fbpx

Durante l’Early Access di Ghost Recon Breakpoint, svoltosi il primo ottobre, alcuni oggetti Time-Savers si erano rivelati come disponibili soltanto a pagamento. In vista dell’uscita effettiva del titolo, fissata per il 4 ottobre, Ubisoft ha voluto dire la sua proprio sul ruolo che queste microtransazioni avranno all’interno del gioco.

Le microtransazioni in Ghost Recon Breakpoint

Il 1 ottobre ha avuto luogo l’accesso anticipato a Ghost Recon Breakpoint, avvenimento che ha permesso a tutti i fan della serie di dare un’occhiata più da vicino alle caratteristiche dell’ultimo titolo firmato Ubisoft.

Uno dei dettagli che ha stupito maggiormente i giocatori è stata la presenza, nel negozio, di alcuni oggetti disponibili soltanto a pagamento, e ideati per “far risparmiare tempo” agli utenti (come bundle di punti abilità , potenziamenti XP e pacchetti potenziamenti avanzati per armi).

Questi ultimi avrebbero infatti facilmente rischiato di rendere Breakpoint un “pay-to-win”, soprattutto vista l’invasività del sistema di acquisto.

[amazon_link asins=’B07RL7ZFY6,B07RHTDGB2,B07RP1BNG9′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’3d5dd8c7-19ce-4e7c-b383-13be1641de89′]

Ubisoft dice la sua 

A commentare la presenza di microtransazioni su oggetti “Timme Savers” è stata proprio Ubisoft, che ha dichiarato quanto l’assenza di queste ultime fosse uno dei punti cardine della saga, e di come la presenza di questi oggetti acquistabili durante l’Early Access fosse soltanto un errore.

Gli elementi disponibili a pagamento, sempre stando a quanto dichiarato dalla società, andranno a rappresentare un metodo opzionale per gli utenti che andranno ad iniziare il gioco post-lancio, ideati per permettere loro di raggiungere più facilmente coloro che hanno giocato al titolo più a lungo!

Per rimediare al proprio errore, Ubisoft ha – per il momento – tolto gli oggetti “incriminati” dal negozio di Ghost Recon Breakpoint, ora disponibile su Xbox One, Playstation 4 e PC.

Avevate già notato la presenza di questo sistema di microtransazioni? Condividete la presenza futura di questi elementi, ideati per permettere a tutti i giocatori appena arrivati di godersi l’esperienza di gioco appieno?


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
0
Rabbia
Confusione Confusione
0
Confusione
Felicità Felicità
0
Felicità
Amore Amore
0
Amore
Paura Paura
0
Paura
Tristezza Tristezza
0
Tristezza
Wow Wow
0
Wow
WTF WTF
0
WTF
Maria Elena Sirio

author-publish-post-icon
Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.