fbpx
NewsTech

Google Meet ottiene nuove funzionalità

Nuove funzioni in arrivo per la "lotta" contro i rivali come Zoom

Google Meet deve stare al passo coi tempi e competere con i suoi rivali, altrimenti rischia di finire nel dimenticatoio. Per questo sembrano essere in arrivo nuovi aggiornamenti.

Google Meet si aggiorna

Google sta implementando alcune nuove funzionalità avanzate per tutti gli utenti di Meet, incluso il layout a griglia (o a piastrelle) che è stato reso popolare da Zoom. Tutte le nuove funzioni aggiunte sono state richieste a voce alta direttamente dagli utenti, che Big G ha pensato bene di accontentare.

Meet sta diventando sempre più efficiente e piacevole da usare. Il layout a griglia supporta al momento fino a 16 persone, può essere attivato in qualunque videochiamata ma dà il meglio di se con il numero massimo di utenti. In precedenza, il massimo di persone visualizzabili era di 4, ed il sistema sceglieva in automatico i 4 attivi vocalmente.

google meet

Diamo ora il benvenuto anche alla cancellazione del rumore di fondo e alla modalità “scarsa illuminazione” basata sull’intelligenza artificiale. Entrambe molto utili, migliorano notevolmente la qualità delle videochiamate soprattutto se effettuate per motivi lavorativi.

Con la nuova modalità “scarsa illuminazione”, l’intelligenza artificiale dietro Meet si adopererà nel migliorare il rumore dell’immagine e renderla più fluida, con immagini più naturali.

Addio rumore

Ma la cancellazione del rumore sembra la vera star di questo aggiornamento. È stata progettata per filtrare in modo intelligente il rumore di fondo in modo da prevenire interruzioni durante le riunioni.

Dal rumore prodotto dalla digitazione su tastiera, a quello dell’auto appena passata  a tutto gas sotto casa, al rumore di un telefono che squilla o di un elettrodomestico acceso. Nulla di tutto ciò dovrebbe più disturbare i lavoratori alle prese con una videochiamata su Google Meet.

Infine è stata aggiunta una nuova funzionalità che consente di condividere soltanto una scheda specifica del browser Chrome anziché l’intera finestra di Chrome o l’intero desktop. Utilissima se per evitare figuracce (avete capito di cosa parlo).

Livio Marino

Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button