fbpx
AttualitàCulturaNewsVideogiochi

Microsoft tentò di acquistare Nintendo: ecco la famosa lettera

L'azienda però non ha ricevuto una risposta positiva

Molti anni fa, Microsoft tentò di acquistare Nintendo, la famosa azienda di Kyoto, attraverso una lettera. Come potete immaginare le cose non sono andate secondo i piani di Microsoft. Oggi però un frammento di quella famosa lettera è stato esposto nel nuovo museo di Xbox, che celebra il ventesimo anniversario della console.

La lettera di Microsoft a Nintendo

Inviata nel 1999 da Nick Thompson, ex VP dell’hardware di Microsoft, a Jacqualee Story, ex VP esecutivo del business di Nintendo of America, la lettera è per lo più oscurata. Tuttavia, ci sono alcuni frammenti di testo leggibile.

La lettera inizia con: “Cara Jacqualee, apprezzo che tu abbia trovato il tempo di organizzare un incontro con il signor Takeda e il signor Yamauchi per discutere una possibile partnership strategica tra Nintendo e Microsoft sulle future piattaforme di videogiochi. Capisco le preoccupazioni del sig. Takeda sulla possibile partnership e cercherò di [illeggibile] le linee guida che ha richiesto”.

Altre sezioni della lettera continuano a menzionare Project Dolphin, il nome in codice del GameCube. Sfortunatamente non sappiamo cosa Microsoft affermi nella lettera riguardo a Dolphin all’azienda di Kyoto perché la lettera non è leggibile. È un vero peccato perché sarebbe stato interessante analizzare nel dettaglio la vecchia strategia di Microsoft.

Sappiamo da un articolo di Bloomberg, che racconta la storia di Xbox, che il tentativo di Microsoft di acquisire Nintendo fu respinto completamente. L’ex dirigente Xbox, Kevin Bachus, ha ricordato:

“Steve [Ballmer, ex CEO di Microsoft] organizzò un incontro con Nintendo per vedere se avrebbero preso in considerazione l’idea di essere acquisiti. In realtà hanno semplicemente riso a crepapelle. Immaginate qualcuno che, per un’ora intera, ride davanti a voi, di voi. La riunione è andata più o meno così”.

Microsoft ha fatto un secondo tentativo nel 2000 per instaurare una partnership con Nintendo. Secondo l’idea di Microsoft, l’azienda di Kyoto si sarebbe occupata della parte videoludica mentre Microsoft di quella hardware, la più tecnica. I colloqui, come potete immaginare, non hanno funzionato e anche questa partnership è stata respinta.

Per visitare il museo virtuale di Microsoft e Xbox, potete consultare il sito ufficiale.

Offerta
Nintendo Switch - Blu/Rosso Neon - Switch [ed. 2019]
  • La confezione contiene: console, base per Nintendo Switch, un Joy-Con sinistro (blu/neon), un Joy-Con destro...
  • La trasportabilità di una console portatile si combina con la potenza di una console casalinga
  • Schermo da 6, 2 pollici di tipo capacitivo multi-touch
Source
Game Spot

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button