fbpx
NewsTech

Google sta lavorando ad uno speciale touchpad

Si potrebbe realizzare con un tatuaggio temporaneo sulla pelle

Google sta provando a lavorare su elementi indossabili per migliorare l’esperienza dell’utente. L’ultima idea è la realizzazione di un tatuaggio che permetta lo sviluppo di uno speciale touchpad.

L’idea del touchpad di Google sulla pelle

Non manca di certo la creatività nel team di sviluppatori di Google. Dopo l’esperienza non troppo positiva dei Google Glass, la nuova idea è rappresentata da questo nuovo oggetto indossabile. L’idea è tanto bizzarra, quanto imprevedibile. Si tratterebbe di un tatuaggio temporaneo ad alta tecnologia che trasformerebbe la pelle dov’è presente in un touchpad gigante.

I dettagli dell’idea

Flesh Look CNET riferisce che l’idea alla base del progetto del tatuaggio, denominato SkinMarks, è quella di rendere più naturale l’interazione dell’utente con la tecnologia. Questi SkinMark potranno essere applicati a dita o altre zone della mano che controlliamo con abilità motorie istintive. Si andranno quindi ad utilizzare i sensori semplicemente muovendo un dito della mano o stringendo il pugno.

L’obiettivo dell’azienda

Sicuramente l’attenzione di Google è posta nei confronti degli interessi degli utenti, da cui poi si potrà avere un feedback rispetto a questo nuovo prototipo da lanciare successivamente nel mercato. L’intenzione è quella di provare a migliorare la facilità di utilizzo di queste apparecchiature. La possibilità di indossare nuovi strumenti tecnologici porterebbe l’utente ad avere nuove esperienze. Potranno quindi esser raccolti dei dati utili per la ricerca di strumenti e informazioni sempre più idonee al soggetto che ne fa utilizzo.

Spazi pubblicitari per il touchpad di Google

Non è da escludere la presenza di pubblicità mirate derivanti da questo tipo di esperienza. Questa è una particolare fonte di guadagno per l’azienda, su cui incassa circa 160 miliardi di dollari ogni anno. Se sfruttata a dovere, potrebbe aumentare notevolmente il proprio fatturato. Resta da vedere come si porterà questo tipo di prodotto sul mercato.

Offerta

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button