fbpx
smart working consigli asusv

Smart working: come stare a casa (forse meglio) che in ufficio


Lavorare da remoto ha di certo una serie di vantaggi, sia per i dipendenti che per le aziende. Ma per gestire lo smart working in modo efficiente, è importante organizzare la propria postazione casalinga al meglio, dotandosi della tecnologia più adeguata. ASUS, da sempre nota per il suo impegno nella realizzazione di prodotti tecnologicamente avanzati e innovativi, concentra la propria ricerca sul migliorare la produttività delle persone, ed è per questo in grado di fornire tutti quei piccoli suggerimenti e consigli utili per migliorare il lavoro quotidiano.

I consigli per lo smart working efficiente: ergonomia

Le postazioni di ufficio ASUS sono costruite secondo certe regole che, seppur minime, contribuiscono a creare una sensazione di comfort a chi ne fa uso. La posizione e l’altezza della sedia, la distanza del monitor, la direzione della luce naturale sono tutti dettagli da dover ricreare a casa.

Tecnologie come i filtri per le luci blu dei display, il design dei prodotti, la presenza di funzionalità o alcune specifiche caratteristiche, sono consigli importanti da seguire per lo smart working. Così le tecnologie ASUS Eye Care, Flicker-free o il filtro Luce Blu, presenti nella maggior parte dei monitor ASUS, assicurano il massimo comfort e riducono l’affaticamento visivo anche in caso di utilizzo continuativo e prolungato nel tempo.  Mentre i monitor portatili della serie ZenScreen si spingono ancora oltre, offrendo la possibilità di creare una postazione di lavoro davvero smart, ovunque. Sono estremamente leggeri e sottili, appena 8 mm di spessore e peso a partire dai 850 grammi, batteria inclusa. Sono facili da trasportare, si collegano anche a notebook e smartphone, come il modello ZenScreen MB16AP.

Un’altra soluzione innovativa progettata da ASUS sono le cerniere ErgoLift, presenti ad esempio nel modello ASUS ZenBook S13. Si tratta di uno dei notebook più leggeri e dal design curato disponibili sul mercato, che con questa piccola ma ingegnosa soluzione è in grado di offrire tutto il comfort per chi lavora in mobilità.

Anche gli accessori chiaramente fanno la loro parte. Un buon mouse ergonomico e privo di cavo può fare la differenza nelle lunghe giornate di lavoro. Il mouse ROG Strix Carry, ad esempio, oltre ad essere wireless ed estremamente comodo per qualsiasi tipo di impugnatura, garantisce anche un’autonomia estesa. È la soluzione ideale per chi è alla ricerca di un prodotto solido, comodo e durevole.

ASUS Smart Working_1I consigli per lo smart working efficiente: multitasking

Un altro dei punti fondamentali per mantenere un buon livello di produttività nel quotidiano, soprattutto nel telelavoro, è la possibilità di fare più azioni nello stesso momento con i propri dispositivi. Spesso le comodità di cui disponiamo in ufficio vengono date per scontate, fino a che non ci si trova a lavorare da portatile su un file con migliaia di dati da elaborare e solo un piccolo display a disposizione. Naturalmente la soluzione più semplice per ovviare a questo problema è l’aggiunta di un monitor. Ma per chi ha bisogno di questa funzionalità in occasioni o situazioni diverse, ASUS ha creato prodotti incredibili come ASUS ZenBook Duo, il primo notebook caratterizzato dal doppio schermo per poter lavorare in contemporanea su più file, aprendo fino a sei finestre diverse nello stesso momento.

Altro dispositivo che non può abbandonare chi si trova a lavorare lontano dall’ufficio, e quindi lontano dai propri colleghi, è lo smartphone. Uno strumento essenziale in caso di conference call, lunghe o brevi che siano. Su questo fronte ASUS, con il suo ZenFone 6, offre diverse funzionalità rivolte al multitasking che, sommate a quelle dei propri PC, aiutano ad ottimizzare notevolmente il proprio lavoro.

Come evitare le interruzioni

In ufficio siamo spesso dotati di soluzioni e tecnologie pensate per grandi ambienti di lavoro. La connessione, ad esempio, è uno dei problemi che molto probabilmente saremo costretti ad affrontare. Le soluzioni domestiche, infatti, raramente riescono a garantire un segnale stabile e ampia copertura, soprattutto quando sono collegati più dispositivi contemporaneamente. Anche in questo caso la soluzione può essere semplice, grazie a router come l’ASUS RT-AX56U che, grazie alla sua tecnologie avanzate, garantisce velocità eccellenti ed estrema rapidità di risposta, oltre che un’ottima copertura in tutta la casa e un segnale senza interruzioni.

Se, invece, sono le scuole chiuse a rendere il lavoro da casa più difficile, con le cuffie ASUS ROG Strix GO 2.4 si possono comunque svolgere conference call perfette ed in totale privacy, senza far sentire i rumori di fondo che possono provenire dalla stanza accanto dove giocano i figli.

Quando è ora di staccare la spina

Lavorare da casa non significa lavorare senza limiti. Un errore che viene commesso spesso in queste situazioni è quello di non avere più orari, continuando a lavorare ad oltranza e lasciando, quindi, che lo stress abbia il sopravvento. Ricordarsi di staccare la spina è non solo giusto, ma anche necessario, per migliorare la produttività: in questo, soluzioni come ASUS ROG Phone II, dall’incredibile autonomia, rappresentano la risposta perfetta per scaricare la tensione giocando al proprio videogame preferito.

Basta poco perché il lavoro da casa possa arrivare ad essere, in alcuni casi, una soluzione preferibile alla presenza in ufficio e la tecnologia davvero viene in aiuto con soluzioni diverse per ogni differente esigenza.


Condividi la tua reazione

Confusione Confusione
2
Confusione
Felicità Felicità
3
Felicità
Amore Amore
10
Amore
Tristezza Tristezza
1
Tristezza
Wow Wow
5
Wow
WTF WTF
1
WTF
Elisa Erriu

author-publish-post-icon
"Lo scrivere" è il suo mestiere. Ma oltre alla coltre delle sue varie esperienze giornalistiche e dei suoi Master, c'è un mondo fatto di fantasy, anime, film, videogame, musica, Ichnusa, My Little Pony e oggettistica del Re Leone (l'originale!). Attenzione: se pronunciate per tre volte il suo nome giapponese, apparirà alle vostre spalle.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link