fbpx
Cultura

10 film per celebrare la Giornata internazionale della danza

Festeggiamo questa ricorrenza con titoli che hanno segnato la nostra cultura

Il 29 aprile è la Giornata internazionale della danza. Una ricorrenza nata per celebrare una delle più amate e antiche arti a cui l’umanità si sia dedicata. Ogni anno, dal 1982 anno della creazione di questa occasione, una personalità rilevante da questo mondo, dedica una riflessione personale sull’argomento. Quest’anno toccherà al ballerino tedesco Friedemann Vogel, che raccoglie il testimone del sudafricano Gregory Vuyani Maqoma. C’è però un’altra arte che è strettamente legata al mondo della danza, ovvero il cinema, e così abbiamo voluto unire questi mondi, consigliandovi dieci titoli adatti per questa giornata.

Giornata internazionale della danza, ricordarla attraverso i film

Sul rapporto tra la danza e il cinema sono stati scritte pagine e pagine. Dopotutto fin dai primi del Novecento questi due campi artistici sono stati strettamente collegati. È un legame che in qualche modo vede il teatro come anello di congiunzione, che è al contempo fonte di ispirazione chiave per la cinematografia e ambito che da secoli ‘flirta’ con il mondo della danza (spesso condividendone i luoghi).

Come non pensare ad esempio agli innumerevoli adattamenti di musical visti nel corso della storia della settima arte? Questi spettacoli, punto d’incontro fra teatro, musica e ballo, hanno dato vita ad alcuni dei film più indimenticabili di tutti i tempi, celebrati anche con tantissimi riconoscimenti. Basti ricordare che ancora oggi, il quarto (dopo il podio a pari merito) film con più Oscar raccolti nella storia è West Side Story. E l’amore per i musical della settima arte è vivo ancora oggi. Guardando alla stagione cinematografica in arrivo tra i film più attesi dalla critica spiccano In The Heights e il nuovo adattamento proprio di West Side Story di Steven Spielberg. Appunto, entrambi musical.

La vicinanza tra le due arti però va oltre questo. La passione per la danza, così forte e intrinseca nell’uomo sin dagli albori della civiltà, costituisce un espediente drammatico potentissimo. Per questo motivo nel corso del tempo è stata spesso al centro di storie profonde ed emozionanti, portate sullo schermo con ottimi risultati. Gli anni ’80 in particolare hanno visto una rinascita di questi racconti, con diversi cult legati in qualche modo al ballo.

Per tutti questi motivi quindi abbiamo voluto raccogliere dieci dei film più memorabili che possono essere la scelta perfetta per celebrare la Giornata internazionale della danza. Se quindi questa sera volete rendere omaggio a questa antichissima arte, iniziate a preparare i popcorn e scorrete la lista insieme a noi…

10 film che celebrano la danza, la nostra selezione

Nello scegliere i titoli per questo elenco abbiamo voluto complicarci la vita. L’obiettivo è stato quello di selezionare titoli dove la danza avesse un ruolo, se non centrale, quantomeno di rilievo. Per questo motivo quindi abbiamo evitato di includere dei musical semplicemente per il loro genere: non è stato sufficiente che ci siano sequenze di ballo per entrare nella nostra lista, ma doveva essere un elemento importante della narrazione.

Vale però come sempre l’invito ad arricchire questa selezione con le vostre proposte. Come detto, il rapporto tra le due arti è fortissimo e di film per celebrare la Giornata internazionale della danza ce ne sono moltissimi. Noi ci siamo fermati a dieci, ma nulla vi vieta di segnalarci i vostri preferiti nei commenti. E ora, fatte le dovute premesse, si va in scena: eee cinc, sei, sett, ott…

Step Up

Partiamo in leggerezza, con un titolo che non ha avuto un riscontro critico eccezionale, ma che si è comunque guadagnato il titolo di cult. Step Up racconta la storia d’amore tra Tyler e Nora, che legano proprio ballando insieme in accademia. Una vicenda che, come le più grandi avventure del genere, porta all’incontro tra due mondi diversi e a una crescita dei personaggi grazie a ciò. Soprattutto però questo film parla della passione per il mondo della danza, supportato dal contributo alla regia della coreografa Anne Fletcher. E se vi ha convinto, potreste anche tuffarvi alla scoperta dei ben quattro sequel che ha generato…

Step Up è disponibile su Netflix.

Saranno famosi

Da un’accademia di danza all’altra, qui si arriva alla High School of Performing Arts di New York City. Soprattutto, troviamo il primo titolo degli anni ’80, uno dei decenni che più ha sviluppato il rapporto tra cinema e arte. Un racconto di formazione, che si sviluppa sui diversi anni della scuola seguendo le vite di diversi studenti, tra attori, cantanti e naturalmente ballerini. Saranno famosi è diventato un vero e proprio cult, anche grazie alla sua iconica colonna sonora premiata con un Oscar, insieme a quello per la Miglior canzone, l’indimenticabile Fame di Irene Cara.

Saranno Famosi (1980)
  • Panabaker,Naughton (Actor)
  • Audience Rating: G (audience generale)

La febbre del sabato sera

Torniamo indietro di qualche anno, al 1977, nel decennio della musica disco. La febbre del sabato sera è certamente uno dei film più simbolici di quell’epoca, capace di lasciare una traccia indelebile nella cultura popolare. Le evoluzioni di Tony Manero (un giovane John Travolta pronto a conquistare il mondo) sulla pista da ballo, sulle note indimenticabili dei brani dei Bee Gees, hanno fatto storia e, sebbene la danza non sia il vero e proprio centro della narrazione, resta un elemento fondamentale di quest’opera. E ora, provate a togliervi dalla testa “Ah, ha, ha, ha, stayin’ alive, stayin’ alive“…

La febbre del sabato sera è disponibile su Netflix.

Flashdance

Torniamo agli anni ’80 e torniamo in una Accademia di Danza, questa volta a Pittsburgh. Soprattutto, torniamo agli scaldamuscoli, diventati una delle icone più riconoscibili di questo film. Alex è una giovane ragazza che ha il sogno di ballare e che lotta per raggiungerlo, facendo un doppio lavoro e continuando gli allenamenti per poter seguire il suo percorso. Flashdance è una storia di grande passione, dedizione e forza di volontà e per questo è un ottimo titolo per celebrare la Giornata internazionale della danza.

Flashdance
  • Bauer, Belinda, Nouri, Michael, Beals, Jennifer (Actors)
  • Lyne, Adrian (Director)

Cantando sotto la pioggia

Quando si pensa alle più memorabili sequenze di ballo della storia del cinema, non può non venire in mente Gene Kelly e i suoi passi felici sotto la pioggia. Si tratta di una delle scene più citate e omaggiate della settima arte: una bella soddisfazione, considerato che l’attore si trovò a girarla con una febbre altissima. Cantando sotto la pioggia è un’opera fondamentale, che celebra il rapporto tra la danza e il cinema, raccontando al contempo il complesso passaggio di quest’ultimo dall’epoca del muto a quella del sonoro. Insomma, un titolo che non poteva mancare in questa lista dedicata alla Giornata internazionale della danza.

Cantando sotto la pioggia è disponibile su NOW.

Dirty Dancing

Now I’ve had the time of my life… No I never felt like this before…“. È bastato leggere il titolo di questo film per far risuonare la canzone principale e per riportare la vostra memoria direttamente nelle Catskill Mountains. La storia d’amore tra Johnny e Baby, portati sullo schermo da Patrick Swayze e Jennifer Grey rispettivamente, ha fatto sognare generazioni e deve tutto proprio alla danza. Un cult ancora una volta degli anni ’80, che è tempo di riscoprire: approfittiamo di questa ricorrenza per farlo.

Dirty Dancing è disponibile su Prime Video.

Il cigno nero

Nei titoli che abbiamo visto finora la danza è stata un sogno positivo, un obiettivo da inseguire o un catalizzatore per l’amore. Tuttavia esiste un lato più oscuro della passione, quando diventa ossessione fino a turbare la psiche. È questo uno dei temi de Il cigno nero, celebratissimo film di Darren Aronofsky. Natalie Portman interpreta (con una performance letteralmente da Oscar) Nina, una ballerina che arriva fino all’estremo per riuscire a portare in scena alla perfezione Il lago dei cigni. Probabilmente uno dei film più segnanti degli ultimi anni sul mondo della danza e per questo degno di una posizione nel nostro elenco.

Il cigno nero è disponibile su Disney+.

Billy Elliot

Basato in parte su una storia vera, Billy Elliot è un film che racconta dell’importanza di seguire la propria passione, anche a costo di doversi scontrare con i pregiudizi della società. Il talento del giovane protagonista è immenso e il suo destino è sul palcoscenico, ma il mondo che è intorno a lui non è pronto ad accettarlo. Il padre, convinto che la danza classica non sia un’attività adatta agli uomini, lo spinge continuamente verso attività più tradizionalmente virili come il pugilato. Tuttavia, la forza di Billy è eccezionale ed è pronto a tutto per raggiungere il suo sogno.

Billy Elliot è disponibile su Netflix.

Footloose

Da un sogno a un incubo, almeno per chi vuole celebrare la Giornata internazionale della danza. Provate a pensare a un mondo che ha bandito completamente il ballo. È proprio qui che si ritrova Ren (interpretato da Kevin Bacon, in uno dei suoi ruoli più celebri), un ragazzo di Chicago trasferitosi in un piccolo paese di campagna dove ogni attività che possa corrompere i giovani è proibita. Toccherà a lui prendere il controllo della situazione e dare vita a una ribellione, che liberi la cittadina da queste restrizioni. Un altro cult assoluto, ancora una volta dagli anni ’80, che vi farà venire voglia di saltare in piedi sul divano e ballare.

Footloose è disponibile su Prime Video.

Happy Feet

Abbiamo aperto in leggerezza e chiudiamo su toni ancora più leggeri. Happy Feet è un film animato che racconta del piccolo Mambo, l’unico pinguino della sua colonia che non sa cantare. Il suo dono però è un altro, ovvero un talento eccezionale nel ballare il tip-tap. Un’opera che può sembrare bizzarra (ancora di più se si pensa che è opera di George Miller, creatore della saga ad alto tasso di ottani e adrenalina Mad Max), ma che è indubbiamente valida, tanto da essere uno dei pochi titoli non Disney o Pixar ad aver vinto l’Oscar al Miglior film d’animazione. La scelta perfetta per celebrare la Giornata internazionale della danza in famiglia.

Happy Feet
  • Anthony Lapaglia (Actor)
  • George Miller (Director)

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button