fbpx
Climate Pledge amazon

Climate Pledge: altre 3 aziende con Amazon per azzerare le emissioni di carbonio nel 2040
Verizon, Infosys e Reckitt Benckiser vogliono seguire Amazon e anticipare l'accordo di Parigi di 10 anni


Climate Pledge: anche Verizon, Infosys e Reckitt Benckiser si uniscono ad Amazon nell’impegno dell’azienda ad azzerare le emissioni di carbonio entro il 2040, con dieci anni di anticipo rispetto a quanto deciso nell’Accordo di Parigi. Jeff Bezos, fondatore e CEO di Amazon, lo ha annunciato oggi in un post su Instagram.

Aderire al Climate Pledge di Amazon significa eliminare le emissioni di carbonio in tempi più rapidi, dando il segnale di volere prendersi cura dell’ambiente e di fronteggiare proattivamente il cambiamento climatico.

Le tre aziende che seguono Amazon nel Climate Pledge

Verizon, azienda che si occupa principalmente di reti telefoniche e internet,  è sulla strada di essere “carbon-neutral” (quindi di non emettere più carbonio di quanto ne possa assorbire l’ecosistema) entro il 2035. Inoltre ha emesso un Green Bond da un miliardo di dollari da investire in soluzioni innovative e sostenibili. Già entro il 2025 dovrebbe usare il 50% di fonti rinnovabili per l’energia.

Reckitt Benckiser, multinazionale che produce beni per la salute, l’igiene e la casa, sta riducendo le emissioni del 65% e soddisferà il 100% del fabbisogno energetico con fonti rinnovabili entro il 2030. Inoltre, come Amazon vuole raggiungere le emissioni zero entro il 2040, adempiendo al Climate Pledge.

Infosys, la più grande impresa di servizi informatici indiana, si era impegnata ad essere “carbon-neutral” già nel 2011, ben prima dell’Accordo di Parigi. Già oggi alimenta con l’energia fotovoltaica il 45% del proprio fabbisogno energetico, e punta ad usare il 100% di fonti rinnovabili anche prima del 2040. Inoltre coinvolge molte attività locali nei suoi progetti di sostenibilità, di cui beneficiano oltre 100 mila famiglie nelle zone rurali dell’India.

Amazon aderisce al Science Based Target Iniziative

Amazon, oltre a questi nuove partner nel Climate Pledge, ha annunciato di aver aderito al Science Based Target Initiative (SBTI). Quest’iniziativa chiede alle aziende di fissare obiettivi basati su evidenze scientifiche per passare alle emissioni zero di carbonio restando competitivi sul mercato.

Amazon alimenterà le proprie attività con il 100% di fonti rinnovabili entro il 2030 (potenzialmente anche nel 2025). Inoltre si impegna ad usare imballaggi riciclabili. Sta anche investendo 100 milioni di dollari nel rimboschimento a livello globale. Gli sforzi di Amazon e partner nel Climate Pledge sono benvoluti: non è mai troppo presto per azzerare le emissioni.

POWERADD Apollo2 Powerbank Solare Caricabatteria Portatile...
  • ☀ 【Grande Capacità】- Powerbank da 12000mAh, un ingresso 5V / 2A e due uscite USB 5V / 2,4A (ideale per tablet...
  • ☀【Pannello Solare Apollo2】 - Ad alta resa energetica e batteria ricaricabile ad alta efficienza fino a 330mAh di...
  • ☀【Ricarica con Sole o Input 5V/2A】 - Può essere ricaricato tramite il largo pannello solare o tramite corrente...

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.