fbpx
AttualitàCulturaNews

FuturED, nasce l’acceleratore di startup nel campo dell’educazione e la formazione

Le start-up nel campo della tecnologia per l'educazione hanno un nuovo punto di riferimento

E’ nato FuturED, il programma di accelerazione per le startup che operano nel campo delle tecnologie applicate all’educazione e alla formazione. E’ stato realizzato grazie a un’iniziativa di CDP Venture Capital Sgr, tramite il Fondo Acceleratori. La dotazione iniziale è di 1,65 milioni di euro e una delibera di altri 1,5 milioni di euro per follow-on post accelerazione.

FuturED rappresenta un nuovo importante punto di riferimento nel network di acceleratori di startup distribuiti sul territorio italiano. Si va ad aggiungere alla Rete Nazionale Acceleratori CDP. Lo scopo è aiutare le startup focalizzate sui settori ad alto potenziale di mercato.

I partner dell’acceleratore di startup FuturED

H-FARM, di cui vi avevamo già parlato, è una piattaforma di innovazione che punta a creare nuovi modelli di impresa e di educazione in ottica digitale. Il suo supporto operativo è stato fondamentale per FuturED, assieme alla partnership con il Dipartimento di Management dell’università Ca’ Foscari Venezia.

Il ruolo del dipartimento universitario è quello di advisor scientifico. Anche altre realtà industriali contribuiranno al progetto come partner. Tra questi, ci sono Angelini Academy, Cisco, lo IED (Istituto Europeo di Design) e Vodafone Italia.

b-heroes-startup

Come verranno supportate le startup

Il programma di FuturED durerà 3 anni, e intende selezionare e poi accelerare 30 startup, 10 ogni anno. Queste dovranno offrire soluzioni digitali, programmi e tecnologie innovative per l’educazione e in generale per la formazione dedicata ad ogni fascia d’età.

Le principali aree di interesse designate sono la formazione scolastica (dalla scuola dell’infanzia a quella superiore), la formazione universitaria (dal post diploma al master), la formazione aziendale e la formazione continua. Si svolgerà all’interno dell’H-FARM Campus, nei pressi della Laguna di Venezia. Si tratta del più grande polo d’innovazione in Europa, ed ospita fino a 3mila persone.

Le startup selezionate affronteranno un percorso di crescita di 8 mesi. I primi 4 saranno concentrati sull’accelerazione del business e 4 alle attività di sviluppo commerciale e alla raccolta fondi. Ci si potrà confrontare direttamente con gli esperti delle aziende coinvolte nel progetto.

Source
Comunicato Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button