fbpx
Google-Stadia-Semantic-ML-Tech-Princess

Semantic ML: Google presenta il nuovo strumento per Stadia


Google ha recentemente presentato un nuovo strumento che utilizzerà per Stadia, il Semantic ML, realizzato per aiutare gli sviluppatori a costruire un’Intelligenza Artificiale (AI) migliore e più realistica per i giochi.

Lo strumento è stato progettato in modo che gli sviluppatori possano avere un modo rapido per creare un’intelligenza artificiale con una personalità: l’obiettivo principale è quello di testare quel prototipo di AI nelle prime build di gioco.

Naturalmente i giocatori non sarebbero in grado di accedere allo strumento ma ne trarrebbero beneficio dagli sviluppatori che vi hanno accesso, in quanto porterebbe in luce alcuni aspetti interessanti dei futuri giochi sulla piattaforma.

Semantic ML: il “Dungeon Master” del gioco

Se vi risulta difficile provare ad immaginare come potrebbe essere un’AI in-game, Anna Kipnis di Google ve lo spiega in modo semplice e diretto. Kipnis si riferisce ad esso come ad una specie di “Dungeon Master del gioco”, in grado di adattare il contenuto al giocatore. Le cose si baserebbero su ciò che i giocatori hanno già fatto nel gioco.

Praticamente si tratta dello stesso principio che utilizzano alcuni giochi: ovvero quelli che hanno una storia che cambia in base alle decisioni dei giocatori.

Kipnis menziona anche che le dimostrazioni saranno presentate nel corso del 2020 e ciò darà agli sviluppatori e ai giocatori un’idea di come potrebbe apparire un prodotto finito.

Inoltre questa non è la prima volta che la tecnologia AI viene menzionata in collaborazione con Stadia. Lo scorso ottobre, infatti, si è parlato di come le narrazioni degli NPC, alimentate dalla tecnologia dell’intelligenza artificiale, sarebbero cambiate in modo che ogni giocatore potesse avere un’esperienza unica.

Semantic ML potrebbe anche essere utilizzato per aiutare gli sviluppatori a personalizzare le missioni in fase di esecuzione, le quali potrebbero cambiare in base alle decisioni dei giocatori.  L’obiettivo principale, ora, è quello di utilizzare questo nuovo strumento per costruire un mondo di gioco migliore.

 


Veronica Ronnie Lorenzini

author-publish-post-icon
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link