fbpx
Lifestyle

Il viaggio della compagnia di Hobbit verso il Monte Fato

Gli Hobbit di Nicolas Gentile in viaggio attraverso l'Italia di Mezzo

Qualche tempo fa vi abbiamo raccontato la storia di Nicolas Gentile, il pasticcere abruzzese di 37 anni intenzionato a costruire una contea di Hobbit nei dintorni di Bucchianico, a pochi chilometri da Chieti. Un progetto ambizioso, che sta andando avanti nel migliore dei modi. Proprio in questi giorni, infatti, Nicolas ha deciso di ripercorrere il viaggio della nota saga tolkeniana verso il Monte Fato – che, in questo caso, sarà sostituito con il Vesuvio -. L’obiettivo, come potete immaginare, è quello di raccogliere fondi per costruire il villaggio. E Nicolas sembra abbastanza certo di riuscire nel suo intento. Vediamo come.

Hobbit in marcia verso il Vesuvio: il progetto di Nicolas Gentile

Il viaggio di Nicolas Gentile e della Compagnia dell’Anello verso il Vesuvio è cominciato lo scorso 27 Agosto. Nove uomini vestiti come i personaggi de “Il Signore degli Anelli” sono partiti dalla Contea d’Abruzzo per gettare l’anello nel Vesuvio, ripercorrendo così il viaggio della saga di Tolkien. A partire, oltre a Gentile – conosciuto anche come Samvise Gamgee -, ci sono: Francesco, un fotografo che ha scelto di tagliarsi i capelli per assomigliare a Legolas; Simone, che indossa cappello a punta e bastone per darsi un tono autorevole che ricorda Gandalf; Cristian, travel creator che ha già percorso l’Islanda a piedi. E poi ancora Boromir, Gimli, Frodo, Marry e Pipino. Una Compagnia dell’Anello a tutti gli effetti, che punta a raggiungere il Vesuvio il prossimo 2 Settembre.

Hobbit viaggio

Sono 30 chilometri al giorno, sei ore di camminata circa. Mi preparo per questo viaggio da tre mesi e sono il meno allenato della Compagnia“. Così Nicolas Gentile ha commentato il suo percorso, che si snoderà in 7 diverse tappe, tra cui il Bosco di Sant’Antonio a Pescocostanzo, dove si trova una delle faggete più antiche d’Europa. Da qui gli Hobbit si muoveranno lungo i monti della Majella e le campagne molisane, per poi dirigersi verso la storica Pompei e da qui raggiungere il Vesuvio. “Abbiamo l’attrezzatura da campeggio ma siamo aperti all’imprevisto. Nelle prime due notti dormiamo in due fantastici castelli abruzzesi, quello di Roccascalegna, che si dice sia infestato dai Nazg…ehm, dai fantasmi, e quello di Palena. Abbiamo allertato le autorità competenti, sarà un’avventura in sicurezza e nel pieno rispetto dell’ambiente. Quello che più mi spaventa sono i dolori muscolari e articolari“.

Il progetto di Nicolas è chiaramente quello di percorrere la cosiddetta “Italia di Mezzo” per gettare l’anello nel Vesuvio, degno sostituto del Monte Fato. Un’idea scaturita dalla passione del pasticcere abruzzese per la saga di Tolkien. Non a caso, negli ultimi anni Gentile ha cominciato a vivere come un vero e proprio Hobbit, trascorrendo le sue giornate fumando l’erba pipa e passeggiando scalzo per i prati verdi.

Un viaggio per finanziare la contea degli Hobbit

La stravagante marcia per l’Italia di Nicolas Gentile ha un obiettivo di grande rilievo: costruire un villaggio Hobbit nella realtà di Bucchianico, un paesino a pochi chilometri da Chieti. Qui nascerà la Contea Gentile, dove tutti potranno vivere come se si trovassero in uno dei libri di Tolkien. “Sarà una sorta di agriturismo fantasy, anche se non mi piace chiamarlo così e non mi piace considerare i visitatori come semplici clienti. Certo, l’aspetto commerciale è inevitabile, ma vorrei si creasse un rapporto umano con una comunità unita dall’amore per il Signore degli Anelli e per la natura. Se avessi voluto fare soldi mi sarei buttato sulle criptovalute“. Così ha commentato Nicolas, che a Settembre farà partire una campagna di crowfunding online per riuscire a realizzare il villaggio. L’obiettivo, infatti, è quello di aprire la Contea Gentile entro Settembre 2022.

Il viaggio della Compagnia, che potete seguire sull’account Instagram @_myhobbitlife_, non è altro che una modalità innovativa per promuovere il progetto di costruzione del villaggio. “La gente si vede arrivare nove uomini travestiti da elfi e nani, qualcuno ci riconosce. Noi ci divertiamo a prenderli in giro“. Così ha dichiarato Nicolas Gentile, autore dei progetti ispirati alla celebre saga “Il Signore degli Anelli”. “Pochi giorni prima di partire abbiamo fatto un’escursione in kayak sul fiume Tirino e ci sembrava di rivivere la scena in cui la Compagnia naviga il fiume Anduin e si ritrova al cospetto degli Argonath (due colossi di pietra raffiguranti i Re di Gondor, Isildur e Anàrion). A Campo Imperatore, invece, era come trovarsi a Rohan“.

A rendere unico il viaggio è il ritorno. La compagnia di Hobbit non tornerà a casa a cavallo di aquile gigantesche, bensì in macchina. Un po’ banale, è vero, ma senza dubbio funzionale. In fondo, dopo tanta fatica la Compagnia si è meritata un po’ di riposo.

Offerta
Il Signore degli Anelli - Trilogia Steelbook (4K Ultra HD)...
  • Signore degli Anelli: La Trilogia - Edizione Steelbook 4K
  • 4K Ultra HD
  • 9 Dischi

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button