futuro. Firefox di Mozilla fa qualcosa di molto simile con Enhanced Tracking Protection, Google intende raggiungere lo stesso obiettivo per Chrome entro il 2022. Il team di WebKit prevede inoltre di comunicare i risultati di questa modifica al World Wide Web Consortium per fornire assistenza agli altri sviluppatori di browser. 


Livio Marino

author-publish-post-icon
Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link