!function(f,b,e,v,n,t,s){if(f.fbq)return;n=f.fbq=function(){n.callMethod? n.callMethod.apply(n,arguments):n.queue.push(arguments)};if(!f._fbq)f._fbq=n; n.push=n;n.loaded=!0;n.version='2.0';n.queue=[];t=b.createElement(e);t.async=!0; t.src=v;s=b.getElementsByTagName(e)[0];s.parentNode.insertBefore(t,s)}(window, document,'script','https://connect.facebook.net/en_US/fbevents.js');
Banking Digitale

Banking Digitale: la fiducia degli italiani aumenta secondo HYPE


Banking Digitale

La soluzione digitale per una gestione semplice ed efficiente del denaro HYPE ha voluto chiedere ad un campione di 900 mila utenti come fosse il loro rapporto con le soluzioni di banking digitale.

I vantaggi del Banking Digitale

La banca tradizionale continua ad essere un punto di riferimento per gli utenti, eppure un sondaggio svolto dalla soluzione digitale per la gestione del denaro HYPE ha rivelato come molti italiani scelgano di affiancare, ad un conto altrettanto tradizionale, una sua copia digitale.

Stando ai dati il campione intervistato, davanti alla domanda sul perché scegliere un conto digitale, si sarebbe diviso in quattro macro aree.

La prima, rappresentata da un buon 31,5%, apprezzerebbe la possibilità di “tenere tutto sotto controllo” attraverso lo smartphone, seguita dal 21,2% che trova comodo il non doversi recare in filiale, il 31,3% mosso dalla convenienza economica della proposta HYPE e, infine, dal 16,1% che ritiene di godere di “servizi migliori” dalla challenger bank.

Parlando più nel dettaglio proprio di HYPE, a fare la differenza sarebbero alcune funzionalità proposte proprio da questa soluzione di gestione, tra cui i servizi di pagamento, la funzione Obbiettivi e la presenza dei servizi di rendicontazione.

La fiducia aumenta

A svolgere un ruolo fondamentale nella scelta di usufruire del Banking Digitale sono anche due fattori riguardanti, in primis, proprio l’utente: la customer experience e la fiducia nei confronti delle soluzioni digitali.

HYPE, tramite il proprio sondaggio, ha infatti chiesto al campione se si sentisse sicuro ad affidare i propri investimenti a una realtà bancaria senza sedi fisiche.

[amazon_link asins=’883869544X,6200260109,1514255715′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’cb074e7e-408b-45bc-9946-ef4f5186e0b3′]

Questo scenario porterebbe ben il 63,4% ad affidare i propri investimenti a una realtà digital only, sebbene per una “somma contenuta”, seguito da un 15,6% che affiderebbe la maggior parte e da un 5,6% che si approccerebbe a questa realtà per tutti i propri fondi.

Il futuro di HYPE

HYPE ha approfittato della ricerca per chiedere ai propri utenti quale fosse il servizio più desiderato per una futura implementazione sulla piattaforma.

Più richiesta per le soluzioni di Banking Digitale stando alle cifre sarebbe il cashback immediato su acquisti effettuati online o in negozio (32,9%), affiancato dalla possibilità di acquisto o cambio di valuta estera (17,3%).

Il 15,9% degli utenti si aspetterebbe invece da HYPE l’arrivo della possibilità di gestire investimenti, seguito dal 10,6% che vorrebbe la possibilità di stipulare attraverso l’app delle assicurazioni istantanee.


Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link