fbpx
NewsTech

Apple fa di tutto per aumentare le vendite dell’HomePod

Apple assume Afrooz Family come HomePod Software Head

L’HomePod di Apple non sembra riscuotere il successo sperato sul mercato. E la compagnia di Cupertino si trova costretta a correre ai ripari. Proprio per questo, ha deciso di assumere un nuovo HomePod Software Head per ottimizzare il prodotto e riuscire a competere con l’altoparlante intelligente più venduto al momento, l’Amazon Echo. Ecco allora spiegato il ritorno di Afrooz Family, che ha già lavorato in Apple tra il 2012 e il 2018, prima nelle applicazioni audio e poi come Senior Audio Engineer.

HomePod: Apple assume un nuovo Software Head

Afrooz Family sarà il nuovo HomePod Software Head di Apple, e avrà il compito di incrementare il più possibile le vendite dell’altoparlante intelligente della compagnia. Una responsabilità importante, che Apple ha scelto di affidare ad una vecchia conoscenza. Da quanto riferito da Bloomberg, Family lasciò la società nel 2018 per co-fondare la startup audio Sync con l’ex designer Christopher Stringer. Lo stesso ha poi abbandonato la startup all’inizio del 2021, dopo aver contribuito allo sviluppo di Cell Alpha, il primo diffusore trifonico al mondo.

Chiaramente, il settore di provenienza di Family non può far altro che giovare alle vendite dell’HomePod Apple, che sta soffrendo non poco la competizione dell’Amazon Echo. E non solo. Anche Google sembra aver oramai guadagnato una discreta fetta di mercato nel settore. Le analisi hanno infatti dimostrato che più di due terzi degli altoparlanti negli Stati Uniti sono a marchio Amazon, e un quarto a marchio Google. Apple, invece, riesce a malapena a raggiungere un terzo.

Tra l’altro, ricordiamo che la compagnia ha abbandonato la produzione di HomePod per concentrarsi sull’HomePod mini. Insomma, la situazione è chiara. Conquistare il mercato degli altoparlanti intelligenti è la prossima sfida della compagnia di Cupertino. Riuscirà Family a raggiungere un obiettivo tanto ambizioso? Oppure saremo costretti a dire addio anche all’HomePod mini?

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button