fbpx
NewsTech

Il nuovo visore di Facebook mostra gli occhi di chi lo indossa

Il ricercatore Matsuda sta lavorando ad una versione tutta particolare del visore di Facebook

Il Facebook Reality Labs sta lavorando per ottimizzare il visore della società, rendendo visibili gli occhi di chi lo indossa, così da rendere l’esperienza della realtà virtuale meno “isolante” dal mondo esterno. Il progetto è stato presentato in un documento dal titolo “Reverse passthrough Vr“, e descrive attentamente la nuova funzione del visore di Facebook. A quanto pare, gli utenti potranno immergersi nella realtà virtuale all’interno del visore. All’esterno, invece, ci sarà la proiezione tridimensionale degli occhi di chi lo indosse, permettendo così un contatto visivo con chi lo circonda.

Il visore di Facebook mostrerà una proiezione degli occhi di chi lo indossa

Ad oggi, chi indossa un visore di Facebook può vedere perfettamente le persone che lo circondano. Ma il contrario è pressochè impossibile. Ma il ricercatore FRL Nathan Matsuda ha deciso di modificare questo dettaglio. Stando a quanto riportato dal blog della società, ha cominciato a lavorare al progetto nel 2019, quando per la prima volta ha montato un display 3D sul visore Oculus Rift S. In quell’occasione, lo schermo accoglieva un rendering virtuale dei suoi occhi, il cui movimento era seguito da apposite fotocamere di tracciamento. Ma nonostante l’idea fosse interessante, il responsabile Michael Abrash non la trovò molto pratica.

visore Facebook occhi

Così, nel corso degli anni Matsuda ha lavorato per ottimizzare la sua idea del visore di Facebook. E lo ha fatto aggiungendo una serie di lenti e fotocamere ad un tradizionale visore di realtà aumentata dotato di display. In questo modo le fotocamere catturano un’immagine del viso e degli occhi dall’interno del visore, e nel contempo il loro movimento viene mappato su un modello digitale. Poi questa immagine viene proiettata su un display esterno. In questo modo, l’utente esterno ha la sensazione di vedere gli occhi di chi indossa il visore, anche se in realtà si tratta di una copia animata. Anzi, se l’utente si immerge completamente nella realtà virtuale, il display può anche restituire una schermata bianca.

Il risultato è comunque rappresentato da un paio di occhiali ottagonali che sembrano usciti da un mondo parallelo. E per quanto esistano già in circolazione tecnologie simili, Facebook ha deciso di sperimentare con un prodotto totalmente innovativo. Nessun visore permette di vedere gli occhi di chi lo indossa, ma la società ha deciso di abbattere la barriera che separata realtà virtuale e mondo reale. Ci riuscirà davvero?

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button