fbpx
NewsTech

Fitbit e The Scripps: insieme per la ricerca contro i virus

Fitbit e The Scripps Research Translational Institute siglano una partnership volta alla ricerca sulle malattie virali

Nasce una nuova partnership tra Fitbit e The Scripps Research Translational Institute. Una notizia non troppo inaspettata vista la collaborazione delle due su progetti quali il programma di ricerca All of Us e gli studi sulla variabilità del battito cardiaco.

Da una parte abbiamo un team dedicato alla ricerca di soluzioni per la salute e il fitness.  Dall’altra, una struttura di ricerca senza scopo di lucro dedicata alle scienze biomediche. Scripps ha ottenuto nel 2017 il primo posto tra le istituzioni di ricerca più influenti al mondo. I dati degli utenti Fitbit su attività e battito cardiaco, hanno contribuito nelle nuove scoperte scientifiche. I dati ottenuti dai dispositivi Fitbit, possono migliorare la previsione dello stato attuale, del futuro prossimo e del passato recente di malattie simili all’influenza. Lo studio pubblicato Lancet Digital Health è intitolato “Sfruttare i dati dei dispositivi indossabili per migliorare il monitoraggio in tempo reale delle malattie simili all’influenza negli Stati Uniti: uno studio basato sulla popolazione”.Fitbit - Scripps - DETECT

Fitbit e The Scripps offrono un aiuto contro i virus influenzali

Il monitoraggio del battito cardiaco a riposo, insieme ad altri indicatori provenienti dai dispositivi Fitbit, durante il peridio dell’influenza può dimostrarsi estremamente utile in ambito medico. L’elaborazione di queste nozioni, infatti, potrebbe aiutare gli operatori sanitari a rispondere in maniera più efficiente alle epidemie.

A seguito dei risultati ottenuti dallo studio sull’influenza, Scripps ha sviluppato uno studio clinico che si basa su un’applicazione di condivisione. Gli adulti statunitensi possono condividere i dati dei loro dispositivi indossabili supportando così gli scienziati dello Scripps Research Translational Institute. Tutto questo per permettere uno studio più approfondito per quel che riguarda l’insorgenza e la diffusione delle malattie virali.

DETECT si connette quindi ai dispositivi indossabili, tra cui proprio i prodotti Fitbit, per monitorare i dati. vengono tenuti sotto controllo variazioni di battito cardiaco, attività e sonno. Questi fattori possono fornire un’indicazione precoce di una malattia virale. L’app mobile gratuita MyDataHelps conduce lo studio.

Grazie a questo sistema migliaia di persone hanno l’opportunità di contribuire all’elaborazione di risposte più efficienti contro le epidemie di malattie virali. I dati di DETECT saranno infatti fonte di studio per tutti gli scienziati e virologi coinvolti nel progetto. Per aiutare non c’è nulla di più semplice, basterà solo indossare il dispositivo Fitbit, con rilevazione del battito cardiaco e condividere i dati.

Alla luce della stagione influenzale in corso e della pandemia globale di COVID-19, abbiamo enormi opportunità per ottimizzare il tracciamento delle malattie e migliorare la salute della popolazione”, queste le parole di Jennifer Radin, PhD, esperta di epidemiologia dello Scripps Research Translational Institute che sta conducendo lo studio.

Giulia Garassino

Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metal Slug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare platform, hack & slash e GDR. Il mio titolo preferito? Nier Automata. Il gioco su cui ho speso più ore? Battlefield, che domande! Eppure, una grandissima fetta del mio cuore è occupata da Fable, amore di vecchia data. Dimenticavo, ho provato così tante tastiere che, ad occhi chiusi, potrei dirvi che switch montano!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button