NewsVideogiochi

Assassin’s Creed Odyssey: un nuovo trailer mostra l’impatto delle scelte

Ubisoft ha rilasciato un nuovo trailer che evidenzia l'ampia gamma di possibilità narrative al servizio del giocatore

Dopo i trailer mostrati nel corso della Gamescom, Assassin’s Creed Odyssey torna a mostrarsi per la gioia di tutti i suoi fan. Questa volta tocca a The Power of Choice, Il Potere della Scelta, trailer con il quale Ubisoft mette in mostra la vasta gamma di possibilità e scelte che il giocatore potrà sfruttare.

Il gioco sarà un actionRPG ambientato nell’antica Grecia, nel quale sarà possibile impersonare uno tra i due guerrieri spartani Alexios o Kassandra. I due, ciascuno con un diverso background, sono pronipoti del re Leonida I.

Le decisioni che i giocatori potranno intraprendere partiranno dunque dalla scelta del sesso del proprio personaggio, ma ovviamente non si fermano qui. Per la prima volta ci si potrà schierare più o meno apertamente dalla parte dei “buoni” o dei “cattivi”, uccidendo, se lo si desidera, civili e innocenti. Altrettanto, tra le maggiori novità vi è l’opportunità di dare il via a delle relazioni amorose con altri personaggi.
I vari dialoghi di gioco apriranno nuove possibilità, e il giocatore avrà a disposizione diverse risposte che influenzeranno ulteriormente l’intera storia.
Va inoltre tenuto conto del fatto che in Assassin’s Creed Odyssey ci troviamo di fronte ad un titolo open world: ciò significa ulteriore libertà per quanto riguarda il modo in cui si sceglie di avanzare nella trama.

Chiaramente, al di là di queste opportunità più strettamente narrative, sarà possibile personalizzare il proprio personaggio dotandolo di abilità ed equipaggiamenti differenti.

Vi ricordiamo che sarà possibile acquistare Assassin’s Creed Odyssey a partire dal 5 ottobre. Il titolo sarà disponibile su su Xbox One, PlayStation 4 e PC.

Via
Mondofox
Tags

Francesca Menta

Nella vita legge fumetti, guarda cartoni e fa altre cose noiose e banali che non vale la pena menzionare. Allenatrice di Pokémon dal 1999. A quanto pare adesso recensisce anche videogiochi, coronando il sogno di una vita: poter gridare con fare oltraggiato "Lo sto facendo per LAVORO" ogni qualvolta viene trovata di fronte ad una console.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker