fbpx
FeaturedNewsTech

Progetto OPTIONS: soluzioni sostenibili per la riqualificazione energetica degli edifici

Il progetto nasce dalla collaborazione tra il centro di ricerca applicata Fraunhofer Italia e il consorzio altoatesino VIVIUS

Si chiama OPTIONS, acronimo per OPTimized solutIONS for sustainable retrofits, il progetto che mira a offrire soluzioni sostenibili per la riqualificazione energetica degli edifici.

OPTIONS nasce dalla collaborazione tra il centro di ricerca applicata Fraunhofer Italia e il consorzio altoatesino VIVIUS. Scopriamo i dettagli del progetto.

Cos’è il progetto OPTIONS

Il progetto OPTIONS ha l’importante obiettivo di identificare, nell’ambito della riqualificazione energetica di un edificio, soluzioni integrate in grado di ottimizzare diversi aspetti legati alla sostenibilità.

Il progetto è uno dei nove vincitori del bando Fusion Grant, che ha messo in palio un budget complessivo di 400.000 euro. Il bando è stato promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano e da NOI Techpark, in partnership con Südtiroler Wirtschaftsring-Economia Alto Adige e Rete Economia-Wirtschaftsnetz.

Quattro gli obiettivi di Fusion Grant: sostenere giovani ricercatrici e ricercatori under 40, attivare nuove collaborazioni tra le imprese altoatesine, incoraggiare l’applicazione della ricerca scientifica e favorire la sostenibilità ambientale.

logo progetto OPTIONS

L’importanza della riqualificazione energetica degli edifici

La riqualificazione energetica degli edifici esistenti è riconosciuta come un’opportunità per ridurre significativamente i consumi della nostra società.

Abbiamo già segnalato come uno dei due partner del progetto, Fraunhofer Italia, sia impegnato anche nel progetto SINCRO, che mira a ottenere un significativo risparmio energetico negli edifici grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale.

In effetti, in Italia gli edifici residenziali sono responsabili del 29% dei consumi energetici nazionali. Il dato è importante: la percentuale è appena inferiore a quella dei trasporti (30,4%) e superiore a quella dell’industria (22%).

Il problema è dunque quanto mai attuale e ben noto. Tuttavia, un aspetto che spesso si tralascia è legato sostenibilità dei materiali che vengono impiegati nella costruzione di edifici. Nella maggior parte dei casi, per mantenere i costi contenuti, si adottano soluzioni che rischiano di creare grandi problemi alla fine del ciclo di vita dei materiali.

L’obiettivo di OPTIONS: la parola alle aziende coinvolte

Il progetto OPTIONS intende sviluppare un concetto innovativo per la riqualificazione energetica, che dovrà essere finalizzata non solo a ridurre i consumi. Ma anche a ottimizzare diversi aspetti legati alla sostenibilità, sfruttando le diverse forme di incentivazione disponibili.

Il coordinamento scientifico del progetto è stato affidato al direttore del centro di ricerca bolzanino, professor Dominik Matt. Che spiega come il bando si sposi perfettamente con la mission di Fraunhofer Italia: “Tramite la nostra ricerca applicata fungiamo da ponte fra giovani talenti dal mondo accademico e le imprese locali. Sfrutteremo questa opportunità per metterci alla prova sul tema della sostenibilità, che è ormai cruciale in ogni settore economico, dalla produzione all’edilizia.”

Il consorzio VIVIUS nasce dall’unione di sette aziende altoatesine di progettazione, produzione e artigianato grazie al supporto di Confartigianato Imprese. Fedele al suo obiettivo di edilizia ecosostenibile nella zona alpina, offrirà la sua esperienza per individuare gli indicatori più rilevanti su cui effettuare l’ottimizzazione. Per Christine Pfeifer, presidentessa del consorzio, il vantaggio di questo progetto è chiaro. Dice la Pfeifer: “Avremo la possibilità di sviluppare le nostre idee di innovazione e implementarle nel lavoro quotidiano dei nostri consorziati, a vantaggio di tutti quelli che usufruiscono dei nostri servizi.”

riqualificazione energetica edifici

Modi e tempi del progetto

Con il progetto OPTIONS verranno sviluppati dei pacchetti di riqualificazione standardizzati, a seconda delle tipologie edilizie e delle problematiche ricorrenti. Lo scopo è di ottimizzare alcuni indicatori di sostenibilità ambientale e consentire di accedere agli incentivi fiscali. “La definizione dei pacchetti sarà supportata da algoritmi di intelligenza artificiale in grado di valutare automaticamente un ampio ventaglio di misure di efficientamento energetico”. A parlare è Paola Penna, responsabile del gruppo di ricerca “Advanced Construction and Operation Technologies” di Fraunhofer Italia e project manager di OPTIONS.

Il progetto, della durata di dodici mesi, è iniziato a marzo del 2021 e terminerà nel febbraio del 2022.

Le tre fasi

OPTIONS si articolerà in tre fasi. Nella prima sarà analizzato il contesto e verranno analizzati gli indicatori di sostenibilità, come ad esempio la percentuale di materiali riciclati, il potenziale di riscaldamento globale (GWP) e l’energia incorporata.

Quindi si passerà all’implementazione delle possibili soluzioni di riqualificazione: verranno utilizzati algoritmi multi-obiettivo in grado di ottimizzare gli indicatori individuati nella prima fase. Grazie a questi algoritmi di ottimizzazione sarà possibile definire le soluzioni che rappresentano il miglior compromesso tra la minimizzazione dei costi e la massimizzazione delle performance energetiche.

Infine, ci sarà la fase di validazione dei risultati del progetto tramite l’utilizzo di alcuni casi studio forniti dal consorzio VIVIUS.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button