fbpx
LifestyleNews

I capelli grigi diventano il trend di social e videogiochi

Negli ultimi anni i capelli grigi sono diventati una vera e propria moda, nella realtà e non solo

Oramai è da qualche anno che dilaga il trend dei capelli grigi, ma l’emergenza Covid-19 ha fatto letteralmente esplodere quella che finora è stata una moda “silenziosa”. Complici il lockdown e la chiusura dei saloni dei parrucchieri, sempre più donne hanno cominciato ad apprezzare l’effetto naturale dei capelli bianchi. E la moda ha dovuto cedere. “Dopo anni passati a essere un segno rivelatore di invecchiamento“, così scrive la psicologa Mary Pipher sul NYT, ora i capelli grigi sono una vera e propria tendenza.

Migliaia di post vengono condivisi ogni giorno su Instagram con l’hashtag #greyhair. E tantissime celebrità stanno abbracciando la moda del grigio naturale: da Carolina di Monaco a Diane Keaton, passando per Patrick Dempsey e Matt LeBlanc. È inevitabile. La tendenza della chioma argento sta conquistando chiunque, sia nella realtà che nella finzione. Sono tantissimi, infatti, i personaggi dei videogiochi che si mostrano nelle loro splendide capigliature grigie mandando in visibilio i giocatori. Vediamo allora come questo trend sta dilagando sui social e nel gaming.

capelli grigi Grombre

Capelli grigi: l’account Instagram Grombre celebra l’hair positivity

Se ora avere i capelli grigi significa essere alla moda, fino a qualche anno fa era considerato soltanto un segno evidente dell’invecchiamento. E, si sa, a nessuno piace l’idea di vedere la propria età avanzare. Il che ben spiega perchè per decenni siamo stati tutti ossessionati dall’idea di tingerci per coprire i capelli bianchi. Per qualche strano motivo, gli altri non dovevano sapere che stavamo invecchiando, nonodtante non ci fosse nulla di male in questo. I nostri capelli diventano grigi così come le foglie degli alberi si ingialliscono in autunno. È la natura.

Probabilmente questo deve essere stato il ragionamento che nel 2016 ha convinto Martha Truslow Smith, una giovane graphic designer, ad aprire su Instagram l’account Grombre, che oggi conta ben 231mila follower. Una vera e propria celebrazione dei capelli grigi naturali. Dopo aver visto i suoi capelli ingrigirsi all’età di soli 14 anni, la Smith ha deciso di smettere di ricorrere alle tinte attorno ai 24 anni. E qualche anno dopo ha deciso aprire un account sui social che permettesse alle altre donne di sentirsi a proprio agio con i loro capelli. Soprattutto se bianco o grigi. Oppure in quella fase di mezzo in cui le radici cominciano a diventare bianche e il resto della chioma no.

capelli grigi Grombre

Mi rivolgo alle donne che si vergognano e si imbarazzano davvero, o che potrebbero anche avere allergie alle tinture per capelli, ma che le fanno ancora. Voglio chiedere loro perché“. Così la Smith racconta il progetto di Grombre sui social. L’intento non è quindi quello di demonizzare le tinte per capelli, quanto piuttosto quello di concentrarsi sull’empowerment femminile. Chi ha davvero deciso che le donne non possano mostrare i propri capelli grigi? In fondo, per anni i capelli brizzolati negli uomini sono stati considerati emblema di sensualità. E perchè non può essere lo stesso per le donne?

E così Grombre non fa altro che supportare chiunque decida di non cedere allo stereotipo del grigio come sinonimo di vecchio. Anzi, la community creata dalla Smith si rivolge soprattutto a quelle donne che stanno affrontando la difficile fase di transizione, quando i capelli cominciano ad ingrigirsi ma non del tutto. “Questo viaggio non è facile, non fraintendetemi“, così scrive la graphic designer in un post di Instagram. “Ho avuto i miei giorni brutti e le tentazioni di tingermi, ma ne vale la pena. Amo le mie venature argentate che brillano al sole e apprezzo il notevole potere di essere una donna indifferente alle battaglie combattute dagli altri con le paure dell’invecchiamento“.

Il trend delle chiome grigie impazza nei videogiochi

La moda dei capelli grigi non sembra interessare soltanto i social, ma anche i videogiochi. Da moltissimi anni, oramai, i titoli del gaming si popolano di personaggi dalla chioma argentea. Potremmo citarne a decine: da Final Fantasy – in cui Sephiroth e Cloud of Darkness mostrano fieri i loro capelli grigio-bianchi – a Mortal Kombat – in cui li vediamo sfoggiare da Sindel e Smoke -. Per non parlare di Yu Narukami di Persona 4. Ma non è tutto.

Come sapete, Geralt di Rivia di The Witcher è un altro dei personaggi che possiamo aggiungere a questa lista. Gli appassionati della saga sapranno bene che i capelli bianco-grigio dello strigo sono la diretta conseguenza della Prova delle Erbe, una prova a cui vengono sottoposti gli witcher apprendisti. Si tratta di dover sopravvivere ad una serie di ingredienti alchemici piuttosto forti, che comportano mutazioni di vario tipo. Tra cui il colore dei capelli, soprattutto nel caso di Geralt, sottoposto a più prove di resistenza.

E a questo punto vi stupirà sapere che lo strigo non è il solo personaggio noto dei videogiochi a mostrarsi con i capelli grigi. In Super Mario Odissey sembrerebbe proprio che il nostro amato Mario mostri una ciocca di capelli bianchi. Qualche anno fa, infatti, il blog suppermariobroth.com pubblicò alcune immagini che mostravano chiaramente un capello più chiaro rispetto alla chioma del personaggio. “L’analisi dell’immagine rivela che non si tratta di un problema di trasparenza, ma che i capelli sono effettivamente colorati di un colore più chiaro rispetto al resto “, così era stato commentato dal portale.

capelli grigi Super Mario

Effettivamente, non sapremo mai davvero se Nintendo ha pensato di caratterizzare Super Mario con qualche segno evidente dell’età (nonostante il personaggio non sia poi così vecchio). Ma quello che potrebbe farci riflettere è che la moda dei capelli grigi naturali potrebbe davvero travolgere il mondo del gaming tra qualche tempo. E forse potremmo vedere i nostri personaggi invecchiare. Anche se finora i capelli bianco-grigio sono considerati un elemento di rarità e forza nei videogiochi. Ma sarà così per sempre?

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button