fbpx
MotoriNews

BMW i8: dal sogno al simbolo

Sei anni dopo il suo lancio sul mercato, la BMW i8 termina il suo ciclo di vita del prodotto. BMW i8 Coupé e BMW i8 Roadster, il primo modello ibrido plug-in di Bmw, entrano nella storia dell’azienda come l’auto sportiva di maggior successo al mondo con azionamento elettrificato. Ma come diventa un’auto dei sogni in un’auto simbolo di una categoria innovativa di automobili? Ripercorriamo le tappe di questa quattro ruote incredibile.

Come nasce un’auto da sogno

 La BMW i8 ha iniziato la sua storia di successo in tutto il mondo come una simbiosi unica di design futuristico e tecnologia pioneristica. La BMW i8 è stata presentata in anteprima mondiale al salone IAA nel 2013 insieme alla BMW i3. Il doppio debutto è stato il segnale di partenza per l’implementazione di una strategia di elettrificazione completa, con la quale il BMW Group ha impostato la rotta precoce e coerente per un modello orientato al piacere di guida sostenibile. Oggi l’azienda è uno dei principali fornitori mondiali di veicoli con sistemi di trasmissione elettrificati.

Oltre alla BMW i3 puramente elettrica, oggi i modelli ibridi plug-in sono disponibili in tutti i segmenti rilevanti, dalla classe compatta e media, ai modelli BMW X, alle auto sportive e alle berline di lusso. Il BMW Group prevede di espandere la propria gamma per includere 25 modelli elettrificati entro il 2023, di cui oltre la metà funzionerà esclusivamente con energia elettrica.

Il primo modello ibrido plug-in del BMW Group ha spianato la strada al piacere di guida tanto dinamico quanto sostenibile. Ha gettato le basi per l’ampia gamma di modelli ibridi plug-in del BMW Group. Allo stesso tempo, la BMW i8 è diventata l’automobile sportiva di maggior successo al mondo con un sistema di guida elettrificato. Con oltre 20.000 unità vendute dal 2014, ha realizzato vendite superiori rispetto a tutti i concorrenti nel suo segmento messi insieme.

Leader dell’innovazione

Fin dall’inizio, la funzione pionieristica della BMW i8 si è estesa ben oltre la creazione della tecnologia BMW eDrive in un’auto sportiva iconica.

Il carattere progressivo della BMW i8 è stato evidente a prima vista nel design espressivo ma aerodinamicamente ottimizzato del suo esterno. Le sue dinamiche proporzioni di auto sportive e le porte a forma di ala di gabbiano che si aprono sul davanti, attirano ancora oggi l’attenzione. 

La selezione di materiali per l’interno e nella produzione della BMW i8 è stata fortemente focalizzata sulla sostenibilità. La pelle utilizzata per le superfici dei sedili e del cruscotto è conciata con un estratto di foglie di olivo. Il materiale di partenza per i materiali tessili è un granulato di poliestere, che proviene da PET riciclato, tra le altre cose. Inoltre, l’elettricità necessaria per la produzione della BMW i8 Coupé e della BMW i8 Roadster nello stabilimento BMW di Lipsia, proviene da quattro turbine eoliche nei locali dello stabilimento.

Al suo lancio sul mercato, la BMW i8 è stata la prima vettura prodotta in serie al mondo ad essere dotata di innovativi fari laser. Dopo la sua prima mondiale nella BMW i8, la luce laser BMW è stata introdotta anche in altri modelli. La luce laser BMW offre un’illuminazione particolarmente intensa della strada e un notevole aumento della gamma degli abbaglianti. Allo stesso tempo, il consumo di energia viene nuovamente ridotto in modo significativo, anche rispetto ai fari a LED già particolarmente efficienti.

bmw i8 auto simbolo sogno

Nel campo della tecnologia di trasmissione, il capostipite di tutti i modelli ibridi plug-in del BMW Group è stato anche il pioniere di una nuova generazione di motori a combustione. Un nuovo motore a benzina a 3 cilindri con tecnologia BMW TwinPower Turbo è stato utilizzato per la prima volta nella BMW i8. Il motore da 1,5 litri era caratterizzato sia da un design particolarmente compatto che da una potenza specifica eccezionalmente elevata. Con una cilindrata di 113 kW / 154 CV per litro, è stato raggiunto un nuovo record per i modelli della serie BMW.

Un vero vincitore fin dall’inizio

Indipendentemente dal fatto che attiri l’attenzione per la strada o che vadano seriamente nelle valutazioni della giuria e nei sondaggi tra i lettori: la BMW i8 impressiona più volte gli appassionati di auto sportive e gli esperti.

Nella sua storia, ha guadagnato numerosi premi per concept, design, tecnologia, sostenibilità e piacere di guida. Cinque volte di fila tra il 2015 e il 2019, la sua unità ibrida plug-in ha vinto almeno un titolo al “Engine of the Year Award”, famoso in tutto il mondo. Inoltre, il concetto di veicolo e la tecnologia della BMW i8 sono stati premiati con il “Auto Trophy” e il “Green Mobility Trophy” della rivista automobilistica “Auto Zeitung”, il “International Paul Pietsch Award” del “auto, motor und rivista automobilistica sportiva e il “Car Connectivity Award” di “auto, motor und sport” e “Chip”, tra gli altri. Il titolo “World Green Car” è andato all’auto sportiva ibrida plug-in e alla vittoria di classe nel sondaggio “Auto a trazione integrale dell’anno”.

La rivista britannica “Top Gear” ha nominato la BMW i8 “Car of the Year”, così come la giuria di “UK Car of the Year”. È stato votato “vincitore del test automatico in verde” da “Auto Test” e “Ökotrend”. Premi rinomati come l’iF Design Award e il red dot Award hanno confermato la qualità e il carisma del suo design.

Già nel 2014, hanno dichiarato la BMW i8 il “classico del futuro”.

Elisa Erriu

"Lo scrivere" è il suo mestiere. Ma oltre alla coltre delle sue varie esperienze giornalistiche e dei suoi Master, c'è un mondo fatto di fantasy, anime, film, videogame, musica, Ichnusa, My Little Pony e oggettistica del Re Leone (l'originale!). Attenzione: se pronunciate per tre volte il suo nome giapponese, apparirà alle vostre spalle.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button