fbpx
MINI Countryman Copertina

MINI Countryman illumina la strada: fari a LED di serie per tutte le versioni
Il SUV anglo-tedesco riceve il restyling di metà carriera: vediamo cosa cambia


Anche i modelli di maggior successo per rimanere sulla cresta dell’onda devono aggiornarsi.
Alla regola non scappa neanche MINI Countryman, il SUV della casa inglese che dopo 3 anni riceve il suo primo aggiornamento.
MINI Countryman decide di affrontare il 2020 e gli anni a venire con un’estetica aggiornata, nuove colorazioni e ancora più flessibilità nella scelta di motori, trazioni e trasmissioni.
Decide anche di “illuminare” meglio la strada davanti a tutti i suoi clienti.
I fari, infatti, diventano Full LED sia davanti che dietro per tutte le versioni, fin dal modello base.
Allacciamoci la giacca di tweed e vediamo ad Oxford come hanno deciso di migliorare uno dei modelli di maggior successo di MINI!

L’esterno: griglia più grande, dettagli più glamour e fari a LED 

MINI Countryman è l’ultimo modello della Casa anglo-tedesca a beneficiare di un restyling di metà carriera, seguendo le orme di MINI 3, 5 porte e Clubman.
Seppur sia stata la più “lenta” ad evolversi, è quella che tra tutte è cambiata di più, soprattutto fuori.

MINI Countryman posteriore

Se al posteriore, infatti, anche Countryman ha finalmente ricevuto i fari a LED con stampata la Union Jack, i cambiamenti maggiori sono giunti nella parte anteriore.
La griglia centrale, da sempre simbolo di ogni MINI, è oggi più grande ed aggressiva, ed anche il paraurti si aggiorna, ridisegnando la presa d’aria inferiore e riposizionando i fendinebbia.

MINI Countryman anteriore con fari

La più grande novità, però, riguarda proprio l’impianto di illuminazione.
Da oggi, ogni MINI Countryman avrà i fari full LED sia davanti che dietro, e anche i fendinebbia sfrutteranno questa tecnologia.
Fin dalla versione base infatti sarà possibile godere dell’illuminazione a LED anzichè tramite lampade alogene o allo Xeno. Ci sarà ancora una differenza tra le versioni base, dotate di “semplici” fari Full LED, e le versioni più accessoriate, dotate di un impianto MINI Matrix LED con fari a matrice.
La “democratrizzazione” del faro a LED è però un grande risultato per estetica, completezza e soprattutto sicurezza nella guida di notte.

MINI Countryman colorazioni

Sono poi state aggiunte due nuove colorazioni metallizzate denominate White Silver e Sage Green, e nuovi dettagli in Piano Black come modanature, denominazioni modello ed altri.
In ultimo, i cerchi in lega, ora con nuovi disegni, sono di serie fin dall’allestimento base, partendo dai 16 pollici fino ad arrivare ai 19 delle versioni top di gamma.

La meccanica: tutti i motori sono Euro 6D, e che pioggia di automatici!

La gamma motori è rimasta la stessa, comprendendo 7 motorizzazioni, 3 benzina, 3 diesel e la ibrida plug-in Cooper SE, con potenze che vanno dai 102 della One ai 224 CV  proprio della Cooper SE.
Le potenze quindi rimangono pressochè invariate, tranne per quanto riguarda la Cooper S a benzina che passa da 192 a 178 CV.  Questo però non vuol dire che siano rimasti identici, anzi.

MINI Countryman SE

Ora tutte le motorizzazioni sono omologate Euro 6D, ovvero la più ecologica di tutte, e sia i motori benzina che quelli diesel sono dotati di filtro antiparticolato.
Scendendo nei particolari poi i motori benzina 3 cilindri di One e Cooper e il 4 cilindri di Cooper S sono dotati di un nuovo collettore di scarico con turbina twin-scroll integrata, mentre i motori diesel godono di iniettori ancora più performanti.

MINI Countryman trazione integrale

Ciò che cambia è la situazione riguardante i cambi automatici.
Ora infatti c’è stata una vera e propria pioggia di automatici nelle fabbriche di Oxford.
Ci sono ben 3 diversi cambi automatici tra cui scegliere: il primo è un 6 marce esclusivo della ibrida plug-in Cooper SE. Il secondo è l’ottimo cambio ad 8 marce con convertitore di coppia prodotto dalla Aisin.
Questo era già presente sulla gamma Countryman, ma ora è offerto di serie per ben 5 modelli, ovvero tutti quelli a trazione integrale ALL4 (quindi Cooper, Cooper D, Cooper S e Cooper SD) e per Cooper SD a trazione anteriore, mentre è un optional per la versione Cooper D a due ruote motrici.

MINI Countryman acqua

Per le restanti versioni a due ruote motrici è disponibile, in alternativa al solito classico 6 marce manuale l’ottimo cambio a doppia frizione a 7 marce della tedesca Getrag.

Gli interni: più personalizzabili, e arriva il quadro strumenti digitale

Parte del fascino di ogni MINI è la personalizzazione.
Da quando il marchio inglese è rinato dopo l’acquisizione da parte di BMW alla fine degli anni ’90, uno degli aspetti più apprezzati delle piccole inglesine è la possibilità di realizzarne una quasi su misura, unica e che segue la propria personalità.
Con gli anni si sono aggiunte un sacco di possibilità che per questioni di tempo non possiamo raccontarvi.
Oggi, invece vi raccontiamo le novità salienti degli interni, da sempre punto focale della personalizzazione MINI.

MINI Countryman soft touch

La prima novità è molto sottile, e riguarda alcuni comandi della plancia centrale.
Benchè questa sia rimasta invariata, infatti, i comandi del sistema di infotainment, rimasto invariato con dimensioni da 6,5 a 8,8 pollici, sono passati dai classici pulsanti ad un unico piano con comandi soft touch. Sicuramente di gran scena, questi comandi non sempre si rivelano super intuitivi da usare. Lo scopriremo presto, quando potremo provarla!

MINI Countryman interni tan

Sono stati aggiunte due nuove colorazioni per gli interni in pelle Chester, l’Indigo Blue e il Malt Brown. Inoltre, la colorazione di parte della plancia a tono con il rivestimento dei sedili è diventato parte integrante dell’acquisto dei sedili in pelle, e non più un optional a parte. In questo modo, gli interni diventano ancora più curati e personalizzati.

MINI Countryman quadro strumenti digitale

La più grande novità riguardante gli interni di MINI Countryman è l’adozione del nuovo quadro strumenti digitale da 5 pollici.
Lo abbiamo visto debuttare sulla MINI Elettrica, arrivare sulla nuova MINI John Cooper Works GP ed eccolo oggi, optional per tutta la gamma Countryman.
Di lui vi abbiamo già parlato nei “primi contatti virtuali” di MINI Cooper SE e John Cooper Works GP: vi rimandiamo lì per saperne di più.

Per il resto… la solita, ottima, Countryman

Non vi abbiamo parlato di come si guida, dello spazio interno, di quante persone stanno a bordo e di tanti altri aspetti di MINI Countryman. Perchè? Beh, perchè a parte le citate novità è rimasta Countryman che conosciamo, un ottimo crossover, pratico e piacevole da guidare.
Per conoscere qualcosa in più su di lei, vi rimando alla nostra guida completissima su tutti i modelli della gamma MINI. Se avete delle domande su questo mondo fatto di Go-Kart Feeling e bandiere inglesi, lì troverete tutte le risposte che cercate.

Da questi giorni è possibile ordinare nuova MINI Countryman con tutti gli aggiornamenti necessari.
Non sono ancora stati comunicati i listini aggiornati, ma ci aspettiamo che i prezzi rimangano pressochè invariati rispetto al modello uscente, con il prezzo d’attacco per la versione One da 102 CV fissato a 25.800 €.

Berretto da baseball originale Mini, a visiera piatta,...
  • Cappellino da baseball unisex.
  • Con logo 3D MINI.
  • Visiera piatta e larghezza regolabile sul retro.
LEGO Speed Champions...
  • Include 4 minifigure: il pilota della Mini Cooper S Rally, il pilota del Buggy MINI John Cooper Works, commissario di...
  • La Mini Cooper S Rally del 1967, costruibile e predisposta per le gare, è dotata di abitacolo con posto per una...
  • Il velocissimo e costruibile Buggy MINI John Cooper Works del 2018 è dotato di abitacolo con posto per una minifigure,...

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!