fbpx
AutoElettricoMotoriNews

eDrive Zones di BMW: attiva in Italia per la prima volta, ecco dove

Grazie alla tecnologia di geo-fencing GPS in determinate città designate, BMW attiva le eDrive Zone. Questo prevede il passaggio in elettrico dei modelli di auto ibride plug-in nelle città di Roma, Milano e Torino.

Le auto ibride passeranno in elettrico superando i varchi

In un momento storico di forte discussione sul mercato della mobilità elettrica, BMW attiva le eDrive Zones a Roma, Milano e Torino. Queste non sono altro che zone in cui le auto ibride possono circolare solo in elettrico. I varchi, grazie alla tecnologia geo-fencing GPS, permettono così il passaggio automatico all’elettrico da parte delle ibride plug-in BMW. Si tratta della prima volta in Italia che questo sistema viene attivato, e rappresenta un grande passo in avanti per l’ecologia delle città. Da non dimenticare che Roma, Milano e Torino, le città interessate, sono tra le più trafficate d’Italia.

Autonomia in elettrico fino a 80 km

I modelli ibridi plug-in BMW sono caratterizzati da un’autonomia elettrica fino a 80km. Le vetture sono pensate per gli spostamenti cittadini, con l’obiettivo di garantire tutti gli spostamenti quotidiani utilizzando pura energia. Il nuovo servizio digitale permette il passaggio automatico alla guida puramente elettrica. Questo avviene quando l’automobile attraversa specifiche zone della città, garantendo basse emissioni e maggiore sostenibilità. Il piano aziendale è chiaro: utilizzare la combustione solo per coprire le lunghe distanze.

“L’introduzione delle BMW eDrive Zones in Italia – ha dichiarato Massimiliano di Silvestre, Presidente e Amministratore Delegato di BMW Italia – rappresenta un altro importante tassello del nostro approccio olistico alla sostenibilità. Oggi infatti è fondamentale adottare un approccio circolare al tema, implementando una strategia che sia attenta a tutti gli aspetti: la scelta di energia pulita, una produzione efficiente, un utilizzo responsabile delle risorse, prodotti all’avanguardia, recycling. In questo senso una tecnologia come BMW eDrive Zones è un esempio lampante di come si possano implementare già oggi misure capaci di contenere le emissioni soprattutto quando si viaggia nei centri urbani e nelle aree a circolazione limitata. Siamo orgogliosi di lanciare oggi il servizio in Italia e aggiungere Roma, Milano e Torino alle città europee che l’hanno già attivato nei mesi scorsi. Nelle prossime settimane lo estenderemo anche ad altre città italiane”.

Le auto ibride BMW che supportano il servizio eDrive Zones

Il servizio BMW eDrive Zones è disponibile in dotazione standard sui modelli ibridi plug-in BMW con il Sistema Operativo BMW ID 7. Le zone in questione sono evidenziate graficamente sullo schermo di navigazione del Control Display del veicolo. Questa funzione è abilitata sui veicoli già in circolazione a partire da oggi e è allineata con le normative attualmente vigenti nelle rispettive città.

Il servizio BMW eDrive Zones è disponibile in dotazione standard sui modelli ibridi plug-in della BMW Serie 3, BMW Serie 5, BMW Serie 7, BMW X3 e BMW X5 ed è compatibile con il lancio dei modelli futuri. BMW eDrive Zones è disponibile anche tramite un aggiornamento software gratuito da remoto (over-the-air) per i veicoli ibridi plug-in BMW compatibili. Questo significa che anche i clienti che già posseggono un veicolo possono beneficiare di questa tecnologia effettuando un semplice aggiornamento.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button