fbpx
AutoMotoriNews

Maserati Levante Hybrid, il SUV del Tridente ora è ibrido leggero: 330 CV, 48V e nuovo infotainment

Maserati Levante Hybrid, il SUV del Tridente si elettrifica con 330 CV e 48V

Dopo Ghibli, c’è un’altra Maserati che abbraccia la strada dell’elettrificazione. Seguendo la nuova strada del Tridente, che lancerà molto presto la sua prima vettura 100% elettrica, debutta Maserati Levante Hybrid, la seconda auto della Casa di Modena elettrificata. La meccanica è ripresa da quella della “sorellina” Ghibli, con 330 CV, modulo ibrido a 48 V e consumi ed emissioni ridotte.

Da fuori, Maserati Levante Hybrid rimane bellissima, ma ora è molto più blu

Le più grandi novità di Maserati Levante Hybrid sono ovviamente sotto il cofano, ma anche a livello estetico ci sono alcuni cambiamenti rispetto alle versioni termiche del SUV italiano. In generale, anche Maserati Levante Hybrid riprende le novità del Model Year 2021 introdotto ad inizio anno.

Maserati Levante Hybrid frontale

Il primo SUV della Casa modenese ha infatti beneficiato a 5 anni dal lancio di un nuovo disegno della mascherina, definita da Maserati con listelli “a diapason”, di nuovi Fari Full LED anteriori e posteriori, e modanature ridisegnate e migliorate rispetto al passato. Le linee di Levante però sono rimaste le stesse, e per fortuna. Il SUV di grandi dimensioni di Maserati è una delle auto a ruote alte più belle sul mercato. Riesce a dissimulare benissimo i suoi oltre 5 metri di lunghezza e i quasi 2 di larghezza, con un cofano lunghissimo, un abitacolo raccolto ed elegante e la giusta unione tra aggressività ed eleganza, in puro stile Maserati.

Maserati Levante Hybrid posteriore

Non mancano anche i dettagli sportivi che fanno la differenza, come le portiere con vetri a giorno, senza cornice, gli scarichi posteriori e le tre feritoie sui parafanghi anteriori, segno distintivo di ogni Maserati. Rispetto alle altre Levante però la versione Hybrid introduce molti dettagli blu, colore universalmente riconosciuto come rappresentante delle auto elettrificate. Abbiamo quindi il Tridente sul montante posteriore con strisce in blu cobalto, così come le pinze dei freni e le feritoie sui parafanghi anteriori.

Dentro benvenuto nuovo Maserati Connect e l’attesa svecchiata degli interni

All’interno, come all’esterno, Maserati Levante Hybrid non si distacca molto dalle altre Levante Model Year 2021, che proprio nell’abitacolo hanno ricevuto un’iniezione di modernità e qualità. Entrando nell’abitacolo si nota subito un miglioramento a livello di qualità dei materiali, mentre le linee rimangono le stesse di sempre, massicce ma non modernissime.

Maserati Levante Hybrid interni

Per colmare il gap tecnologico con le rivali tedesche e giapponesi, Levante ora ha due schermi piuttosto ampi per guidatore e infotainment. Dietro al volante trova infatti posto uno schermo TFT da 7 pollici, adornato da contagiri e tachimetro analogici, in puro stile Maserati. Al centro della plancia invece troviamo il nuovo sistema operativo Maserati Connect, basato su Android Automotive. Il sistema è molto più moderno, veloce e intuitivo da usare rispetto al precedente. Se però su Ghibli lo schermo raggiunge i 10,1 pollici, a causa delle bocchette dell’aria che circondano lo schermo, su Levante ci si è dovuti “accontentare”. Lo schermo touch misura infatti 8,4 pollici, con un rapporto di forma più squadrato per accomodare le forme della plancia.

Maserati Levante Hybrid cambio

Non mancano poi i comandi fisici per il clima, la rotella centrale per comandare l’infotainment e la leva del cambio tradizionale. Lo spazio è poi molto ampio, come ci si aspetta da un’auto di 5 metri, con tanto spazio per 5 passeggeri e un bagagliaio di 580 litri. La versione Hybrid invece differisce dalle altre Levante per la presenza di dettagli blu sulla plancia, sul battitacco delle portiere e nelle cuciture a contrasto dei sedili in pelle. A livello di ADAS, invece, Maserate Levante Hybrid riprende dalle altre Levante il sistema di Cruise Control Adattivo e di Active Driving Assist, sistema che mantiene la carreggiata e la traiettoria dell’auto fino a 145 km/h.

Sotto il cofano: Maserati Levante Hybrid e il suo 2.0 da 330 CV con modulo 48V

A livello estetico e tecnologico quindi Maserati Levante Hybrid non differisce molto dalle altre versioni del SUV italiano. Dove cambia maggiormente è sotto al cofano. I classici motori a 6 e 8 cilindri lasciano spazio ad un più piccolo 2.0 turbo benzina 4 cilindri in linea, lo stesso visto su Ghibli Hybrid. Si tratta di un motore monoalbero dotato di un turbocompressore a geometria fissa della famiglia GME del Gruppo FCA. Non è però da solo sotto al cofano. Insieme a lui c’è un piccolo motogeneratore elettrico di tipo BSG, che fa da alternatore, motorino d’avviamento e aiuta il motore con la sua spinta fin dai bassissimi giri.

Maserati Hybrid motore

A livello dinamico poi non ci sono differenze con le altre Levante, per fortuna. Il SUV prodotto a Mirafiori è infatti dotato di sospensioni molto raffinate, anteriori a quadrilateri e posteriori Multilink a 5 leve, una configurazione da vera sportiva. Non mancano poi gli ammortizzatori ad aria regolabili su 6 posizioni, e un sistema di trazione integrale, di serie su tutta la gamma, molto sportivo. Al posteriore è infatti presente un differenziale autobloccante meccanico, e la ripartizione della potenza è del 100% al retrotreno in condizioni normali. Solo in caso di perdite di aderenza agisce anche l’asse anteriore, con ripartizione del 50% davanti in soli 150 millisecondi.

Maserati Levante Hybrid logo

Questo motore elettrico con sistema a 48V è collegato ad una batteria da 800 Wh, ed entrambi sono realizzati dallo specialista Bosch. Una batteria così piccola collegata ad un sistema a 48V permettono una ricarica molto veloce in fase di decelerazione e frenata. In questo modo, il sistema può immagazzinare ma allo stesso tempo dare al motore energia in pochissimo tempo, garantendo sempre una riserva di energia al motore. Insieme, i motori sviluppano 330 CV e 450 Nm di coppia. Quest’ultima è disponibile già a 2250 giri, con il 90% dei 450 Nm pronti già a 1.750 giri.

La versione Hybrid è efficiente come un diesel e piacevole come un benzina

Un motore così piccolo e a soli 4 cilindri su una Maserati può far storcere il naso a molti. Non si tratta però di una versione top di gamma o del nuovo benchmark di Maserati, bensì di un nuovo capitolo per il Tridente. Si tratta infatti di un motore pronto e vigoroso già ai bassi regimi, proprio come… un diesel. L’obiettivo di Maserati con questa Levante Hybrid è infatti di offrire un motore piacevole e divertente ma con un’efficienza paragonabile a quella di un motore diesel. E non per caso: il compito di Levante Hybrid è proprio quello di sostituire il motore 3.0 V6 turbodiesel, che sparirà con l’arrivo della Hybrid.

Maserati levante Hybrid guida

Questo nuovo 2.0 ha più potenza del vecchio diesel (330 CV contro 250 o 275) ma meno coppia (450 Nm contro 600). Ha però degli assi nella manica: la leggerezza e l’efficienza. Il 2.0 turbobenzina e tutta la componente ibrida pesano 24 kg in meno del V6 benzina, e quasi 100 kg meno del turbodiesel. Grazie alla leggerezza del motore, sull’asse anteriore ci sarà meno peso, a tutto vantaggio della guidabilità. Le batterie sono poi posizionate nel bagagliaio, garantendo una ripartizione ottimale di 50% davanti e 50% dietro, migliore di ogni altra Levante.

Maserati levante Hybrid nome

Il 2.0 ha inoltre una centralina Bosch di ultima generazione, che consente la disattivazione di due dei 4 cilindri in marcia e la funzione di veleggio ad alte velocità. In questo modo, le prestazioni sono paragonabili a quelle della Levante V6 benzina, con emissioni inferiori del turbodiesel. Maserati Levante Hybrid è in grado infatti di passare da 0 a 100 km/h in 6 secondi e raggiungere i 240 km/h di velocità massima. Le emissioni di CO2 invece sono ridotte del 18% rispetto al benzina e del 3% rispetto al diesel.

Quando arriverà sul mercato Maserati Levante Hybrid?

Abbiamo scoperto tutto di Maserati Levante Hybrid, ci resta solo da capire il prezzo e la disponibilità sul mercato italiano. Maserati Levante è un modello dedicato più ai mercati cinese e americano, ma gli estimatori del SUV modenese (con radici torinesi) sono tanti anche in Europa.

Proprio per sottolineare l’unione tra Levante e America però abbiamo conosciuto durante la conferenza stampa mondiale il nuovo Ambassador del brand, la leggenda del calcio David Beckham, inglese ma da oltre un decennio bandiera del calcio negli Stati Uniti. Nonostante ciò, dovremo vedere Maserati Levante Hybrid presto in Italia, speriamo entro l’estate. Per quanto riguarda il listino, invece, la versione Hybrid dovrebbe ereditare il prezzo della uscente Levante Diesel, come successo su Ghibli. Parliamo quindi di un listino a partire da circa 79.000 euro, con le versioni top di gamma GranLusso e GranSport fissate ad oltre 90.000 euro.

Un prezzo non proprio contenuto ma commisurato al blasone e al livello del marchio Maserati, amato e apprezzato in tutto il mondo. Maserati Levante aveva già fatto un enorme passo avanti con il Model Year 2021, che ne aveva smussato gli angoli e modernizzato interni, dotazione tecnologica e di sicurezza. Maserati Levante Hybrid è invece un altro passo verso l’elettrificazione del marchio, sempre più vicina al lancio della sua prima auto 100% elettrica e nuova punta di diamante dell’universo Stellantis. Noi non vediamo l’ora di poter conoscere presto Maserati Levante Hybrid, di provarla ma soprattutto di sapere cosa ne pensate. Vi piace questa nuova motorizzazione mild hybrid di Levante? Fatecelo sapere nei commenti e sui nostri canali social!

Orologio da uomo, Collezione Legend, cronografo, in acciaio...
  • Materiali: Acciaio
  • Funzioni: Cronografo
  • Confezione originale Maserati
Orologio da uomo, Collezione Legend, automatico, in acciaio...
  • Materiali: Acciaio
  • Funzioni: Movimento automatico
  • Confezione originale Maserati

Qui puoi trovare le ultime notizie sul mondo Maserati e Stellantis!

Lo sapevi? Abbiamo aperto il canale ufficiale di techprincess su Telegram con le migliori offerte della giornata. Cosa aspetti? Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button