fbpx
MotoriNewsVideogiochi

Formula 1: il videogiocatore Enzo Bonito batte un pilota su pista reale

Un allenamento di simulatori e videogiochi di guida alla base della vittoria

formula 1

Un accanito videogiocatore è riuscito, sfruttando soltanto un allenamento basato sui simulatori di guida, a battere un vero ex pilota di Formula 1 su una pista reale.

La gara tra giocatore e pilota di Formula 1

L’accanito videogiocatore Enzo Bonito ha dimostrato tutto il suo valore in una competizione, svoltasi il 19 gennaio, su una tortuosa – e reale – pista in Messico.

In questa location Bonito è infatti riuscito a lasciare tutti senza parole su pista non un avversario qualunque, ma l’attuale pilota di Formula E ed ex di Formula 1 Lucas Di Grassi.

A permettere al giocatore appena ventitreenne di sconfiggere il suo rivale, apparentemente avvantaggiato da anni e anni di esperienza sul campo, è stato l’allenamento di Bonito, fatto di pane e simulatori di guida!

Tra simulazione e realtà

La sfida tra l’ex pilota di formula 1 e l’appassionato videogiocatore ha dimostrato le possibilità sempre più vaste offerte dai simulatori di guida.

Questi ultimi si sono infatti evoluti man mano, fino a diventare capaci di rappresentare virtualmente perfino i dettagli più importanti di una corsa, come l’usura delle gomme e la precisa gestione delle auto.

A fornire un ampio contributo sono anche le periferiche: abbandonati mouse e tastiera, i giocatori si allenano proprio come i loro alter ego del mondo reale, tramite volanti e pedaliere fisiche sempre più precise e confortevoli.

[amazon_link asins=’B0711NNGSR,B079YLVV89,B01BVEEJG4′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’5e9a7fc6-2209-44a2-9986-e1ea24b2eb09′]

In confronto ai decenni di formazione – e campionati – dei piloti reali, questi allenamenti virtuali hanno sempre corso il rischio di sembrare meno “efficaci”, soprattutto a coloro che vivono quotidianamente nel settore delle corse.

La sfida tra Bonito e Di Grassi potrebbe quindi rappresentare un grande passo nel percorso per rendere validi gli allenamenti tramite simulatori, dimostrando la loro capacità di trasformare giocatori professionisti in veri e propri campioni, anche al di fuori del mondo virtuale!

Source
futurism

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button