fbpx
Australia gilmour Space

Entro il 2022 avremo dei razzi ‘Made in Australia’
Anche l'Australia punta all'autonomia aerospaziale


Molto presto, addirittura nel 2022, la ‘terra dei canguri’ potrebbe diventare autonoma per quanto riguarda il lancio di razzi nello spazio. L’Australia starebbe infatti lavorando con un’università e l’azienda Gilmour Space ad una ‘nuova generazione’ di vettori ibridi costruiti interamente nel paese.

Entro il 2022 vedremo i razzi dell’Australia e Gilmour Space

L’università in questione è quella di Queensland, e sta lavorando con l’azienda Gilmour Space alla progettazione dei nuovi veicoli. Tutte le componenti saranno, nell’idea del team, fabbricate in Australia, assicurando quindi un’autonomia nel paese in campo aerospaziale. Una volta completati, saranno in grado di portare satelliti nella bassa orbita terrestre. Sono quindi per ora esclusi per ora i satelliti ad orbite alte, come quelli geostazionari, o per lo spazio profondo, come le sonde scientifiche per altri pianeti.

L’Australia è solo l’ultima di una serie di nazioni in cerca di un’indipendenza aerospaziale. Fino a questo momento, infatti, il settore è stato dominato dalle superpotenze (USA, CinaRussia) o dalle agenzie internazionali (come ESA). Ora, però, aziende private come SpaceXRocket Lab e paesi come l’IndiaIsraele si stanno muovendo, con soluzioni competitiveinnovative. Chissà che quindi la mossa dell’Australia non si traduca in un ulteriore passo verso un accesso più decentralizzato allo spazio.

OffertaBestseller No. 1
OffertaBestseller No. 2

Giovanni Natalini

Ingegnere Elettronico prestato a tempo indeterminato alla comunicazione e alla divulgazione. Estremamente curioso e interessato a quasi tutto: scienza, tecnologia, società, ma anche fumetti, podcast, internet culture e videogiochi.