fbpx

Esselunga a Casa non consegna: il servizio di Esselunga di spesa a domicilio è stato preso d’assalto dopo il dilagare del contagio da coronavirus. La mole di traffico sul sito della spesa online è aumentata anche in seguito all’annuncio che la catena di supermarket del nord italia avrebbe consegnato la spesa gratuitamente agli over 65. Ad oggi è impossibile farsi recapitare la spesa a causa dei tempi di consegna che superano le 2 settimane.

Esselunga spesa online: impossibile comprare

I sito di e-commerce per la spesa a domicilio di Esselunga è stato preso d’assalto dopo i recenti avvenimenti e divieti dovuti al dilagante contagio da coronavirus. Se fino a prima del 7 di marzo 2020 i tempi di consegna si aggiravano tra i 2/3 giorni, subito dopo il decreto di “chiusura” della Lombardia e di 14 province, i tempi sono raddoppiati fino a raggiungere 4 giorni. Tutto questo perché il carico operativo logistico sta iniziando a diventare molto oneroso. 

Oggi, 14 marzo 2020 è praticamente impossibile farsi consegnare la spesa a casa dal servizio “Esselunga A Casa”. Già perché in seguito all’ultimo decreto che vieta di uscire di casa a tutti gli italiani se non per comprovate esigenze, la popolazione ha incredibilmente scoperto la possibilità di fare la spesa online. Il sito è stato preso d’assalto tanto da obbligare il colosso dei Punti Fragola a diramare un annuncio attraverso un pop-up sul sito per avvisare tutti i clienti.

“Gentile cliente, a causa delle richieste eccezionali di questi giorni, i tempi di attesa per la ricezione della tua prossima spesa potrebbero essere più lunghi del solito. Ci scusiamo di questo e ti assicuriamo che stiamo lavorando per aumentare la disponibilità e farti sempre un servizio migliore”

esselunga-a-casa

Ad oggi Esselunga non consegna a Milano

La situazione è evidentemente precipitata, soprattutto in seguito ai divieti. Abbiamo provato a simulare una spesa online in due diverse zone “Brianza” e “Milano” e la situazione è purtroppo tragica. In entrambe le simulazioni risulta impossibile farsi consegnare la spesa a domicilio. Esselunga infatti tiene per buona una finestra temporale di 13 giorni per la consegna. Se entro questi giorni non ha la possibilità di consegnare, non fa procedere con l’acquisto. 

Il nostro suggerimento è comunque quello di fare un tentativo, non si sa mai che si riesca ad avere fortuna e a trovare uno slot libero.

esselunga a casa tempi consegna
Simulazione di consegna “Esselunga a casa” in Brianza
esselunga a casa tempi consegna
Simulazione di consegna “Esselunga a casa” a Milano

Esselunga potenzierà il servizio di spesa a domicilio

Il 6 marzo, attraverso un comunicato stampa, il CEO di Esselunga Sami Kahale ha dichiarato “Non possiamo stare fermi e vogliamo essere al servizio della comunità”.

Insomma da quello che sappiamo Esselunga ha definito un piano straordinario di attività per offrire il proprio contributo nell’emergenza coronavirus che l’intero Paese sta affrontando. Dal 6 marzo però le cose sono solo che peggiorate. Speriamo che Esselunga sia davvero in grado di affrontare l’emergenza come ha promesso, almeno per coloro che hanno più bisogno come gli anziani. 

 

Aggiornamento del 15 marzo 2020

Come riportato dal sito DDay.it, alcuni utenti – con consegna prevista per questa settimana – si sono visti rinviare o addirittura cancellare la consegna in modo unilaterale. Alcuni ordini sono quindi stati inizialmente accettati e confermati da Esselunga e poi in un secondo momento sono stati cancellati. 

Email segnalata inviata da un utente alla redazione di DDay.it
esselunga a casa
Email segnalata inviata da un utente alla redazione di DDay.it

Sempre come riporta DDay.it, la famiglia che si è vista cancellare l’ordine si trova attualmente in quarantena forzata in quanto entrata in contatto precedentemente con persone positive al coronavirus. Questo rendere la famiglia impossibilitata ad uscire fisicamente di casa per fare la spesa. 

DDay.it ha contattato Esselunga per avere una dichiarazione ufficiale in merito alla situazione di criticità:

La società ci ha confermato che ci sono problemi in atto, soprattutto nella zona di Milano, dovuti – riferisce Esselunga – all’eccesso di domanda che ha investito l’infrastruttura online; scenario anticipato in una nota diramata ieri dal CEO Sami Kahale: “Vista l’eccezionale situazione, abbiamo avuto, e non escludiamo di avere nei prossimi giorni, delle criticità nell’area di Milano“. Criticità e ritardi sì, ma non avremmo pensato si arrivasse addirittura a cancellazioni a ridosso della consegna.

Esselunga non ci ha chiarito di che natura siano i problemi e quando si risolveranno. Va detto che normalmente Esselunga accetta e conferma solo il numero di ordini che ritiene, secondo la propria organizzazione, di riuscire ad erogare. Viene quindi da pensare che il “problema operativo critico” citato nella mail sia veramente straordinario e possa riguardare la sopravvenuta impossibilità di operare in un centro logistico. Esselunga, peraltro, nella propria comunicazione, rivela che “stiamo lavorando 24 ore 24 per rimettere in piedi la catena logistica“. Detto così, si potrebbe addirittura dedurre che la catena logistica milanese di “Esselunga a casa” in questo momento sia ferma o quasi.


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
63
Rabbia
Confusione Confusione
34
Confusione
Felicità Felicità
13
Felicità
Amore Amore
7
Amore
Paura Paura
15
Paura
Tristezza Tristezza
49
Tristezza
Wow Wow
4
Wow
WTF WTF
6
WTF
Fjona Cakalli

author-publish-post-icon
Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)
                   Vuoi rimanere sempre aggiornato?

           Iscriviti alla nostra                     Newsletter!

                                   Tranquillo, ti disturberemo solo
                                      una volta al mese...per ora! 👹
Mi iscrivo!
close-link