fbpx

           Iscriviti alla nostra                Newsletter!

Mi iscrivo!

Multiplayer.it, il primo web magazine italiano dedicato al mondo dei videogiochi e dell’intrattenimento digitale, ha recentemente svolto una ricerca, realizzata con Euromedia Research, con lo scopo di analizzare l’evoluzione dei videogamer negli ultimi 20 anni.

I risultati della ricerca mostrano che 8 italiani su 10 confermano di aver utilizzato i videogiochi almeno una volta negli ultimi sei mesi su differenti piattaforme (console, smartphone, tablet e PC).

Inoltre questa ricerca smentisce la credenza che solo i maschi possono considerarsi gamers: lo studio dimostra infatti che il 75,1% delle donne intervistate si dichiara giocatrice assidua, mentre il 41,8% si dedica ai videogames dalle 2 alle 3 volte a settimana e quasi una donna su tre gioca ogni giorno.

Multiplayer.it : conosciamo i diversi profili di gamer

La prima categoria riguarda i videogamer appassionati, ovvero coloro che giocano due o tre volte a settimana se non addirittura ogni singolo giorno. Vi è inoltre una netta distinzione tra le piattaforme preferite: il 46,2% delle donne preferisce lo smartphone mentre un uomo su tre è affezionato alla console fissa, tra cui PS4, Nintendo Wii, Xbox e altro.

Una distinzione simile è presente anche nelle varie fasce d’età: lo smartphone è infatti popolare tra gli over 40 mentre il 36,5% dei giovani tra i 18 e 24 anni preferisce la console. Infine, la modalità più popolare è quella single player, scelta dal 70,1% dei giocatori.

Dal punto di vista sentimentale ed emozionale, oltre la metà dei giocatori ha rivelato che il tempo dedicato ai videogame è considerato un momento di assoluto relax e di distacco dalla vita quotidiana, oltre a trasmettere un senso di tranquillità.

I giocatori più giovani invece (18-24 anni), hanno rivelato che i videogame non provocano nessun cambiamento sul loro umore, né in positivo né in negativo.

Videogamer occasionali e mai giocatori

Il 13,9% degli intervistati, invece, si considera un videogamer occasionale, ovvero colui che provato i videogiochi almeno una volta nella sua vita e non negli ultimi sei mesi. Di questa categoria fanno parte gli ex player (coloro che non giocano più da oltre 24 mesi): la causa di questa interruzione è dovuta, in particolare, alla mancanza di tempo.

Gli intervistati rivelano che, con l’aumentare dell’età, il senso di divertimento diminuisce ed è per questo che decidono di non giocare più (52,7% nella fascia 40-49 e 43,7% nella fascia 50-55): inoltre un cambiamento di abitudini o una maniera differente di rapportarsi con lo svago sono le principali cause che allontanano un gamer occasionale dai videogiochi.

I mai giocatori costituiscono solo il 4,2% degli intervistati. L’avversione completa verso il mondo dei videogame viene motivata in maniera differente: alle donne (44,4%) non piacciono e gli uomini (45,4%) li considerano una perdita di tempo.

Come si tengono aggiornati i videogamer? Ce lo svela Multiplayer.it

Gli elementi principali che hanno segnato l’evoluzione dei videogames nel corso degli anni sono principalmente legati alla tecnologia: una grafica che migliora giorno dopo giorno, la possibilità di giocare online e la varietà di piattaforme.

La fonte principale da cui i giocatori ricavano informazioni è il proprio network di amici e familiari, con i quali si scambiano quotidianamente suggerimenti e news. I giovani, invece, utilizzano principalmente social network e siti specializzati a tema videoludico.

A confermare queste informazioni sono i dati di Multiplayer.it, sito online parte del network di Netaddiction, che si inserisce nell’elenco dei siti online più consultati ed è riconosciuto come una delle principali fonti di informazione sul mondo dei videogame, come confermato anche dalla ricerca di Euromedia Research: il sito risulta il più visitato dai videogamer appassionati (18,7%), specialmente nella fascia 18-24 anni (34,4%).

Grazie ai suoi 3 milioni e 500 mila utenti mensili e le oltre 14.200.000 pagine viste al mese ha raggiunto il secondo posto nel ranking italiano di SimilarWeb, per la categoria dei siti di videogaming, tra colossi mondiali come Twitch e Tik Tok.

Uno dei punti di forza del sito sono le recensioni, ovvero il contenuto più apprezzato dagli intervistati (26,2%) e quello che genera più interazioni all’interno della community dei gamer, con un numero medio di commenti compreso tra 500 e 800 per singolo contenuto.


Condividi la tua reazione

Rabbia Rabbia
6
Rabbia
Confusione Confusione
4
Confusione
Felicità Felicità
3
Felicità
Amore Amore
10
Amore
Paura Paura
5
Paura
Tristezza Tristezza
10
Tristezza
Wow Wow
9
Wow
WTF WTF
1
WTF
Veronica Ronnie Lorenzini

author-publish-post-icon
Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.
                   Vuoi rimanere sempre aggiornato?

           Iscriviti alla nostra                     Newsletter!

                                   Tranquillo, ti disturberemo solo
                                      una volta al mese...per ora! 👹
Mi iscrivo!
close-link

           Iscriviti alla nostra                Newsletter!

Mi iscrivo!
close-link