fbpx
Tech

Dazn: i dubbi di Agcom sulla misurazione dell’audience

La spinosa questione dell'audience di Dazn.

È di nuovo bufera su Dazn. Dopo le polemiche sui disservizi segnalati da molti utenti durante le prime giornate di campionato, la piattaforma di streaming è di nuovo nel mirino delle istituzioni, questa volta per la misurazione dell’audience delle partite della serie A. Alle 14 di ieri, presso la Commissione Trasporti si è tenuta l’audizione in proposito di Giacomo Lasorella, Presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom). L’oggetto di questo intervento è la particolare metodologia adottata da Dazn per la misurazione degli ascolti, che si basa sia su Auditel, sia su Nielsen, che produce i dati di ascolto sui device digitali senza però fornire una certificazione di livello JIC, standard di misurazione dell’audience riconosciuto a livello internazionale.

L’oggetto della contesa è tutt’altro che banale. In base al Decreto Lotti del 2018, il 20% dei ricavi generati dai diritti televisivi della Serie A viene ridistribuita in base al bacino di utenza. L’audience televisiva, certificata da Auditel, pesa per l’8% in totale. Si parla quindi di una cifra di poco inferiore ai 100 milioni di euro, che deve essere ripartita nel modo più equo e trasparente possibile fra i vari club di serie A.

La misurazione dell’audience

Da qui nascono le perplessità di Agcom, che per voce di Lasorella si è espressa in questi termini:

L’autorità ha adottato una delibera che attiene al nuovo processo di digitalizzazione al fine di rilevare le proprie audience in trasparenza. La sfida è la misura della total audience, che comprende tutti i dispositivi digitali. L’autorità ha stabilito che ci sia una rilevazione uniforme. Attualmente gli ascolti di Dazn sono rilevati da Auditel per la tv e da Nielsen per gli altri dispositivi. La metodologia applicata non è conforme e anche UPA ha manifestato la propria perplessità di fronte a queste misurazioni. Il 9 settembre l’Agcom ha adottato una delibera per verificare i sistemi di misurazione e si riserva di adottare ogni misura per garantire la corretta rilevazione.

Dal canto suo, Dazn ha fornito chiarimenti sul processo di misurazione dell’audience da parte di Nielsen, che ha come scopo proprio quello di fornire la cosiddetta total audience. Ai dati Auditel, si affiancano quelli forniti da Conviva, che misurano le connessioni dividendole fra tv, web e dispositivi mobile, e quelli ottenuti attraverso un sondaggio comportamentale fra i clienti di Dazn, che ha lo scopo di ottenere informazioni più approfondite sulla demografia degli utenti e sulle abitudini di co-visione. I risultati delle indagini sono pubblicati su base settimanale e forniscono informazioni sui dati di ascolto minuto per minuto e sulle visualizzazioni di ogni spot andato in onda, altro aspetto fondamentale per il settore.

Dazn ha comunicato alcuni dati sulle trasmissioni delle prime giornate di campionato, che mostrano un’audience in continua crescita e arrivata nello scorso weekend a valori in linea con quelli dello scorso anno. In aumento anche la percentuale dei collegamenti da TV, che ha superato la soglia del 70%.

I dati di Dazn

Gli spettatori di Dazn nelle prime tre giornate di campionato
Il confronto anno per anno fra alcune partite trasmesse in questa stagione su Dazn
Le modalità di visione di Dazn nelle prime giornate della serie A 2021/2022

Dalle parole di Lasorella, alcune note positive sulla fruizione dei servizi Dazn:

Nonostante la necessità di monitorare i singoli disservizi, complessivamente si può dire che la questione della tenuta della rete in merito alla congestione e quella della parità di accesso degli operatori sono risolte o in via di risoluzione.

Il Presidente di Agcom ha aggiunto che mercoledì 22 settembre ci sarà un’ulteriore riunione del tavolo tecnico, volta a verificare lo stato della trasmissione degli eventi calcistici in un momento di svolta epocale.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button