fbpx
CulturaEventi

A Pisa dal 7 al 10 ottobre torna Internet Festival

La parola d’ordine dell’edizione numero undici sarà #Phygital

Dal 7 al 10 ottobre prossimi torna a Pisa, per l’undicesima edizione, Internet Festival.

La manifestazione sarà ospitata in ben dodici sedi, e il suo fitto e articolato programma è suddiviso in dieci aree tematiche.

Possiamo però dire che il leitmotiv di questa edizione di Internet Festival, il cui eloquente sottotitolo è Forme di futuro, è la formula (o meglio l’hasthag) #Phygital. Che, come vedremo, indica una commistione di fisico e digitale.

Partiamo da qui, dallo spirito che caratterizza Internet Festival 2021, e scopriamo poi gli appuntamenti principali della rassegna.

Internet Festival 2021 all’insegna dell’hasthag #Phygital

#Phygital nasce dall’unione delle parole physical (fisico) e digital.

Quale sia il suo significato profondo è ben spiegato in una pagina ad hoc del sito ufficiale della manifestazione. #Phygital “riassume l’unione di atomi e di bit, sintetizza la vicinanza tra mondo reale e mondo virtuale, ormai indissolubilmente fusi. È un paradigma utile per definire un ecosistema integrato dove fisico e digitale rappresentano due forme della stessa esperienza, dove un’unica fluida transizione consente l’interazione continua tra reale e digitale, tra essere umano e macchina. È un ecosistema complesso dove i mezzi (cellulare, oggetti IoT, tecnologia indossabile, ubiquitous computing) sono solo dei supporti perché l’intersezione phygital trovi la sua piena realizzazione.

I recenti avvenimenti estendono il termine a molte attività comuni e, fino a poco tempo fa, svincolate dall’uso obbligato della tecnologia: dallo smart working alla Didattica a Distanza, dagli acquisti alla partecipazione politica, dall’organizzazione del tempo libero alla gestione della sanità. La transizione phygital è un passaggio evolutivo ampiamente in atto, espressione di quotidiane modifiche comportamentali, intellettuali e culturali.”

Internet

Lo spirito del festival

Ecco dunque che Internet Festival di quest’anno indagherà questa zona di confine tra digitale e fisico. Lo farà con una grande quantità di incontri, e prestigiosi ospiti italiani e internazionali.

Anche le forme dei vari appuntamenti saranno le più varie, a testimonianza di come il digitale stia cambiando le forme di fruizione dell’arte, creando ibridazioni e aprendo nuove vie di conoscenza. A Pisa il pubblico di Internet Festival potrà contare, ad esempio, su installazioni interattive, panel scientifici, incursioni di street art, musica e degustazioni multisensoriali.

Le dieci aree tematiche

Per comprendere meglio l’ampiezza di argomenti e di approcci, vale la pena di vedere in una rapida carrellata quali sono le dieci aree tematiche che compongono Internet Festival.

Legal Tech

È la sezione dedicata al diritto in ambito digitale, che aprirà il festival venerdì 7 ottobre alle ore 10.30.

Interverranno Andrea Saracino, ricercatore IIT-CNR per la cybersecurity e coordinatore del progetto europeo SIFIS-Home, che ha l’obiettivo di migliorare la sicurezza e la resilienza di sistemi interconnessi delle future case ‪intelligenti.

Nella sessione Digital Law dialogheranno di regolazione sovranazionale e nazionale Pasquale Stanzione, presidente dell’Autorità garante per la protezione dei dati personali, e il sociologo Derrick De Kerckhove.

Paritalk

Un dibattito sulla parità di diritti nel digitale sarà animato da Emanuela Griglié, dall’attivista femminista intersezionale e LGBT Isabella Borrelli, dalla giurista e attivista Cathy La Torre, dall’artista Fumettibrutti e da altri ospiti.

Cibern/Etica

Tra gli appuntamenti della sezione, segnaliamo la presenza (da remoto) di Mariarosaria Taddeo, ricercatrice senior all’Oxford Internet Institute e vicedirettore del Digital Ethics Lab. Che discuterà di moral machine e della possibilità di dotare le ‪macchine di un’etica. Assieme a lei interverrà Dino Pedreschi, pioniere dello studio dei Big Data.

Democrazia in rete

Si parlerà di Bitcoin, di politiche del 5G, di cybersicurezza. E soprattutto di odio in Rete, con un panel a cui parteciperanno il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo, il consigliere del presidente della Toscana per le politiche giovanili, Bernard Dika e Max Ulivieri, blogger e scrittore.

Restare svaghi

Ci sarà anche tanta musica, sempre al confine tra dimensione fisica e digitale, oltre a proiezioni cinematografiche e installazioni interattive. Tra gli ospiti più attesi, il trombonista Gianluca Petrella.

Gusto digitale

Venerdì 8 e sabato 9 sarà la volta di due degustazioni multisensoriali, dove si dimostrerà come tecnologia e digitale sappiano allargare le percezioni sensoriali.

Internet

Arte e installazioni

Attesissima la performance di live painting dell’artista newyorkese Gaia, che Forbes ha inserito fra i trenta under 30 che stanno cambiando il mondo: per quattro giorni dipingerà una superficie di 30 metri quadrati.

In quest’area tematica non mancheranno le mostre e le esperienze in 3D.

Book(e)book

La sezione libri avrà #empowerment come parola chiave. Saranno presentati romanzi e saggi che parlano di democrazia, scuola, educazione civica, pensiero laterale e creatività, business per un mondo migliore.

T-Tour

È l’area tematica dedicata ai ragazzi delle scuole dai 6 ai 19 anni, da guidare alla scoperta di potenzialità, rischi e nuove opportunità della Rete. Tra gli altri appuntamenti, a Internet Festival ci sarà un ‪workshop sul social bon ton e un percorso interattivo dedicato alla netiquette, cioè al corretto comportamento da tenere in Rete.

Offerta
Internet For Dummies
  • Levine, John R. (Autore)

Online

Tanti i nomi che impreziosiscono gli eventi online di Internet Festival. Tra questi Anna Grassellino, ex studentessa dell’Università di Pisa incaricata dal Department of Energy degli USA di progettare il computer quantico più potente di sempre. Grassellino è stata premiata nel 2017 da Barack Obama con il Presidential Early Career Award for Scientists and Engineers.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button