fbpx
FeaturedNewsTech

Apple VR, il primo visore di realtà virtuale con schermi in 8K

Secondo The Information, il primo visore VR di Apple, in uscita nel 2022, sarà estremamente costoso

Sono anni che si parla di visori e dispositivi di realtà aumentata e virtuale che Apple sarebbe in procinto di realizzare, anni di indiscrezioni e fonti poco attendibili che ne decretavano la produzione. Questo anche perché molte aziende del settore si stanno facendo largo all’interno del mondo della realtà virtuale, e la casa di Cupertino è celebre per introdursi all’interno dei settori tecnologici imponendosi con una tecnologia all’avanguardia e in linea con il proprio marchio di fabbrica.

In questi giorni The Information, la cui voce è in genere consistente e attendibile, ha diffuso una notizia che parla di due prodotti a cui Apple sta lavorando: un visore di realtà virtuale con schermi in 8K e degli occhiali intelligenti. Questa notizia rende ancor più concreto e reale un articolo precedente pubblicato da Bloomberg in cui si afferma che Apple si starebbe preparando a lanciare un visore per realtà virtuale già nel prossimo anno e che “essendo un dispositivo di realtà virtuale, mostrerà un ambiente digitale tridimensionale onnicomprensivo per giocare, guardare video e comunicare”. Un dispositivo che, secondo quanto affermato, sarà più costoso di quelli dei rivali del settore.

Apple VR, il primo visore di realtà virtuale con schermi in 8K

Apple VR

Stando a quanto raccolto dal magazine americano, il primo visore VR di Apple è fornito di una dozzina di fotocamere, doppio display 8K, tecnologia di tracciamento occhi, tracciamento delle mani – per captare la realtà – materiale a rete leggera che blocca la luce esterna, audio spaziale integrato. I prototipi e le immagini del dispositivo mostrano una forma simile a una visiera curva che aderisce al volto; in questo senso The Information ha creato un rendering concettuale basato sulle immagini dei prototipi Apple.

L’inclusione di due display 8K renderebbe la qualità dell’immagine molto superiore a quella di altri visori e persino della maggior parte dei televisori di fascia alta, che costano migliaia di euro, con una risoluzione di 8K. Apple ha lavorato per anni su una tecnologia che utilizza l’eye tracking, tecnologia di tracciamento oculare che potrebbe offrire una risoluzione ben oltre gli attuali VR presenti sul mercato: il dispositivo utilizzerà la tecnologia di tracciamento oculare per determinare dove stanno guardando gli utenti e quindi mostrare una risoluzione inferiore verso le aree periferiche, e per migliorare le prestazioni (una tecnica nel mondo VR nota come rendering foveated).

Apple VR disponibile nel 2022

Apple VR

I chip, come precedentemente riportato da Bloomberg, dovrebbero essere Apple Silicon sviluppati internamente che potrebbero essere più potenti dell’attuale chip M1 di Apple. Il dispositivo dispone anche di un sensore lidar, che Apple ha incluso in alcuni recenti modelli di iPhone e iPad, che scansiona lo spazio davanti al sensore per generare rapidamente una mappa 3D. Gli occhiali AR, nome in codice N421, sono in fase di sviluppo, il che significa che Apple sta ancora lavorando sulla sua tecnologia e anche che i piani dell’azienda potrebbero cambiare prima del lancio.

Secondo The Information, il primo visore VR di Apple sarà estremamente costoso: il visore di Apple potrebbe avere un prezzo di circa 3000 dollari, una cifra molto più alta rispetto ai dispositivi rivali del settore, che potrebbe indicare che gli utenti avrebbero accesso a una tecnologia avanzata volta a rendere la realtà virtuale il più coinvolgente possibile. Invece l’uscita, secondo le indiscrezioni, potrebbe già essere vicina: l’azienda spera di lanciare il visore nel 2022 e gli occhiali intelligenti entro il 2023.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button