fbpx

Doro, azienda leader mondiale nel settore delle telecomunicazioni per i senior, cerca di andare incontro alle esigenze dei più anziani presentando due nuovi telefoni al MWC 2018. Secondo i dati infatti, quasi la metà degli anziani si sente insicura quando si tratta di tecnologia e ha esigenze specifiche dovute all'età, tra cui problemi d'udito, di vista o nel maneggiare gli oggetti. Gli smartphone del mercato non riescono spesso a soddisfare queste esigenze e dare sostegno, proprio per questo Doro ha deciso di connettere le generazioni mediante dispositivi pensati appositamente per queste necessità.

Primo tra questi ultimi è Doro 8035 che, appena acceso, presenterà all'utente una guida che lo accompagnerà passo per passo, permettendo anche loro di trovare il sistema di navigazione e l'interfaccia giusti in base alle proprie esigenze. Il telefono potrà avvalersi di due modalità: una facile, dedicata agli utenti con poca o nessuna esperienza con gli smartphone e basata su un'interfaccia semplificata e facile da comprendere, e una Standard, più simile al classico launcher Android, ma caratterizzato da tasti e icone più grandi tipici di Doro.

Il design di 8035 è pensato appositamente per i senior, grazie alla sua struttura nuova ed elegante, ma robusta e facile da impugnare, con tre pulsanti fisici. La funzione Team Viewer permetterà ad amici e familiari di dare un ulteriore supporto, offrendo accesso completo al device e una gestione da remoto dello smartphone. L'accesso sarà effettuabile anche da desktop grazie al sito mydoromanager.com, e consentirà di gestire il pulsante di sicurezza o eseguire il backup delle foto. Funzionalità di sicurezza avanzate saranno inoltre aggiunte dalla presenza della soluzione SmartCare.

Il secondo telefono presentato è Doro 7060, modello clamshell di facile utilizzo con tecnologia VoLTE, che consente di effettuare chiamate vocali con una qualità elevata sfruttando la rete 4G. A renderlo immediato da utilizzare è la presenza del display a colori da 2,8 pollici, di un display esterno a colori da 1,44 pollici con identificazione delle chiamate in entrata, tasti a contrasto elevato e di grandi dimensioni, un tasto diretto per la fotocamera, il pulsante di assistenza e l'accesso da remoto tramite mydoromanager.com.

Alla base di questi nuovi modelli vi è l'integrazione con SmartCare, una soluzione di assistenza tecnologica basata su cloud che, mediante una connessione con i sensori di casa, garantirà una sicurezza maggiore allarmando automaticamente parenti, amici o fornitori di assistenza in caso di incidente o cambiamenti nel comportamento. Il sistema è infatti autocalibrante del comportamento individuale ed è capace di assicurare la connettività verso sensori e dispositivi grazie ad un'architettura di sistema aperta. Le notifiche riguardo alle attività in casa verranno inviate grazie a My Doro, e potranno anche avvalersi del controllo remoto degli smartphone mediante mydoromanager.com. SmartCare sarà disponibile a partire dal quarto trimestre del 2018. 

Una tecnologia simile, ideata per fronteggiare l'aumento a livello globale della popolazione anziana, permetterà a quest'ultima di mantenere una certa indipendenza e avere un bisogno minore di assistenza. SmartCare darà anche una maggiore sicurezza a parenti e amici che, per distanza o esigenze diverse, sono impossibilitati a rimanere vicino ai loro cari anziani e temono per le loro condizioni. 


What's Your Reaction?

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Maria Elena Sirio

author-publish-post-icon
Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.