fbpx
NewsTech

Crescent e Blubrake presentano la prima city e-bike con ABS Integrato

Crescent e Blubrake hanno presentato in questi giorni la prima bicicletta elettrica dedicata alla mobilità urbana dotata di sistema ABS integrato. Il sistema aiuterà a ridurre notevolmente gli incidenti in bicicletta.

Un recente studio in tema sicurezza in bici, ha infatti rivelato che il 58% degli incidenti con e-bike, avviene durante il momento della frenata. La risposta a questo problema si chiama Ellie 7-VXL ABS Koppla, la prima ‘city e-bike’ dotata di sistema ABS integrato. Il prodotto è figlio dell’unione dell’aziende svedese Crescent e Blubrake che, insieme, offrono una frenata controllata e una guida più sicura.

Il modello Ellie 7-VXL ABS è una bici con telaio in alluminio e caratterizzata dal disegno a ‘entrata bassa’ che rende facile salire e scendere. La Ellie è dotata di un sistema ABS blubrake totalmente invisibile integrato nel telaio, caratteristica esclusiva del prodotto dell’azienda italiana.

Jonas Netterström, CEO di Cycleurope, ha commentato: Abbiamo lavorato a lungo per sviluppare il concept di una tecnologia smart da applicare a una bici da città – ha sottolineato  – ed ora possiamo finalmente presentare una proposta in grado di far fare un salto di qualità verso la sicurezza alla nostra mobilità in città”.

Fabio Todeschini, General Manager di blubrake, ha aggiunto: “Siamo estremamente soddisfatti di aver collaborato con il gruppo di lavoro di Crescent per la messa a punto della Ellie con il nostro sistema ABS. In questo momento il nostro sistema rappresenta una novità estremanente interessante che sta riscuotendo grande successo tra i produttori di e-bike, come dimostrano il lancio del modello Crescent”

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button