fbpx
AttualitàCulturaNews

Marvel in tribunale per difendere gli Avengers

La Marvel ha presentato una serie di cause legali nel tentativo di mantenere il pieno controllo dei personaggi, tra cui Spider-Man e Iron Man

Il gigante dei fumetti Marvel si trova attualmente in tribunale per difendere i diritti e il copyright di alcuni eroi degli Avengers, tra cui Spider-Man e Iron Man. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

Marvel in tribunale per mantenere i diritti di alcuni personaggi degli Avengers

Le denunce sono arrivate dopo che la tenuta del defunto fumettista Steve Ditko ha presentato una notifica di cessazione con l’US Copyright Office per il copyright di Spider-Man e Dr. Strange. Entrambi sono attualmente detenuti dalla Marvel Entertainment.

Tuttavia la tenuta di Ditko, che ha co-creato entrambi i personaggi con il defunto Stan Lee, sta cercando di terminare la concessione del copyright alla Marvel entro giugno 2023 attraverso una clausola nella legge sul copyright degli Stati Uniti.

Il patrimonio di Ditko ha presentato le notifiche in agosto. Quest’ultima fa parte di una serie di notifiche presentate dall’avvocato di proprietà intellettuale Marc Toberoff per conto dei patrimoni di artisti e scrittori di fumetti. Tra di essi troviamo Don Heck, Gene Colan e Don Rico. L’obiettivo di Toberoff è quello di provare a reclamare i diritti su personaggi tra cui Iron Man, Thor, Vedova Nera, Occhio di Falco e Captain Marvel.

La Marvel, rappresentata da Daniel M. Petrocelli, ha risposto con una serie di azioni legali sostenendo che le creazioni sono “lavori fatti a noleggio”, ai quali non si applicano le disposizioni di risoluzione del Copyright Act.

“Le opere sono state realizzate su commissione, sono state create su richiesta e a spese della Marvel”, afferma la risposta della Marvel a Lawrence Lieber, fratello di Stan Lee, un altro dei clienti di Toberoff. “Qualsiasi contributo che Lieber ha dato alle Opere è stato fatto su richiesta dello staff editoriale della Marvel, che aveva il diritto di esercitare il controllo creativo sui contributi di Lieber”.

“Poiché si trattava di opere realizzate su commissione e quindi di proprietà della Marvel, abbiamo intentato queste cause per confermare che gli avvisi di cessazione non sono validi e non hanno alcun effetto legale”, ha detto Petrocelli al New York Times.

La risposta di Toberoff

Tuttavia Toberoff ha risposto, affermando: “Nel momento in cui tutti questi personaggi sono stati creati, il loro materiale non era sicuramente ‘lavoro su commissione’. Almeno secondo la legge. Questi ragazzi erano tutti freelance o appaltatori indipendenti, che lavoravano in modo frammentario per la tariffa dell’auto fuori dai loro scantinati”.

Ha poi aggiunto: “Al centro di questi casi c’è un’interpretazione anacronistica e molto criticata del ‘lavoro su commissione’ che deve essere rettificata”.

Nel 2009 gli eredi del fumettista Jack Kirby, rappresentati da Toberoff, hanno cercato di reclamare i diritti sui personaggi co-creati da Kirby. Tra di essi troviamo, nello specifico, Hulk e Capitan America. Il caso è stato risolto nel 2014 ma Toberoff, in merito a quell’evento, ha affermato:

“All’epoca, mi è stato chiesto se rimpiangessi di non aver raddrizzato l’ingiustizia legale ai creatori – cosa che in effetti ho fatto. Ho risposto che ci sarebbero stati altri casi simili. Ora, eccoci qui”.

Marvel The Falcon and the Winter Soldier Felpa
  • Official Marvel Merchandise
  • The Falcon and the Winter Soldier T-Shirt for Men, Women, Boys, and Girls
  • 241 g, taglio classico, collo rinforzato con nastro in twill
Source
The Guardian

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button