fbpx
NewsTech

Dove.it in arrivo a Genova e a Torino

L'obiettivo di Dove.it è quello di azzerare le spese per il venditore e garantire un'esperienza sicura per il cliente

Dove.it in arrivo a Torino e a Genova: la prima azienda immobiliare che azzera le spese per il venditore. 

Dove.it arriva a Genova e a Torino

Da adesso vendere o affittare casa a Torino e Genova diventa più conveniente e veloce. La rivoluzione immobiliare di Dove.it si allarga anche a due nuove città. Questo servizio online permette di visionare le case grazie alla realtà aumentata e di azzerare le spese per il venditore. 

L’uso delle tecnologie più all’avanguardia come realtà virtuale e intelligenza artificiale sono i punti chiave di Dove.it. Ma, sopratutto, la nuova formula rivoluzionaria: zero commissioni per il venditore e immobili certificati da un notaio prima della messa in vendita. La capacità del nuovo servizio unisce la tecnologia alle competenze degli agenti immobiliari garantendo una maggiore trasparenza e una vendita più rapida e sicura.

Torino è una città ideale per i giovani italiani che fanno impresa, mentre Genovaè una città attenta al business, al commercio e alle nuove tecnologie: in entrambi i casi Dove.it rappresenta una straordinaria opportunità per trasformare e ridare slancio al mercato immobiliare, semplificando la vita di venditori e acquirenti e rendendolo più smart e alla portata, sia economicamente che praticamente”, spiega Paolo Facchetti, co-founder e Amministratore Delegato di Dove.it.

Per la visita virtuale, Dove mette a disposizione planimetrie precise della casa e dei filmati professionali proponendo una visita virtuale con la realtà virtuale. Tuttavia, la figura professionale dell’agente immobiliare è presente: Dove.it accompagna sia i venditori che gli acquirenti durante tutto il processo di compravendita.

Questa formula ha permesso a Dove.it di guadagnare oltre 50 mandati di vendita di immobili di fascia medio-alta su Milano e Monza per un valore complessivo di 25 milioni di euro. Il progetto è organizzato da un team di giovanissimi talenti a partire dai co-founder Paolo Facchetti e Salvatore Vadacca, che hanno conquistato gli investitori, raccogliendo 2 milioni di euro di finanziamenti da parte di angel e private investor.

Tags

Michele Caliani

Innamorato del mondo e affascinato dalle cose impossibili. Convivo con il mio smartphone e la rete. Nella mia vita suono il pianoforte e nel tempo libero grattugio il violoncello.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker